Seguici su
Magazine 6 Luglio, 2020 @ 12:00

Il nuovo numero di Forbes in edicola con il primo allegato di Bike

di Forbes.it

Staff

La redazione di Forbes.Leggi di più dell'autore
chiudi

Il volume #33 di Forbes Italia è in edicola con l’allegato gratuito, Bike, il nuovo trimestrale di 132 pagine per chi ama vivere in movimento, diretto da Alessandro Rossi, che chiude il cerchio di un importante progetto multimediale cominciato ai primi di maggio con il lancio dell’omonima tv, trasmessa sul digitale terrestre e online. Un sistema di comunicazione integrata dedicato interamente al mondo della bici e, più in generale, alla smart mobility a cui Forbes Italia già da tempo dedica più di dieci pagine in ogni numero.

In copertina di Bike edizione summer è stato scelto Francesco Starace, ad di Enel, che ha scoperto otto anni fa il ciclismo quasi per caso. Ad arricchire l’allegato storie appassionanti di manager che amano la bici, scenari a più voci sul futuro della mobilità e tutto sul Tour de France. Non mancano indicazioni top sulle soste d’autore per rinfrancare il corpo e lo spirito, le case history ecosostenibili delle città del futuro e la sezione Bike Life, dove il lifestyle si sposa con la gioia dello stare all’aria aperta.

Il numero di luglio di Forbes Italia fa invece leva sulla forza del team e sul gioco di squadra. Copertina dedicata a un duo d’eccezione, Alessandro Maria Ferreri, ceo di The StyleGate, e Marco Bonaldo, ceo di Galateo & Friends. Insieme hanno ideato una formula esclusiva per conquistare l’hotellerie e la ristorazione top di gamma. Il segreto del loro successo ha due facce: un olio extravergine straordinario e bottiglie personalizzate ideate da grandi designer.

Spazio poi alle famose classifiche di Forbes: dai 100 atleti più pagati del mondo, con Roger Federer che batte tutti con 106 milioni di dollari di guadagni totali negli ultimi 12 mesi; alle 100 celebrity che hanno incassato di più. È la discussa Kylie Jenner a guidare la lista (590 milioni di dollari soltanto nell’ultimo anno). E ancora: i viaggi intorno al mondo di Lorenzo Riccardi, commercialista a capo della società di consulenza Rsa Asia; l’impatto sociale degli Under 30 della categoria Social Entrepreneurs; la ricetta per il rilancio delle Pmi di Anna Roscio, responsabile sales & marketing imprese nella Banca dei Territori di Intesa Sanpaolo; la storia di Antonio Perini che con la sua Milkman sta rivoluzionando il mondo della logistica.

Un focus fa poi il punto sulle smart cities del futuro a cominciare da Milano, che punta a un rilancio green basato sulla sostenibilità. “Per il futuro penso a una città in grado di sperimentare ogni giorno la trasformazione ambientale”, dice il sindaco Giuseppe Sala a Forbes Italia. E non è da meno la Capitale, come conferma la sindaca Virginia Raggi: “La nostra visione è contenuta nel piano urbano della mobilità sostenibile, una programmazione a lungo termine da qui a 10 anni che cambierà drasticamente il volto di Roma”.

Infine, la sezione Forbes Life si apre con le esperienze di alcuni grandi manager e imprenditori come Silvio Scaglia, che hanno deciso di dedicarsi ai loro hotel e b&b, per poi proseguire con le testimonianze di Claudio Marenzi, ceo di Herno, e Alessandro Michele, direttore creativo di Gucci, sul futuro della moda post-lockdown.

Il volume #33 di Forbes Italia, che offre come sempre 10 esperienze di fruizione multimediale dei contenuti grazie all’App Bfc Augmented Reality, ha totalizzato 16 pagine pubblicitarie di inserito, su una foliazione totale di 132 pagine.

Magazine 3 Giugno, 2020 @ 12:33

Le fabbriche di startup nel numero di giugno di Forbes

di Forbes.it

Staff

La redazione di Forbes.Leggi di più dell'autore
chiudi

copertina forbes giugno 2020

Arriva oggi in edicola il volume #32 di Forbes con ancora più pagine da leggere e come sempre 10 esperienze di fruizione multimediale dei contenuti grazie all’APP BFC Augmented Reality.

