Al Cenacolo di Arturo Artom ospite Emanuele Arosio di Triboo Group che ci svela i segreti del mondo Seo

Share

Questa sera alle 22.30 su BFC (canale 511 di Sky e 61 di TiVuSat) va in onda il Cenacolo, il talk show che porta la firma dell’imprenditore Arturo Artom. Ispirato al format di Cenacolo Artom, che da anni ospita leader provenienti da differenti settori, dall’arte al design, dall’imprenditoria allo spettacolo, il talk narra in circa 30 minuti un’esperienza di successo dal mondo imprenditoriale e manageriale. Nel rispetto delle norme anti-Covid, la puntata di questa sera del Cenacolo Artom One to One ospita Emanuele Arosio, Head of Global Seo presso Triboo Group.

Di origine brianzola ma nato in provincia di Latina, Arosio inizia ad usare i computer quasi da subito. Poi la facoltà di Industria e Design a Milano nel 1993, quando il politecnico cominciò a dotarsi dei primi Mac. Il “learnng by doing” ha caratterizzato gli albori della sua carriera, in un momento storico in cui il computer era ancora qualcosa da scoprire fino in fondo.

Dai ricordi della giovinezza al misterioso mondo del Seo. Di che cosa si tratta? Dell’acronimo inglese per Search Engine Optimization. In poche parole, tutte le attività di ottimizzazione di un sito web volte a migliorarne il posizionamento nei risultati dei motori di ricerca. Il 41esimo ospite del cenacolo racconterà il suo mestiere in maniera ancora più approfondita, alternando aneddoti sulla sua carriera e regalando al pubblico i cosiddetti segreti del mestiere.

Dai link per “tirare su” il proprio sito ai misteri del tag e del title. Sono tanti i dettagli “tecnici” a cui bisogna fare attenzione. Ma c’è anche spazio alla creatività del contenuto: il fatto che sia originale e che non sia copiato dagli altri siti è determinante per far apprezzare dal motore di ricerca il nostro prodotto o il nostro servizio.

“Hai 8 secondi di tempo, dal momento che l’utente arriva dal desktop sul tuo sito, normale o di e-commerce, per far diventare l’utente un tuo cliente. Gli 8 secondi scendono a 2 su mobile”, racconta Arosio. “Devi farci includere il caricamento della pagina, il fatto che legga quello che lui vuole e che clicchi sull’acquisto. Tre punti in 8 o 2 secondi”.

Tra i trucchi del mestiere, anche qualche consiglio per le aziende italiane che vogliono essere visibili nei mercati esteri. Importante fare una scelta: costruire la propria identità attraverso le proprie forze oppure andare sui marketplace, che hanno già un pubblico d’acquisto importante.

È possibile rivedere tutte le puntate del Cenacolo Artom accedendo a questo link.