Skin
iris ceramica group
Good Stories

Iris Ceramica Group dà vita a un centro per la ricerca sperimentale industriale

Reingegnerizzare la ceramica per migliorare l’interazione tra l’uomo e l’ambiente. È sulla scia di questo ambizioso obiettivo che Iris Ceramica Group ha dato vita a ICG RenaisScience Hub, un nuovo centro tecnologico e scientifico dove la scienza viene applicata alla ceramica per sviluppare progetti e soluzioni inedite.

Realizzato in seno al progetto di ricerca ICG LogiPack, finanziato dal Ministero delle Imprese e del Made in Italy con gli Accordi per Innovazione (2° Call), il polo dell’innovazione avrà come obiettivo lo sviluppo di soluzioni integrate alla ceramica e per la ceramica, con particolare attenzione al sistema della logistica e del packaging. 

Il taglio del nastro ha visto la partecipazione dell’Assessore per lo Sviluppo Economico e Green Economy della Regione Emilia-Romagna Vincenzo Colla, del Sindaco di Castellarano e Presidente della Provincia di Reggio Emilia, Giorgio Zanni, accanto a Federica Minozzi, ceo di Iris Ceramica Group e del Prof. Stefano Maffei in rappresentanza del Dipartimento di Design del Politecnico di Milano. L’anima che da sempre ci contraddistingue come Iris Ceramica Group si concretizza in un progetto dove la ricerca e lo sviluppo dell’impresa evolve e si estende senza limiti, attraversando ogni segmento del processo produttivo e della logistica così come della materia”, spiega Federica Minozzi.

Soddisfatto anche Stefano Maffei: “In questo contesto, la stretta collaborazione tra l’azienda e l’accademia è fondamentale per alimentare l’innovazione e, grazie alla combinazione di competenze accademiche e know-how industriale, ci siamo posti l’obiettivo di aprire la strada a nuove applicazioni tecnologiche, a interpretazioni inedite del materiale ceramico, spingendone i limiti creativi e funzionali, per raggiungere risultati sempre più ambiziosi”.

Il nuovo centro di Iris Ceramica Group

Come reso noto dall’azienda, l’hub esplorerà i nuovi paradigmi dell’Industria 5.0, la ‘collaborative industry’, rappresentando una tappa cruciale di un progetto di ricerca pluriennale di grande portata. Questo progetto, che ha ricevuto nel 2023 un finanziamento dal Ministero per il Made in Italy, è stato riconosciuto per il suo elevato contenuto tecnologico e la sua unicità. Il primo ambito di ricerca si concentrerà sulla tracciabilità delle lastre ceramiche lungo tutto il loro ciclo di vita.

Per la sua natura di centro di ricerca innovativo, l’accesso all’hub è riservato a un team di esperti multidisciplinari interni all’azienda. In particolar modo, agli ingegneri delle soluzioni di Iris Ceramica Group guidati da Claudio Bizzaglia, project management & engineering director, insieme a un gruppo di ricercatori di Polifactory, Makerspace del Politecnico di Milano, coordinati dal Prof. Stefano Maffei, Direttore del Laboratorio e Delegato Rettorale all’Innovazione Sociale.

L’hub, inoltre, riceverà il prezioso supporto di numerose società di consulenza presenti sul territorio, con l’obiettivo di studiare e sviluppare soluzioni tecnologiche all’avanguardia che favoriscano una veloce transizione tecnologica verso il paradigma 5.0. Una collaborazione che agevolerà la disseminazione dei risultati delle innovazioni prodotte a beneficio dell’intero comparto ceramico. 

La rinascita della ceramica

ICG RenaisScience Hub custodisce già nel proprio nome l’intento di farsi promotore di una vera e propria rinascita della ceramica attraverso la ricerca scientifica. Alla base del progetto di creazione di uno spazio innovativo dedicato esclusivamente alla ricerca sperimentale industriale, c’è un approccio alla materia che va oltre lo sguardo tradizionale. La ceramica, infatti è trattata come una materia intelligente, superando quindi il concetto di materiale inerte o di prodotto finito, aprendo la strada a evoluzioni tecnologiche e interpretazioni fino ad oggi inesplorate.  

ICG RenaisScience Hub promuove una cultura dell’innovazione basata sull’ibridazione di pratiche e saperi applicati al mondo ceramico, con l’obiettivo di creare soluzioni che migliorano la qualità di vita delle persone. È uno spazio che favorisce la collaborazione tra Iris Ceramica Group, centri di ricerca, imprese e professionisti provenienti da diversi settori e discipline, come design, ingegneria e logistica. Con oltre 800 m2, l’hub si sviluppa in quattro differenti aree di ricerca: Training & Workshop, 3D Printing/Digital & Electronic Design, Digital Manufacturing e Making, Factory Testing Lab.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Per altri contenuti iscriviti alla newsletter di Forbes.it CLICCANDO QUI .

Forbes.it è anche su WhatsApp: puoi iscriverti al canale CLICCANDO QUI .