Copertina tutta per un appassionato di kickboxing, Federico Pozzi Chiesa, che non molla mai. A 38 anni guida Italmondo, un gruppo da 200 milioni, leader nel settore delle spedizioni e dei trasporti a livello europeo. Dal nonno Giacinto, da cui ha imparato tutto, ha ereditato anche la voglia di innovare. E così ha fondato Supernova Hub un incubatore dove nascono e si sviluppano startup funzionali al business che ha investito negli ultimi tre anni 10 milioni di euro in 12 imprese. E non basta, recentemente ha fatto un aumento di capitale di 6 milioni per lanciarne e svilupparne di nuove. Le sue caratteristiche di business man? “Direi che sono un imprenditore innovatore e pragmatico”, ricorda Pozzi Chiesa, “ho alle spalle 17 anni di gavetta, formazione e grandi sfide sia all’interno che all’esterno dell’azienda di famiglia”. “Credo che ogni impresa, per mantenere la leadership“, continua Pozzi Chiesa, “debba innovare. Anche Italmondo aveva necessità di digitalizzarsi. Da qui partono i progetti di open innovation”.

La 19ma classifica annuale seleziona i top 100 venture capitalist del mondo e viene pubblicata in collaborazione con Truebridge Capital Partners. Sono loro i re Mida degli investimenti in capitale di rischio, quelli che hanno creato carriere di successo individuando aziende all’inizio della loro crescita e facendo grandi scommesse sul loro successo futuro. In vetta? Il trono è tutto di Neil Shen di Sequoia Capital.

Digital transformation, parla Fabio Fregi Country manager di Google Cloud in Italia e spiega come le più innovative soluzioni di edge computing e i benefici del cloud possono rilanciare le imprese e aiutarle a competere in un mondo ormai sempre più digitale.

Smart urban mobility. Le dieci pagine della sezione interna dedicata al movimento intelligente e al vasto mondo delle città del domani si aprono con un’intervista esclusiva a Umberto Palermo, 46 anni, tra nomi più noti del design automobilistico made in Italy. Oggi ha dato vita al quadriciclo elettrico Mole Urbana, per una mobilità sostenibile. “È necessario definire nuovi progetti e ripensare alle forme”, sostiene Palermo, “che sono sempre conseguenza delle necessità e delle tecnologie”.

All’interno di Forbes #32 lo Speciale Forbes Travel, dieci pagine all’insegna delle destinazioni più esclusive per una ripartenza a tutto relax dopo il lungo periodo di lockdown. Si parte con un lungo viaggio nel cuore delle Alpi. In Trentino tutto il sistema di aree protette e di strutture ricettive è oggi un modello di turismo sostenibile. Il capoluogo Trento, secondo Legambiente, è oggi la città italiana più green e Forbes Italia accompagna i lettori alla scoperta di queste terre uniche dove regna la natura incontaminata.

Leader 22 Aprile, 2020 @ 5:26

Le 100 donne di successo selezionate da Forbes Italia per il 2020

di Forbes.it

Staff

La redazione di Forbes.Leggi di più dell'autore
chiudi

Articolo tratto dal numero di aprile 2020 di Forbes Italia

Sono scienziate, economiste, manager, sportive, imprenditrici, giornaliste, attrici. Sono alla guida di multinazionali milionarie, fondatrici di aziende innovative, conduttrici di programmi televisivi di punta. Sono le donne italiane selezionate da Forbes Italia che anche quest’anno, rinnova l’appuntamento con il volto femminile del successo proponendo una lista in ordine alfabetico di 100 nomi. Le loro storie raccontano tanti modi diversi di raggiungere l’obiettivo con tenacia, professionalità, intelligenza

 

Elisa Amoruso
regista

Denise Archiutti

Denise Archiutti, ceo di Veneta Cucine
Innovazione, made in Italy e sostenibilità sono i valori con cui porta avanti l’azienda che il padre Carlo fondò nel 1967. Dopo le prime esperienze lavorative nel mondo della consulenza, è entrata in azienda e ne ha preso le redini facendola eccellere all’interno del primo distretto del mobile in Italia per esportazione. Ha anticipato i tempi con la solerzia, facendo installare superfici autoigienizzanti e antibatteriche sui propri prodotti già nel 2011. Ha ricoperto anche numerosi ruoli primari in Confindustria e nelle associazioni di categoria.

