3Bmeteo e Aruba Enterprise insieme per la nuova infrastruttura del principale portale meteo italiano

3Bmeteo Aruba Enterprise
Share

“Quando uno dei migliori e più innovativi data center d’Italia prende vita a pochi passi dalla propria sede aziendale, ignorarlo significherebbe sprecare un’opportunità”. Andrea Pernici, chief technology officer di 3BMeteo, spiega così la collaborazione tra il principale portale italiano di meteorologia e Aruba Enterprise. Una collaborazione che nasce dall’esigenza di migliorare l’infrastruttura che erogava i servizi di 3Bmeteo.

“L’abbiamo modernizzata dalla A alla Z”, spiega ancora Pernici. “Insieme con Aruba Enterprise abbiamo sviluppato un progetto su misura, cucito sulle nostre esigenze fluide e discontinue, sempre dettate dal settore in cui operiamo”. Il risultato, secondo il cto di 3BMeteo, è “un incontro perfetto tra le nostre esigenze di resilienza e tolleranza ai picchi di traffico non prevedibili e la flessibilità di una gestione più smart, attraverso l’integrazione con il cloud e l’unione con l’edge computing”.

Fondato nel 1999, 3BMeteo conta su un team di meteorologi e sviluppatori che lavorano per offrire costanti aggiornamenti di app e servizi e su modellisti che ottimizzano i sistemi di previsione fisico-matematici. Il reparto media, attivo ogni giorno su canali tv, radio e giornali, è incaricato del rapporto con il pubblico, mentre la sala operativa si occupa di consulenze professionali per diversi settori industriali.

Il prodotto della collaborazione di 3BMeteo e Aruba Enterprise è una soluzione di dedicated cloud. Un’infrastruttura a cui si aggiungono anche servizi relativi alla gestione e all’ambiente virtuale. Il prodotto finale, garantiscono le due aziende, assicura performance del massimo livello per l’elaborazione e la raccolta dei dati necessari alle previsioni meteorologiche aggiornate ogni giorno sul portale.

La raccolta dati è resa possibile dall’installazione della parabola apposita presso il Global Cloud Data Center di Aruba a Ponte San Pietro, in provincia di Bergamo. Il progetto è distribuito tra lo stesso data center di Ponte San Pietro e i due di Arezzo, in modo da garantire la massima ridondanza e continuità nell’erogazione del servizio.

La soluzione di dedicated cloud è stata accompagnata anche da una rivoluzione applicativa di 3BMeteo. La vecchia architettura è diventata una più agile architettura a micro-servizi, che assicura, tra l’altro, una più rapida evoluzione dei servizi interni ed esterni. L’innovazione ha comportato anche la migrazione di alcune parti dei servizi, dal load balancing all’authentication e l’application logic in edge, essenziali per la flessibilità e la scalabilità di un sistema in crescita come 3BMeteo.

L’iniziativa presta anche grande attenzione al rispetto dell’ambiente. La vicinanza geografica tra la sede di 3BMeteo e il Global Cloud Data Center di Aruba, in primis, ha permesso un collegamento diretto e più efficiente tra le due realtà. Aruba è inoltre certificata GO, cioè utilizza energia con garanzia d’origine 100% rinnovabile. È in grado, inoltre, di auto-produrre ulteriore energia, grazie alla presenza di una centrale idroelettrica e di impianti fotovoltaici all’interno del campus tecnologico di Ponte San Pietro, uno dei tre siti in cui si trova l’infrastruttura di 3BMeteo.

La nuova soluzione distribuita di dedicated cloud rientra nella politica di innovazione e sperimentazione di nuovi servizi e tecnologie che caratterizza la filosofia di 3BMeteo. Il team dell’azienda è infatti alla continua ricerca di nuove vie per sfruttare le opportunità offerte dal progresso tecnologico. Tra le prossime sfide, anche la parallelizzazione degli aspetti modellistici e l’evoluzione di alcune parti infrastrutturali verso processori grafici dedicati.