Renzo Rosso sbarca nel metaverso: Otb lancia una società per i progetti di realtà virtuale

Renzo Rosso e Stefano Rosso
Dalla pagina Instagram di @renzorosso
Share

Si rafforza l’incursione del lusso nel metaverso. L’ultimo esempio è di Otb, gruppo di Renzo Rosso che ha battezzato una newco, Bvx-Brave Virtual Xperience, che si occuperà dello sviluppo di progetti e contenuti destinati alla realtà virtuale. A darne conferma lo stesso Rosso dal suo profilo Instagram. “A guidare la nuova realtà sarà Stefano Rosso, membro del board di Otb e di quello di Aura Blockchain Consortium (il gruppo è salito a bordo lo scorso ottobre), nonché fondatore di D-Cave, piattaforma di lifestyle dedicata alla cultura digitale”.

Come amministratore delegato Stefano, figlio di Renzi, gestirà lo sviluppo di nuove modalità di interazione con il cliente. L’obiettivo è rafforzare l’engagement e ampliare l’offerta di prodotti digitali (si pensi agli Nft).

Pionieri del mondo virtuale

LEGGI ANCHE: “Perché il metaverso potrebbe essere una grande opportunità per i marchi del lusso”

Bvx si confronterà con tutte le realtà in portafoglio del gruppo ovvero Diesel, Maison Margiela, Marni, Jil Sander e Viktor & Rolf, e con i principali player e piattaforme del gaming. Mercato in cui, stando a una ricerca condotta da Morgan Stanley, la domanda di marchi del lusso nel metaverso potrebbe raggiungere i 50 miliardi di dollari entro il 2030.

Renzo Rosso e Stefano Rosso
Dalla pagina Instagram di @renzorosso

“Ho sempre pensato che la tecnologia fosse la nuova frontiera del settore della moda”, dice Renzo Rosso. “Con Bvx vogliamo essere pionieri del digitale nella nostra industria, presidiando il mondo virtuale e anticipando le richieste delle nuove generazioni di consumatori”.

La nuova frontiera della moda

Di fronte alla rivoluzione innescata da questa nuova dimensione, il lusso non si sta limitando a guardare. Questo mese Otb ha lanciato The Prototype, un modello di sneaker Diesel in commercio da dicembre abbinata a una versione Nft in edizione limitata. Nei giorni scorsi Nike ha edificato sulla piattaforma di giochi Roblox la sua città immaginaria: Nikeland, con tanto di personaggi in 3D che indossano tute, scarpe e cappellini del marchio sportivo. Balenciaga a settembre ha stretto un accordo con il colosso del gaming Epic Games progettando abiti che i giocatori possono acquistare in un negozio virtuale, e Gucci, che in occasione del suo 100esimo anniversario ha sancito con Roblox l’ingresso nel metaverso.

Nei giorni scorsi l’azienda di Renzo Rosso aveva confermato l’obiettivo di quotarsi in Borsa entro il 2024, anno in cui secondo l’imprenditore padovano e il ceo Ubaldo Minelli, l’azienda avrà raggiunto una dimensione più adeguata alla quotazione. Quest’anno, intanto, è prevista una crescita del fatturato del 21% con ricavi a oltre 1,5 miliardi.

Per altri contenuti iscriviti alla newsletter di Forbes.it QUI.