12 artisti in mostra a Milano per celebrare la natura eclettica della ceramica

courtesy Iris Ceramica Group
Share

Iris Ceramica Group e Antonia Jannone Disegni di Architettura presentano Ceramics: Neverending Artworks, un’esposizione di 23 opere ceramiche realizzate da 12 artisti e designer. E che si terrà nel flagship store di via Santa Margherita 4 a Milano dal 10 gennaio al 18 febbraio 2022.

Gli artisti esposti alla Ceramics: Neverending Artworks

Le opere portano la firma di artisti quali Aldo Cibic, Alessandro Mendini, Andrea Branzi, Ettore Sottsass, George Sowden, Luigi Serafini, Marco Zanini, Martine Bedin, Matteo Thun, Michele De Lucchi, Nathalie Du Pasquier e Peter Shire.

Autori che hanno sfidato, con spirito audace e dissacrante, la modernità e i suoi diktat di pulizia formale, di “good design”, di puro funzionalismo, di bianco, nero e metallo cromato, mettendo in scena la capacità di riscrivere le regole, per creare oggetti unici e fuggire dalla banalità del quotidiano.

E artisti capaci di sottolineare la natura eclettica della ceramica, materia viva capace di interpretare bisogni e desideri dell’uomo dall’alba dei tempi.

    courtesy Iris Ceramica Group
    courtesy Iris Ceramica Group
    courtesy Iris Ceramica Group
    courtesy Iris Ceramica Group
    courtesy Iris Ceramica Group
    courtesy Iris Ceramica Group
    courtesy Iris Ceramica Group
    courtesy Iris Ceramica Group
    courtesy Iris Ceramica Group
    courtesy Iris Ceramica Group
    courtesy Iris Ceramica Group
    courtesy Iris Ceramica Group
    courtesy Iris Ceramica Group
    courtesy Iris Ceramica Group
    courtesy Iris Ceramica Group
    courtesy Iris Ceramica Group
    courtesy Iris Ceramica Group
    courtesy Iris Ceramica Group
    courtesy Iris Ceramica Group

Spaziando tra arte e design, le opere in mostra raccontano la dimensione estetica, artistica e manifatturiera della ceramica. Esaltano la materia di cui sono composte stravolgendone l’estetica e attribuendo a essa nuovi significati per dare forma a oggetti che diventano metafore di una visione e di un pensiero.

Una selezione di lavori che, attraverso accostamenti di pattern e di segni, di colori vibranti e asimmetrie, di decorazioni e forme sinuose, richiama l’attenzione del pubblico richiedendone una partecipazione attiva.

Il percorso espositivo incrocia anche molti protagonisti del movimento Memphis, per i quali la vita è anche ironia, l’estetica è anche etica e gli oggetti devono saper parlare un linguaggio che sappia privilegiare la loro dimensione emozionale e sensoriale.

La costante ricerca della bellezza e dell’unicità sono i principi ispiratori di Iris Ceramica Group che valorizza le proprietà estetiche e tecniche della ceramica, senza fermarsi alle consuetudini. Con la consapevolezza che è da nuove necessità progettuali che nascono le più interessanti sfide tecniche.

Per altri contenuti iscriviti alla newsletter di Forbes.it QUI.