Per i regali di Natale i Millennials hanno il budget più alto. Negli acquisti vincono sostenibilità e live streaming shopping

Klarna
(courtesy Klarna)
Share

In vista delle prossime festività natalizie, Klarna ha sviluppato un report che include informazioni utili sui comportamenti di acquisto dei consumatori.

Si chiama The State of Smoooth: Natale 2021 in Italia ed è una ricerca condotta su oltre 1.000 italiani e sui dati proprietari di Klarna provenienti da insight sui suoi 90 milioni di utenti a livello globale.

Il primo dato emerso è quasi la metà degli italiani (47%) effettuerà inoltre la maggior parte dei propri acquisti online, mentre il 37% sfrutterà opzioni di spedizione e consegna veloce.

Vincono la strategia omnicanale, il 72% degli intervistati si aspetta un’esperienza di shopping fluida sia online che offline, e la sostenibilità con 7 consumatori su 10 che prediligono pacchetti realizzati con materiali green.

I trend del Natale 2021 in Italia

Anche se 3 consumatori su 10 (28%) avevano previsto di iniziare i propri acquisti natalizi durante il Black Friday, c’è chi lo farà già prima (17%) e qualcuno (14%) che addirittura ha già cominciato durante il mese di settembre per approfittare di sconti e offerte (72%), ma anche per essere certi della disponibilità degli articoli (38%) e per evitare ritardi nella spedizione (30%).

Le generazioni più giovani si rivelano le più impazienti: tra Gen Z e Millennials, 4 su 10 (39%) hanno scelto di pensare in anticipo ai regali.

Si preferiscono acquisti online e pagamenti flessibili

Quest’anno il 24% dei consumatori prevede di destinare budget più elevati ai regali di Natale rispetto al 2020.

Il progressivo ritorno alla normalità impatta le giovani generazioni anche dal punto di vista economico: il 31% della Gen Z e il 34% dei Millennials sono infatti disposti a spendere di più quest’anno durante le festività, tanto che sono proprio i Millennials ad aver stanziato il budget più alto per i regali (con una media di € 471).

In generale, però, è chi acquista online che prevede di spendere di più: in media il 16% in più rispetto a chi preferisce i negozi fisici.

Il live streaming shopping va di moda al contrario dei social network

Un altro dato interessante è che si stanno facendo sempre più strada gli eventi di live streaming shopping dove i brand presentano e promuovono articoli interagendo con il pubblico attraverso piattaforme digitali. E questo soprattutto tra le giovani generazioni (il 57% dei Millennials e il 48% della Gen Z).

Sorprende invece che gli acquisti tramite social siano poco diffusi: nonostante rappresentino un’ottima fonte di ispirazione, più di 8 consumatori su 10 (84%) dichiara di aver finalizzato la spesa su un sito diverso. Nel dettaglio, Facebook e Instagram sono le piattaforme preferite dalle donne (rispettivamente 61% e 60%), mentre gli uomini si affidano piuttosto a Facebook e YouTube (65% e 57%).

Da non sottovalutare il ruolo degli influencer come fonte di ispirazione: apprezzati in particolar modo da Gen Z (61%) e Millennials (56%), trovano seguito anche tra Gen X (38%) e Baby Boomer (25%). Inoltre, brand e articoli promossi sui social media dagli influencer sembrano colpire di più le donne rispetto agli uomini (45% vs 37%).

Il primo anno di Klarna in Italia

Klarna è sbarcata in Italia a ottobre 2020 lanciando con H&M e Michael Kors la soluzione “Paga in 3 rate” che consente ai consumatori di pagare i propri acquisti in 3 rate senza interessi. Sono oltre 90 milioni gli utenti in tutto il mondo che utilizzano le opzioni di pagamento flessibili di Klarna e in un anno di attività, la società ha stretto collaborazioni con oltre 1.200 merchant internazionali come Diesel, Furla, Geox, Pittarosso e il gruppo Teddy.

La missione di Klarna è infatti: “semplifichiamo gli acquisti”. E questo perché il loro modello innovativo consente ai consumatori di acquistare ora e pagare più tardi, così da poter avere subito ciò che desiderano. L’offerta di Klarna per i consumatori e i retailer include pagamenti, social shopping e finanziamenti personali. Oltre 250mila retailer, tra cui H&M, IKEA, Expedia Group, Samsung, Asos, Peloton, Abercrombie & Fitch, Nike e AliExpress, hanno aderito al metodo Klarna, sia online sia in store.

“Il successo e la crescita di Klarna dopo un solo anno di attività dimostra che un numero sempre maggiore di consumatori italiani si sta spostando da forme tradizionali di credito verso opzioni di pagamento senza interessi, trasparenti e innovative. Intendiamo lavorare con i retailer per aiutarli a ottenere il massimo da questa rivoluzione dello shopping. Un modo di farlo è condividere insight di valore sui trend e sulle preferenze dei consumatori, che possano aiutarli a sviluppare un’offerta davvero flessibile e personalizzata. Inoltre, gli utenti si aspettano un’esperienza fluida che consenta di pagare comodamente, sia online sia nei negozi fisici”, dice Francesco Passone, country manager Italia di Klarna.

Oggi la società è una delle fintech private di maggior valore a livello globale, con una valutazione post-money di 45.6 miliardi di dollari.

LEGGI ANCHE: “Klarna vale 31 miliardi di dollari, il triplo di sei mesi fa. E spuntano due nuovi miliardari del fintech”

Per altri contenuti iscriviti alla newsletter di Forbes.it Iscriviti