La nuova funzione di Instagram consente di prendersi una pausa dall’app

Instagram
Instagram
Share

Debutta una nuova funzionalità per i membri di Instagram che punta ad agevolare un uso più consapevole del servizio. Non a caso, è il report We Are Social 2021 a rivelare che siamo connessi a internet per più di 6 ore al giorno e trascorriamo quasi due ore sui social con YouTube, WhatsApp e Facebook sul podio tra le piattaforme più utilizzate.

La funzione per staccare la spina

“Con Prenditi una pausa abbiamo aggiunto un ulteriore strumento a quelli che Instagram già offre per la gestione del tempo. Tra questi il Promemoria giornaliero che consente alle persone di impostare la quantità di tempo che vogliono trascorrere su Instagram durante la giornata e le avvisa quando hanno raggiunto il limite deciso. Con anche la possibilità di disattivare le notifiche per concentrarsi su ciò che stanno facendo. Prenditi una pausa è quindi solo l’ultima di una serie di funzionalità a cui abbiamo lavorato per rendere Instagram un luogo sempre più sicuro per tutti, soprattutto per i più giovani”, spiegano dagli uffici della società.

La nuova funzione ci dirà quando staccare la spina dal feed. Ed è semplice da attivare: sarà necessario aprire le impostazioni di Instagram, accedere alla sezione Account > La tua attività e scegliere Imposta promemoria pause. In questo modo potremo programmare un reminder che ci inviterà a scollegarci dopo un determinato lasso di tempo, tra i 10 e 30 minuti.

L’attenzione ai più giovani

Continua inoltre l’attenzione nei confronti dei membri più giovani, che vedranno presto apparire una notifica che incoraggia ad attivare questa novità. “Dai test effettuati finora nei Paesi in cui la funzionalità è già attiva è emerso che, una volta impostato il promemoria, oltre il 90% degli adolescenti lo rispetta”, affermano da Instagram.

Sebbene l’avviamento sia già in corso, per alcuni utenti potrebbero essere necessari alcuni giorni affinché la funzione sia disponibile nell’app.

Per altri contenuti iscriviti alla newsletter di Forbes.it QUI.