Rivelato il patrimonio netto di Britney Spears. Ed è incredibilmente più basso rispetto alle altre popstar

Share
Secondo Forbes la popstar Britney Spears ha un patrimonio netto di 60 milioni di dollari. (Photo by Mike Windle/Getty Images for iHeartMedia)

Articolo di Madeline Berg apparso su Forbes.com

Vent’anni fa Britney Spears era sul tetto del mondo. Stava cavalcando sull’onda di quattro anni di dischi di platino, un Grammy Award e una serie di tour mondiali che le hanno fruttato decine di milioni di dollari. Nel 2002, Forbes l’ha nominata la celebrità più potente del mondo, con circa 40 milioni di dollari di entrate al lordo di tasse.

Sia in termini di guadagni che di influenza, la stella del pop era davanti ai suoi contemporanei Jessica Simpson e Jennifer Lopez – e ancora oggi può dire di aver venduto più biglietti e album di entrambe. Ma quando si tratta di patrimonio netto, la ex regina del pop è rimasta molto indietro: la Spears, un tempo forza straripante e ascendente della cultura pop, ha oggi un patrimonio netto di 60 milioni di dollari; Simpson e Lopez hanno costruito fortune per oltre 100 milioni di dollari, secondo le stime di Forbes. Beyoncé ha un patrimonio sette volte superiore, senza includere la ricchezza proveniente dal marito miliardario Jay-Z.

Dunque, cosa è andato storto? Dopo diversi anni di esposizione mediatica, la Spears ha subito un crollo mentale ed è stata messa sotto tutela dal tribunale nel 2008. Il giudice ha consegnato la custodia della sua carriera e delle sue finanze a suo padre, James, che ora è il nemico del movimento #FreeBritney, un’iniziativa social per “liberare” la Spears dalla custodia.

La vicenda non è stata positiva per la sua carriera. Né per il suo patrimonio. Negli ultimi anni, la Spears ha combattuto contro il controllo del padre pagando milioni di dollari in spese legali. Documenti giudiziari esaminati da Forbes l’anno scorso hanno rivelato che i suoi beni sono per lo più detenuti in vari conti di intermediazione, immobili e contanti. La sua fortuna personale non è stata intaccata per mancanza di impegno da parte sua: nel 2008, la Spears aveva pubblicato cinque dischi di successo e intrapreso sei tour importanti. Nel decennio successivo ha pubblicato altri quattro album e fatto quattro tour mondiali, oltre al residency show di Las Vegas dal 2013 al 2017 con il quale ha incassato 137,7 milioni, secondo Caesars Entertainment.

Poi le cose hanno cominciato a sgretolarsi. Dopo aver partecipato a spot televisivi commerciali – Pepsi, Skechers e Samsung – ha interrotto qualunque partnership nel 2015. La Spears non pubblica nuova musica dal 2016 e ha smesso di andare in tour nel 2018. L’anno successivo ha annullato un altro redditizio residency show a Las Vegas, che le avrebbe fatto guadagnare almeno 350 mila dollari a serata.

“Il mio cliente mi ha informato che ha paura di suo padre”, ha detto in tribunale l’avvocato della Spears Samuel D. Ingham III a novembre, secondo l’Associated Press. “Non si esibirà di nuovo finché suo padre sarà responsabile della sua carriera”. All’udienza, la Spears sperava di rimuovere definitivamente suo padre come suo tutore legale. Vivian Lee Thoreen, avvocato di Jamie Spears, ha difeso il padre dicendo che Britney Spears era indebitata prima dell’affidamento: “Non credo che ci sia uno straccio di prova per cui si possa puntare il dito contro il mio cliente”.

La scorsa settimana, un giudice ha concesso alla Spears di nominare il fondo privato Bessemer Trust per lavorare a un piano di investimenti con il padre. Thoreen e Spears non hanno lasciato nessun commento al riguardo.

Durante la sua battaglia legale, molte altre popstar a lei coetanee hanno prosperato. La Lopez ha continuato a lavorare regolarmente, producendo nuova musica, girando il mondo e recitando in un suo residency show di due anni a Las Vegas, raccogliendo anche un guadagno sostanzioso come ospite di American Idol. L’anno scorso, J Lo ha guadagnato 47,5 milioni di dollari recitando in Le ragazze di Wall Street, facendo tour per il mondo e lavorando con marchi del calibro di L’Oreal, Kohl’s e Guess. La Simpson ha fatto una frazione dei guadagni della Lopez e della Spears come performer, ma è riuscita a sfruttare la sua popolarità con una partecipazione azionaria nella sua omonima azienda di abbigliamento e scarpe. Nel 2015, ha venduto la sua partecipazione del 62,5% nell’impresa a Sequential Brand Group per circa 120 milioni di dollari.

LEGGI ANCHE: “Dall’album scritto durante la pandemia all’attivismo politico: a tu per tu con Taylor Swift”

Nel frattempo, una generazione di icone pop tra cui Katy Perry, Lady Gaga, Rihanna e Taylor Swift hanno rialzato la posta in gioco. La Swift ha intrapreso cinque tour mondiali dal suo album di debutto nel 2006 – sette anni dopo che la Spears ha pubblicato il suo – incluso il Reputation Stadium Tour 2018, che è diventato il tour statunitense con il maggior incasso di sempre, accumulando 266,1 milioni di dollari attraverso 2 milioni di vendite di biglietti solo negli Stati Uniti. Le sue case, che includono una villa nel Rhode Island, due case a Beverly Hills e un attico a Manhattan, valgono più dell’intera fortuna della Spears, senza includere i suoi due jet privati Dassault.

Rihanna ha mostrato come fare grandi guadagni fuori dal palco, convertendo il suo successo nella musica in un mix di iniziative imprenditoriali. Fenty Beauty, la sua linea di trucco con il gigante francese Lvmh, ha avuto vendite per oltre 600 milioni di dollari nel 2019. Forbes stima che la partecipazione di Rihanna con il marchio di cosmetici valga 375 milioni di dollari. La sua partecipazione alla linea di lingerie Savage X Fenty, che la scorsa settimana ha raccolto 115 milioni nel suo secondo round di finanziamenti, vale più di 80 milioni di dollari.