Caterina Balivo
conduttrice

Sara Barsotti
vulcanologa

Chiara Barzini
sceneggiatrice

Letizia Battaglia
fotoreporter

Luisa Beccaria
stilista

Roberta Benaglia
ceo di Style Capital

Bianca Berlinguer
giornalista e conduttrice tv

Daria Bernardoni
chief content officer di Freeda Media

Milena Bertolini
commissario tecnico della nazionale di calcio femminile

Donatella Bianchi
presidente di Wwf Italia

Ornella Bombaci
engineering director di Thales Alenia Space Italia

Barbara Bonansea
calciatrice

Mariacarla Boscono
top model

Federica Brignone
sciatrice

Cesara Buonamici
giornalista e conduttrice tv

Gaia Bussolati
scenografa

Maria Elena Cappello
membro cda di Saipem, Tim, Prysmiam, Mps, A2a

Ilaria Capua
virologa

Laura Carafoli
svp chief content officer sud-europa di Discovery Communications

Martina Caruso
chef

Marta Cartabia

Marta Cartabia, presidente della Corte Costituzionale
Nata a San Giorgio su Legnano il 14 maggio 1963, è prima donna presidente della Corte Costituzionale. Sposata e madre di tre figli, è anche professoressa ordinaria  di diritto costituzionale. Eletta presidente l’11 dicembre 2019 all’unanimità, è giudice della Consulta dal 2011. “Ho l’onore di essere un’apripista”, ha commentato. È attiva in prima persona in Viaggio in Italia, il progetto con cui la Corte esce da palazzo per andare nelle scuole, nelle carceri e in tanti ambiti culturali ed educativi. Oltre al diritto c’è la musica: classica e rock, che ascolta correndo.

Costanza Cavalli Etro
fondatrice
di Fashion Film Festival

Lucia Cavaliere
fondatrice
di Luxury White

Cristiana Capotondi
attrice

Alessandra Celletti
astronoma

Laura Chimenti (Pier Marco Tacca/Getty Images)

Laura Chimenti, giornalista e conduttrice televisiva
La sua presenza a Sanremo è stata la consacrazione definitiva, ma già da diversi anni è un volto noto della televisione italiana: ogni giorno racconta le principali notizie dal mondo per il telegiornale di Rai 1, nella doppia veste di conduttrice e giornalista economica. Classe 1976, ha cominciato la sua carriera nell’agenzia giornalistica Asca. Nel 1996 è passata alla Rai, dove inizialmente si occupava di lifestyle. Una carriera probabilmente molto diversa da quella che aveva immaginato a 12 anni, quando era stata convocata dalla nazionale di nuoto sincronizzato.

Cristina Chirichella
capitano della Nazionale italiana di pallavolo

Arianna Ciccone
fondatrice del Festival Internazionale
del Giornalismo

Paola Corna Pellegrini

Paola Corna Pellegrini, ceo di Allianz Partners
Con una carriera più che trentennale, ricoprendo ruoli apicali nazionali e internazionali e in industry diverse, ha fatto dell’innovazione, dell’inclusione e della sostenibilità del business i pilastri strategici della crescita aziendale e il tratto distintivo del suo stile di leadership. Dal 2011 è alla guida di Allianz Partners. A più di otto anni dal suo ingresso, l’azienda leader nelle soluzioni assicurative di assistenza ha visto una crescita del fatturato intorno al 20%, del profitto del 50%,  e il numero dei dipendenti salire da 600 ad oltre 780 persone.

Francesca Dallapé
tuffatrice

Carlotta De Bevilacqua
ceo di Artemide

Silvia De Dominicis
ceo di Johnson & Johnson Medical

Giovanna Della Posta
ceo di Invimit

Enrica Detragiache
vicedirettore della divisione europea del Fmi

Simonetta Di Pippo

Simonetta Di Pippo, astrofisica
Non tutte possono dire di aver dato il loro cognome a un asteroide, ma lei si. Nel 2018 il corpo celeste 21887 ha preso in prestito quello di Simonetta Di Pippo come riconoscimento al suo impegno nell’ambito dell’esplorazione spaziale. Astrofisica già responsabile del settore Osservazione dell’Universo dell’Agenzia Spaziale Italiana, oggi è direttrice dell’Ufficio delle Nazioni Unite per gli affari dello spazio extra-atmosferico e cavaliere al merito della Repubblica Italiana per il suo contributo allo sviluppo di ricerche scientifiche, tecnologie e applicazioni spaziali.

