Intelligenza artificiale e agenti virtuali: come gli strumenti predittivi di Vedrai hanno aiutato questa pmi bergamasca

Vedrai
WG Ellegi è un’azienda bergamasca punto di riferimento per il mondo delle guarnizioni industriali
Share

Le soluzioni di Intelligenza Artificiale sono un’opportunità per le aziende manifatturiere italiane, necessarie alle imprese per orientarsi con lungimiranza nel mercato globale e per prendere decisioni in materia di prodotti e tecnologie su cui investire, inclusi macchinari e impianti. Per restare competitive, le aziende hanno necessità di agire preventivamente a livello strategico in modo da calibrare la propria offerta, definire gli investimenti e valutarne l’impatto sui ricavi. A dimostrarlo è WG Ellegi, azienda bergamasca punto di riferimento per il mondo delle guarnizioni industriali, che ha scelto di affidarsi a Vedrai, il gruppo guidato da Michele Grazioli specializzato nello sviluppo di piattaforme basate su Intelligenza Artificiale rivolte alle Pmi. Vedrai si avvale di “agenti virtuali” che, grazie alla modellazione predittiva basata su apprendimento automatico, calcolano l’impatto futuro di ogni decisione, prima che questa venga presa, con risultati granulari e specifici.

Intelligenza artificiale predittiva per fare una scelta aziendale

Fondata nel 1977 da Francesco e Mario Polini, WG Ellegi produce una gamma completa di articoli realizzati con elastomeri e materiali termoplastici. Dall’Italia, l’azienda è approdata su nuovi importanti mercati quali Medio Oriente, America e Africa. Adesso, forte di una conoscenza accurata dei materiali e del lavoro di ricerca sulle materie prime, sta ampliando la propria offerta. La scelta di coinvolgere anche gli strumenti predittivi dell’Intelligenza Artificiale nasce, infatti, dall’esigenza di WG Ellegi di dover prendere decisioni strategiche in relazione alla creazione di una nuova linea di produzione. In particolare, con l’intento di avviare la produzione di un nuovo prodotto, l’azienda aveva necessità di valutare se fosse più vantaggioso proseguire la produzione nello stabile attuale oppure in una nuova struttura. 

“Nel prendere delle decisioni, occorre sempre considerare i principali obiettivi  aziendali”, commenta  Luca  Polini, ad di WG  Ellegi. “Avere la possibilità di guardare ‘oltre’ è fondamentale per poter avere una visione più ampia e valutare al meglio quale strada intraprendere”. A supporto delle decisioni del ceo, Vedrai ha messo a disposizione l’agente virtuale James, in grado di fornire una panoramica complessiva dell’andamento aziendale e simulare diversi scenari di allocazione del budget, per osservare i risultati futuri a parità di condizioni. 

L’agente virtuale di Vedrai per simulare l’impatto delle possibili soluzioni

Per WG Ellegi, James ha simulato il diverso impatto delle possibili soluzioni sui principali indicatori economico-finanziari, quali EBITDA e flusso di cassa operativo: confrontando gli scenari, è emerso che investire in una nuova struttura produttiva fosse l’opzione più idonea, considerati gli obiettivi di business. James ha quindi indirizzato WG Ellegi verso tale scelta.

“Vedrai ha creato una soluzione di Intelligenza Artificiale per supportare gli imprenditori nel processo decisionale” spiega Michele Grazioli, presidente e ad di Vedrai.“La soluzione di Vedrai è come un navigatore satellitare, che non dice al conducente dove andare, ma come arrivarci. A seconda di molte variabili che possono influire nel percorso, identifica quindi la strada più breve e rapida, consigliando strade alternative in caso di incidenti. Grazie a Vedrai, gli imprenditori possono costruire degli scenari e prendere decisioni con più serenità verso obiettivi del futuro”.

Per altri contenuti iscriviti alla newsletter di Forbes.it QUI.