La prima linea di costumi di Kylie Jenner spopola su Instagram. Ma ancora si sa molto poco

(Photo by Rich Fury/Getty Images)
Share

Una serie di immagini Polaroid dall’effetto vintage e un breve video con modelle che indossano costumi da bagno nei toni del giallo, del rosa e dell’arancione. Sono bastati questi dettagli a far esplodere l’hype attorno al lancio della prima collezione swimwear di Kylie Jenner. La linea, che rappresenta la prima incursione nella moda per Jenner, non ha ancora una data di uscita ma sappiamo che comprenderà, oltre ai costumi da bagno, anche copricapi, top, slip, calzature, accappatoi e accessori legati all’estate.

Prima incursione nel segmento ma non nell’imprenditoria: risale al 2015 la creazione insieme alla sorella maggiore Kendall Jenner (già sua l’azienda di dental care Moon e da poco anche quella di spirits 818), del marchio di abbigliamento Kendall + Kylie, e sempre allo stesso anno il lancio del brand di make-up Kylie Cosmetics (da ieri anche nel mercato australiano). Il beauty si è rivelato un segmento profittevole per Jenner, tanto che nel 2019 ha deciso di lanciare una nuova linea di bellezza, Kylie Skin. Con 250mila dollari provenienti dai suoi guadagni dall’attività di modella, dalle sponsorizzazioni e dalle sue apparizioni nel programma televisivo Keeping Up With The Kardashians, nel 2015 Kylie ha lanciato il suo primo lotto di 15mila kit labbra, composti da una matita per le labbra e da un rossetto abbinato (i suoi kit da 29 dollari sono stati venduti in meno di un minuto).

Il 2019, poi, si è rivelato un anno ancora più fortunato dopo la firma dell’accordo con la multinazionale Coty (in portafoglio ha marchi come CoverGirl, Max Factor e Rimmel London), che ha acquisito una quota di maggioranza del 51% del business dell’influencer americana per 600 milioni di dollari. A seguito del deal, qualcosa però inizia a scricchiolare.

Dopo l’intesa con Coty, Kylie Cosmetics viene valutata 1,2 miliardi di dollari (dall’affare, come riporta Forbes, Jenner ha intascato 540 milioni di dollari). A marzo 2019 Forbes la incorona la più giovane miliardaria self-made ma, qualche tempo dopo, alcuni documenti relativi all’affaire Coty mettono in luce come la sua attività fosse più ridotta di quanto lei avesse dichiarato: niente classifica dei billionaires, al massimo quella di milionaria.

Nel 2020 Forbes ha ricalcolato il patrimonio netto di Kylie e ha concluso che non è miliardaria: una contabilità più realistica della sua fortuna personale la colloca a poco meno di 900 milioni di dollari.

Oggi, secondo gli ultimi calcoli di Forbes, il patrimonio netto dell’imprenditrice da 260 milioni di follower su instagram è pari a 620 milioni di dollari. Degli ultimi giorni la notizia che Jenner sia in attesa del secondo figlio del rapper Travis Scott (nel 2020 sulla copertina di Forbes).