Ginevra Elkann
produttrice cinematografica

Sara Errani
tennista

Anna Fasano
presidente di Banca Etica

Rossella Fiamingo          
schermitrice

Cristina Fogazzi
fondatrice di VeraLab

Franca Fossati Bellani
medico

Elisabetta Franchi

Elisabetta Franchi, stilista
Creativa di successo e convinta attivista per gli animali, è la donna dietro il marchio di abbigliamento che porta il suo nome. Il suo percorso inizia a Bologna dove Elisabetta, quarta di cinque figli di una famiglia di umile estrazione, studia con sacrificio all’Istituto Aldrovandi Rubbiani sviluppando la sua passione. Dopo il primo atelier, aperto nel 1996, è nel 2012 che la designer sceglie di firmare con il proprio nome le sue creazioni, dando vita alla maison Elisabetta Franchi, che in pochi anni ha conquistato città come Parigi, Milano, Madrid, Mosca, Hong Kong e Dubai.

Barbara Franchin
fondatrice di Eve

Mariacristina Galgano
ceo del gruppo Galgano

Chiara Gamberale
scrittrice

Veronica Gentili
giornalista e conduttrice tv

Anna Gregorio
ceo di PicoSaTs

Raffaella Gregoris          
ceo di Bakel

Lidi Grimaldi
managing director di Interbrand

Maria Pia Incutti
presidente di Plart

Barbara Jatta

Barbara Jatta, direttrice dei Musei Vaticani
Chiamata da Papa Francesco a guidare le collezioni pontificie nel ruolo di direttore dei Musei Vaticani il 1° gennaio 2017, è la prima donna a ricoprire questo incarico. Sposata e madre di tre figli, ha insegnato presso rinomate istituzioni e corsi di specializzazione, dal 1981 al 1996 ha collaborato con l’Istituto nazionale per la grafica e dal 1996 al 2016 è stata responsabile del Gabinetto delle stampe della Biblioteca apostolica vaticana. Ora serve la missione di far conoscere lo straordinario lascito di bellezza e cultura custodito dai pontefici romani nei secoli.

Antonia Klugmann
chef

Eliana La Ferrara
economista

Elena Lavezzi
head of southern Europe di Revolut

Miriam Leone (Pascal Le Segretain/Getty Images)

Miriam Leone, attrice
I suoi capelli rossi e il viso d’angelo hanno stregato gli italiani fin dal 2008 quando vinse il titolo di Miss Italia. Ma la catanese Miriam Leone aveva altri progetti che andavano al di là della bellezza: la recitazione. Il suo esordio risale al 2010 con il film Genitori & figli – Agitare bene prima dell’uso insieme a Sergio Rubini e Valeria Solarino. Da quel momento, piccolo e grande schermo si contendono la sua partecipazione fino alla consacrazione, quando nel 2015 recita nella serie 1992, presentata in occasione del Festival internazionale del cinema di Berlino.

Federica Levato
partner di Bain
& Company

Luciana Littizzetto
comica

Maria Cristina Lomanto
ceo di Roger Vivier

Lucy Lombardi
svp digital & ecosystem innovation di Tim

Barbara Lunghi
head of primary markets di Borsa italiana

Chiara Maci
blogger

Elena Mansueto
head of women’s division di Elite Model Management Milano

Emma Marrone
cantante

Alessandra Mastronardi
attrice

Tiziana Mele
ceo di Lundbeck

Myrta Merlino Elisabetta Villa/Getty Images)

Myrta Merlino, giornalista e conduttrice tv
Dal mondo del lavoro a quello delle pensioni, passando per le tasse.  Con il suo programma L’aria che tira, cerca di aiutare i telespettatori a districarsi tra i tanti dubbi che oggi l’economia  e la politica pongono. Nata a Napoli nel 1969, vive a Roma e ha tre figli. Prima di condurre il programma, diventato un punto di riferimento per La7, è stata autrice televisiva della Rai, seguendo trasmissioni come Maastricht, Mister Euro, La storia siamo noi ed Economix, di cui era anche conduttrice.

