Lo smartphone a casa in pochi minuti: Samsung sperimenta la consegna coi droni in Irlanda

Samsung Manna drone
Un drone Manna per le consegne di dispositivi Samsung (foto Samsung)
Share

Per la prima volta smartphone e smartwatch arrivano a casa pochi minuti dopo il pagamento online. Samsung ha avviato un esperimento in Irlanda, nella cittadina di Oranmore, contea di Galway: è solo un test, ma potrebbe presto trasformarsi in una pratica quotidiana, per velocizzare le consegne e fare a meno del trasporto su ruota.

L’azienda sudcoreana ha stretto un accordo con Manna, produttore di droni irlandese. Il manifesto di Manna – chiamato, con ironia irish, “Mannafesto” – parla di servizi di consegne che avvengono “in meno di tre minuti”, grazie a droni “che volano a oltre 80 chilometri orari, a un’altezza di 80 metri”. Le consegne riguardano non solo i device Samsung, ma anche cibo, medicine e altre merci non pesanti.

Il progetto di Samsung e Manna

Secondo il sito americano The Verge, Samsung e Manna prevedono di ampliare il servizio a tutta l’Irlanda, per poi replicare il modello anche in altri paesi.

I casi di Amazon, che negli Stati Uniti ha ricevuto l’autorizzazione a gestire una flotta di droni per le consegne, dell’israeliana Flytrex  e di Wing, la società di droni di Alphabet, stanno facendo da apripista in un mercato in cui le grandi aspettative si stanno finalmente traducendo in risultati concreti.

Dove cresce il business dei droni

Per misurare la portata del fenomeno basta dare un’occhiata ai documenti dell’International transport forum, che ha esaminato il trasporto via droni in alcuni mercati chiave.

  • Negli Stati Uniti, Zipline ha ricevuto il permesso dalla Federal aviation administration – l’agenzia che regola l’aviazione civile – per trasportare le attrezzature sanitarie necessarie a proteggere il personale medico che segue i malati di Covid a Charlotte, in North Carolina. Wing ha iniziato le consegne di merci in Virginia, nell’area di Christiansburg. Oltre a cibo e oggetti leggeri, Wing consegna anche medicinali e prodotti per l’igiene quotidiana nelle zone rurali, coprendo l’ultimo miglio con voli di pochi minuti.
  • In India, nella zona di Hyderabad, la polizia sta usando droni per individuare i cittadini che non rispettano i protocolli anti-Covid.
  • In Cina, all’inizio della pandemia il governo ha autorizzato il volo dei droni della società Antwork, parte del gruppo giapponese Terra Drone, sia per trasportare medicinali all’ospedale di Zhenjiang, sia per diffondere messaggi sul divieto di assembramenti con altoparlanti integrati.
  • A Lugano, in Svizzera, i droni dell’americana Matternet trasportano da diversi anni il sangue per le analisi all’ospedale della città. Coprono una distanza massima di 20 km e trasportano pesi fino a 2 kg.
  • In Italia, l’Enac, l’ente che regola l’aviazione civile, ha autorizzato la polizia locale a usare droni.