Perché Tencent spende 1,27 miliardi di dollari per avere il brand dei videogiochi Sumo Group

Ma Huateng, ceo di Tencent
Ma Huateng, ceo e co-founder di Tencent (Gettyimages)
Share

Tencent Holdings Limited, il gigante cinese della tecnologia che nello scorso gennaio ha sfiorato un valore di 1000 miliardi, ha deciso di comprare un pregiato marchio british nel settore dei videogiochi, Sumo Group, per una cifra di 919 milioni di sterline, 1,27 miliardi di dollari.

La società di Shenzen tra i suoi gioielli di famiglia conta anche WeChat, la chat che gli utenti cinesi usano quotidianamente come mezzo di pagamento, e videogiochi best sellers.

Tencent possedeva già l’8,75% di Sumo Group. La recente acquisizione in contanti è stata gestita dalla controllata Tencent Sixjoy Hong Kong Limited. 

LEGGI ANCHE: Gli Stati Uniti non vieteranno gli investimenti in Alibaba, Tencent e Baidu. Ma altre 9 società saranno off limits

Un mercato che fa gola a molti

Quello dei giochi online, complice la lunga pandemia, è diventato uno dei settori più caldi per gli investimenti, le acquisizioni e le joint venture. Pensiamo solo a Discord, la chat per commentare i videogames e i loro eroi virtuali, che ha rifiutato l’offerta di 10 miliardi di dollari da parte della Microsoft per il suo Xbox per poi coltivare un’alleanza con Playstation Network.

Sumo negli ultimi anni ha aumentato il suo valore soprattutto con il lancio di due

titoli best sellers: Sackboy: A Big Adventure per il mondo Playstation. Il buffo protagonista, un pupazzo di tela di sacco, ha milioni di fan al mondo. L’altro titolo best seller sviluppato da Sumo per il mondo Xbox è Crackdown 3, il cui protagonista ricorda la potenza e gli effetti speciali dei personaggi Marvel. Buona parte del fatturato di Sumo, comunque, arriva dallo sviluppo di giochi per conto terzi.

Tencent porta Sumo nel mercato globale

Le aziende cinesi da Alibaba a Xiaomi hanno nei loro business plan fin dal giorno della fondazione obiettivi di sviluppo nel mercato globale. E fanno della scalabilità la loro forza impetuosa. La nota diffusa da Tencent svela i piani che rientrano nella strategia appena descritta: “Tencent metterà a disposizione di Sumo tutte le risorse necessarie per sviluppare questo marchio leader sia all’interno del mercato inglese sia a livello globale. Il Regno Unito sarà l’hub da cui partiranno i piani di sviluppo per rinnovare costantemente i videogame”.

L’asse Gran Bretagna Cina

“L’occasione che ci è capitata era troppo ghiotta per non accettare, avere alle spalle un gruppo delle dimensioni e capacità innovative di Tencent ci permetterà di crescere molto in fretta”, dice Carl Cavers amministratore delegato di Sumo.

Secondo le previsioni degli analisti gli azionisti di Sumo riceveranno 513 pence per azione che significa un premio del 43% rispetto al recente prezzo di chiusura.

James Mitchell, chief strategy officer di Tencent, ha commentato: “Lo spirito di innovazione che hanno usato gli sviluppatori e i creativi di Sumo negli ultimi anni sono quanto di meglio potevamo trovare nel mercato internazionale. Tencent continuerà nei prossimi anni a investire costantemente in nuovi centri sviluppo di eccellenza”.