Giulia Michelini
attrice

Laura Milani
head of luxury di Facebook
e Instagram

Paola Mascaro
presidente di Valore D

Francesca Cima
co-fondatrice di Indigo film

Michela Murgia
scrittrice

Annapaola Negri-Clementi
managing partner
di Negri-Clementi studio legale associato

Rossana Orlandi
gallerista

Cristina Paini
ceo di Lhm

Benedetta Parodi
conduttrice tv

Ilaria Profumi
direttore generale
di Re/Max

Vincenza Rando
avvocato

Paola Ricciardi-Castagnoli
immunologa

Luisa Rizzitelli
presidente di Assist

Alba Rohrwacher
attrice

Anna Maria Rugarli
senior director sustainability e csr area emea di Vf Corporation

Speranza Scappucci
direttrice d’orchestra

Paola Scarpa
direttore data & insights emea Google Italia

Francesca Sesia
responsabile marketing
di BlackRock Italia

Nicole Soranzo
genetista

Antonella Scaglia
ceo di Imq

Diletta Siniscalchi
fondatrice di Villa Brasini

Benedetta Tagliabue
archistar

Irma Testa
pugile

Silvia Toffanin
conduttrice

Elisa Toffoli
cantante

Paola Trecarichi
country manager
di HiPay Italia

Stefania Valenti
managing director di Istituto Marangoni

Claudia Vassena

Claudia Vassena, head di Buddybank
Cresciuta in ambito risk management e marketing, fino a ricoprire nel 2017 il ruolo di responsabile dei canali digital di UniCredit, la lecchese Claudia Vassena è da poco più di un anno a capo di Buddybank, l’innovativa banca online sviluppata dall’istituto di Gae Aulenti, disegnata esclusivamente per iPhone. “L’avvento dello smartphone e delle app fruite in modalità mobile first
ha rivoluzionato tutto”, ha detto a Forbes Italia. “Ma questa è un’opportunità per la gestione della clientela”.

Ilaria Venturini Fendi
designer

Mariachiara Veronelli
fondatrice di A casa Veronelli

Giovanna Vitelli
vicepresidente di Azimut Benetti

Clio Zammatteo
youtuber

Magazine 30 Ottobre, 2019 @ 2:41

“La forza del team” sul nuovo numero di Forbes in edicola

di Forbes.it

Staff

La redazione di Forbes.Leggi di più dell'autore
chiudi
La copertina del numero di novembre di Forbes Italia

E’ in edicola il 25° numero del mensile Forbes. La cover story è dedicata alla forza del team. In copertina Giorgio Vio, Federico Imbert ed Emanuele Bellingeri, il team di Credit Suisse in Italia.  Non solo prodotti e gestione ma soprattutto servizi personalizzati come ormai richiedono i clienti più esigenti. L’asso nella manica è la squadra: esperienza, capacità, professionalità, conoscenza dei mercati, azioni coordinate: è questo il nuovo mantra per arrivare a un successo sostenibile e difendibile nel tempo. Lavorare in team è ormai una prerogativa indispensabile anche per gli studi professionali associati come la squadra di circa 60 tra avvocati e dottori commercialisti attivi nella sede di Milano dello Studio Biscozzi Nobili Piazza.

In occasione del decimo anniversario dell’apertura di Facebook in Italia a Milano e in collaborazione con lo stesso social, Forbes Italia ha stilato una classifica delle 50 realtà, tra persone e aziende, che sono riuscite in questo arco di tempo ad avere un impatto positivo sul proprio business o a realizzare un progetto facendo un uso innovativo di Facebook. Da Enel a FCA, da Freeda al Milanese Imbruttito, fino a realtà ecosostenibili come Orange Fiber ma anche showman come Fiorello o keynote speaker come Marco Montemagno.

Cartier Santos-Dumont, Patek Philippe Calatrava, Rolex Explorer III, Grand Seiko, Tag Heuer Monaco, Franck Muller Vanguard Racing sono alcuni dei modelli iconici protagonisti dell’inserto speciale Best Watches, curato da Carlo Montanaro.