Nasce Economia del Futuro, il premio per idee e persone che innovano la società

Polo del gusto - economia del futuro
Share

Si chiamerà ‘Economia del Futuro’ il premio che il Polo del Gusto conferirà ogni anno a personalità e progetti che mettono al centro delle loro attività una visione di sviluppo economico in grado di anticipare tendenze e soluzioni del futuro. Realizzato in collaborazione con Forbes Italia, il premio prenderà ufficialmente vita venerdì 26 novembre in Toscana. Giorno in cui si terrà la prima edizione.

In scena presso la tenuta di Mastrojanni, il raffinato brand tra i migliori produttori di Montalcino, parte della famiglia del Polo del Gusto, l’evento riunirà in un pomeriggio di lavori investitori e rappresentanti del mondo della finanza, dell’economia e dell’informazione.

Riccardo Illy
Riccardo Illy, presidente del Polo del Gusto

“Una delle forze del Polo del Gusto è il suo essere un aggregatore di eccellenze: scegliamo i nostri marchi anche per le sinergie che ne potranno nascere e per la visione che condividono sulla responsabilità del fare impresa, al di là delle categorie di prodotto”, dichiara Riccardo Illy, presidente del Polo del Gusto, che aggiunge: “Il Premio nasce come un omaggio a questa vocazione del nostro gruppo: sapere riconoscere le eccellenze, metterle in connessione, e soprattutto metterle in movimento, portarle dove da sole difficilmente sarebbero potute arrivare”.

LEGGI ANCHE: “Riccardo Illy a ForbesLEADER: “Ecco come sarà il Polo del Gusto italiano” – VIDEO

Come sarà strutturato il premio Economia del Futuro

Il premio ‘Economia del Futuro’ avrà una struttura aperta, e guarderà all’economia in senso lato, premiando idee e persone destinate ad avere un impatto positivo sulla società, lavorando a favore della collettività, del rispetto delle persone, della terra e delle risorse. Proprio come i valori pilastro del Polo del Gusto, i quattro principi della Qualità Dirompente, il premio riconoscerà l’efficacia e il potenziale di azioni innovative, applicate ai contesti più diversi  – tecnologia, sostenibilità, innovazione, inclusione – in grado di dare forma a scenari del futuro.

L’intenzione è quella di fare crescere il premio anno dopo anno, coinvolgendo nella giuria per la selezione dei premiandi personalità e studiosi di campi diversi, il cui contributo sarà fondamentale per individuare persone fisiche e giuridiche, sia nel mondo delle imprese sia delle organizzazioni senza fine di lucro, che possiedano il potenziale di cambiare in meglio la realtà.