Super Mario sfida il Covid: apre in Giappone Super Nintendo World, il parco in cui è vietato gridare

Super Mario Nintendo
(foto Drew Angerer/Getty Images)
Share

Super Mario sfida la pandemia. È stato inaugurato in Giappone il nuovo Super Nintendo World, all’interno degli Universal Studios Japan di Osaka. Il parco a tema, realizzato con un investimento di mezzo miliardo di dollari, comprende funghi ad altezza d’uomo e personaggi iconici dei videogiochi. E non poteva più aspettare: l’apertura era stata pianificata, infatti, per la scorsa estate, poco prima dell’avvio delle Olimpiadi di Tokyo, ma è slittata – come i Giochi stessi – a causa della pandemia.

Al parco potranno accedere, per il momento, non più di 10mila persone per volta, vale a dire circa il 50% della capienza. Alcuni cartelli posti davanti alle montagne russe avvertono di “astenersi dall’urlare”. In altri parchi a tema giapponesi è diventata virale l’espressione “Urlate nei vostri cuori”.

Quanto vale Super Mario

La popolarità globale di Super Mario ha trainato la crescita di Nintendo negli anni. Secondo una recente ricerca di SensorTower, il baffuto idraulico di origini italiane ha generato un miliardo di dollari sull’app store di Apple e su Google Play. E il repertorio completo della Nintendo ha generato 452 milioni di download in tutto il mondo. Tra i videogame più popolari ci sono il gioco di ruolo strategico Fire Emblem Heroes (656 milioni di dollari), Animal Crossing: Pocket Camp e Dragalia Lost.

Mario Kart nella vita reale

Il parco è continuamente sottoposto a controlli e sanificazioni. Una delle attrazioni più gettonate è il Koopa’s Challenge, una vera corsa di Mario Kart attraverso le buffe architetture del castello di Bowser. Il gioco combina realtà e realtà aumentata. I partecipanti devono indossare un visore per vedere le proiezioni dei personaggi e la pista, raccogliere monete virtuali e lanciare oggetti.

Gli ospiti possono anche acquistare un Power up band: un braccialetto che può essere collegato a un’app per smartphone per memorizzare le monete e le chiavi virtuali.

Nintendo diventerà una società di intrattenimento

David Gibson, analista della società Astris Advisory di Tokyo, ha detto alla Cnn che “Nintendo ha una strategia pluridecennale per passare da società di videogiochi a grande player dell’intrattenimento”. 

Il programma di investimenti dei prossimi anni prevede anche le aperture di nuovi parchi in California, in Florida e a Singapore. Il parco di Orlando, in fase di preparazione, ha rinviato l’inaugurazione al 2025 a causa della pandemia.

Alla Nintendo i soldi da investire non mancano in questo momento. Grazie all’esplosione dei videogame dovuta al lockdown, negli ultimi nove mesi l’azienda ha fatturato circa 3 miliardi di dollari, con una crescita del 92% sullo stesso periodo dell’anno precedente. Il presidente della Nintendo, Shuntaro Furukawa, ha detto in una recente conferenza che “per l’anno fiscale che si chiude il 31 marzo stimiamo le vendite di console Switch arriveranno a 26,5 milioni di esemplari. Supereremo ampiamente, quindi, le previsioni di 24 milioni di pezzi. Mentre uno dei nostri videgiochi di punta, Animal Crossing, ha già superato i 20 milioni di copie”.