Bugatti Chiron, ancora 40 unità e poi sarà addio

Share

La Bugatti Chiron si prepara a uscire di scena. L’hypercar della casa francese di proprietà del Gruppo Volkswagen, negli anni si è rapidamente affermata come il punto di riferimento del mercato, nonché come il veicolo di produzione più veloce. A quattro anni di distanza dalla produzione della prima delle 500 unità presso l’Atelier di Molsheim (Francia), la Chiron si appresta ad entrare nella sua fase finale di produzione. Verranno realizzate solo le varianti Chiron Pur Sport e Chiron Super Sport. Sono rimasti meno di 40 slot di produzione ancora da assegnare. Le unità finali della Chiron e della Chiron Sport sono già in fase di produzione all’Atelier di Molsheim, lasciando spazio al bis finale dell’era Chiron.

Rivelata al Salone Internazionale dell’Automobile di Ginevra nel 2016, a 18 mesi dal suo annuncio, 300 delle 500 unità erano già state vendute. Quello degli Stati Uniti è il mercato più forte della Chiron, contribuendo in modo significativo a un trimestre da record nel Q3. Le vendite dell’hypercar sono raddoppiate anno su anno e persino triplicate in alcune regioni. Grazie a una serie di eventi prestigiosi come il Pebble Beach Concours d’Elegance e il Concorso d’Eleganza di Villa d’Este, la Chiron è un modello in grado ancora di guidare lo slancio della Bugatti.

“La nostra esigente base di clienti in tutto il mondo è composta da veri intenditori di Bugatti”, commenta Hendrik Malinowski, direttore delle vendite e delle operazioni. “Sono persone che lavorano sodo, che si sono fatte da sole e che considerano il possesso di uno o più capolavori Bugatti come la realizzazione di un sogno. Comprendono la devozione dietro il design pionieristico e l’ingegneria di ogni modello Chiron. Il loro apprezzamento per la provenienza e le prestazioni delle nostre auto iper sportive deriva da una passione genuina per il marchio. Con la Chiron Pur Sport e la Super Sport, offriamo ai clienti il culmine di anni di sviluppo continuo della piattaforma Chiron. Questo spettro di prestazioni, sia che si tratti di raggiungere l’apice in pista, sia che si tratti di percorrere le Autobahn nel lusso più totale, porta la Chiron a un livello completamente nuovo. Ora, con così pochi slot di costruzione rimasti, la purezza della ricetta W16 viene onorata con stile”.

Nel corso del suo ciclo di vita, la Chiron ha raccolto una moltitudine di riconoscimenti per il suo design e le sue prestazioni. Con una potenza di picco di 1.500 Cv, 1.600 newton metri di coppia, lo 0 a 100 km/h in 2,4 secondi, i 200 km/h raggiunti in 6,1 secondi, i 300 km/h in 13,1 secondi, la Chiron ha di fatto riscritto i canoni delle hypercar lussuose. Senza dimenticare che nel 2017 ha stabilito un nuovo record mondiale, 0-400-0 km/h in 41,96 secondi. Negli anni sono state poi introdotte due varianti più prestazionali: la Chiron Pur Sport e la Chiron Super Sport.

La Chiron Pur Sport, introdotta nel 2020, si basa sulla Chiron ma è stata ottimizzata per ottenere la massima agilità e deportanza. Tra le novità introdotte: una riduzione di peso di 50 chilogrammi e sospensioni più rigide, combinate con un’ala posteriore di 1,90 metri e una trasmissione a rapporti ravvicinati.

Il 2021 ha visto la presentazione della Chiron Super Sport, che insieme alla Pur Sport costituirà le ultime 40 unità della serie di 500 esemplari della Bugatti Chiron. Progettata per abbracciare la massima velocità longitudinale senza compromettere il lusso e il comfort, la Chiron Super Sport è considerata l’ultima Gran Turismo, capace di attraversare i continenti in un batter d’occhio. Definita dal suo design a coda lunga, la Super Sport raggiunge una velocità massima di 440 km/h.