Il riscatto dell’imprenditrice vietnamita Nga Nguyen: dopo il Covid il lancio di un brand di self-care

Nga Nguyen
Share
L’imprenditrice Nga Nguyen ha creato il suo brand di self-care Never Go Alone.

Articolo tratto dal numero di febbraio 2021 di Forbes Italia. Abbonati!

Dalle cronache di lifestyle alle prime pagine dei quotidiani dove il suo nome viene accostato alla sindrome del Covid-19. Si sente spesso dire che è proprio dalle situazioni più difficili che la tempra di una persona viene messa alla prova. Sicuramente, la storia della giovane imprenditrice londinese di origine vietnamita Nga Nguyen insegna che, anche dopo una catena di sfortunati eventi è possibile vedere il lieto fine. 

Durante un viaggio d’affari in Europa all’inizio di marzo, in occasione delle fashion week di Parigi e Milano alle quali doveva partecipare agli show di Gucci e Saint Laurent, Nga è risultata positiva al Covid-19. Durante il periodo trascorso in Italia e in Francia la figlia di un magnate dell’acciaio e grande appassionata di moda, non ha accusato alcun sintomo, ma poi il 2 marzo è cambiato tutto. Mentre era sottoposta a cure e isolamento in ospedale lontana dalla sua casa, ha deciso però che non fosse il momento di arrendersi: “È stata un’esperienza molto dolorosa, sia fisicamente sia a livello psicologico. Anche se non auguro a nessuno questa esperienza, sono grata in un certo senso per aver vissuto questa esperienza perché mi ha portato a concepire la mia attuale idea di business”. Un periodo sicuramente non facile, con la stampa internazionale, il New York Times in primis, che l’ha subito definita il paziente zero del mondo della moda creando un effetto di risonanza che si è poi diffuso a macchia d’olio su tutti i giornali. “Ora che è passato del tempo, penso che tutti possano essere d’accordo sul fatto che la storia sia stata sproporzionata. Non è necessario dare la colpa a nessun individuo se iniziamo a fare tesoro del valore della responsabilità collettiva”, ha spiegato Nga, laurea in Scienze politiche al King’s College di Londra, con un periodo di scambio al Science po di Parigi, dove qualche anno dopo ha conseguito un master in Luxury brand management.

Da quello sfortunato evento, che l’ha costretta a chiudere temporaneamente i suoi canali social, Nguyen ha trovato il modo di riscattarsi, lanciando un self-care brand dal nome Never Go Alone. “L’idea mi è venuta mentre ero sdraiata nel mio letto d’ospedale. Volevo trovare un modo per aiutare le persone a sentirsi meno sole e vivere con maggiore consapevolezza la situazione della pandemia, enfatizzando allo stesso tempo l’importanza di prendersi cura di sé stessi e di chi ci circonda”. 

La collezione, che vuole rappresentare un piccolo passo verso la nuova normalità, comprende un profumo igienizzante, una crema igienizzante per le mani, salviette per la casa, una salvietta tecnica, una salvietta per le mani e dispositivi di protezione individuale. Le maschere per il viso nello specifico sono tutte made in Italy, prodotte in una fabbrica vicino a Como, che non a caso risulta essere anche una delle destinazioni di viaggio preferite dell’imprenditrice. “Ho lavorato a stretto contatto con il team per progettare e selezionare accuratamente i tessuti di ogni maschera. Il concept di Nga, d’altronde, punta a un tipo di eleganza di lusso. Ho dedicato molta attenzione al design per ciascuno dei prodotti. Siamo anche molto concentrati sugli ingredienti, estratto di aloe vera ed estratto di ginseng con un profumo di legno di sandalo e cardamomo, in modo da garantire una funzione idratante e curativa della pelle”. Un marchio esperienziale, che sviluppato a quattro mani con lo studio di design britannico Layer, si è arricchito nel tempo anche della collaborazione con Carl Adelson, direttore creativo con sede in California e amico di lunga data con una vasta esperienza nel mondo della moda e dei profumi. “Nonostante le sfide poste dal blocco globale e dalle restrizioni di viaggio, il team ha abbracciato il lavoro a distanza per portare Nga in vita. Questo approccio innovativo continua ancora oggi, con un team di leadership diversificato con sede in tutto il mondo, a Londra, California, Milano e Lagos”. 

L’amore per il bello di Nguyen parte da molto lontano, e porta la firma di grandi maison del lusso con le quali l’influencer ha collaborato come la divisione profumi di Lvmh, ed eventi patinati come il Met Gala, cui l’influencer ha partecipato ben due volte, fotografata accanto a numerosi personaggi del mondo della moda come Naomi Campbell, Anna Dello Russo, Jonathan Newhouse e Virgil Abloh, il designer di abbigliamento maschile di Off-White e Louis Vuitton. “Il mio marchio vuole celebrare l’ottimismo e la nostra capacità di lavorare insieme per costruire un futuro migliore. Sono sempre stata ispirata dalla storia e dall’etica del lavoro di mia nonna, che vendeva frutta e verdura per strada. Passavo interi pomeriggi ad ascoltarla e a imparare i suoi trucchi del mestiere. Quello che ho imparato è che non importa quello che fai nella vita perché dovrai sempre dare il 100%”. Crescendo, e imparando da quello che l’ha sempre appassionata, Nguyen ha iniziato a sviluppare il suo business imprenditoriale, costruendo da zero un nuovo business e accettando di buon grado sia i successi sia i fallimenti. E nel futuro? “Spero di trasformate Nga in un marchio di lifestyle, a partire da candele e altri accessori per la casa. Come ogni imprenditore, ho un milione di idee in testa e ho solo bisogno di trovare il modo migliore per realizzarle”. Intanto, la sua linea è stata lanciata ufficialmente a gennaio e la sua prima collezione di debutto sarà disponibile sul sito del marchio.