Fondazione Ceur festeggia 30 anni con l’inaugurazione di Camplus San Pietro

cervelli-fondazione-ceur
Maurizio Carvelli, CEO di Camplus e Amministratore delegato di Fondazione Ceur
Share

Il 25 maggio la Fondazione Ceur, Centro Europeo Università e Ricerca nato nel 1992, ha celebrato 30 anni di attività. Un compleanno che è stato festeggiato con grande positività grazie anche al forte incremento della presenza sul territorio nazionale e all’espansione all’estero di una realtà che dalla sua nascita ha ospitato nelle sue strutture oltre 5mila studenti.

Per l’occasione Fondazione Ceur ha organizzato una cerimonia all’interno della nuova residenza Camplus San Pietro a Roma, dove tutto era perfetto e curato nei minimi particolari, dalla struttura della conferenza iniziale fino alla cena di fine serata.

L’inaugurazione di Camplus San Pietro

A Fare gli onori di casa Maurizio Carvelli, amministratore delegato di Fondazione Ceur e CEO di Camplus, alla presenza del Cardinale Pietro Parolin e del Sotto Segretario alla Presidenza del Consiglio dei Ministri Roberto Garofoli. Presenti anche Maria Stella Gelmini (Ministro per gli affari regionali e le autonomie della Repubblica Italiana), Vincenzo Salvatore (Presidente di CCUM) e Giampiero Marrazzo (conduttore e giornalista di Rai 3 e Alumnus Camplus).

La cerimonia è stata l’occasione per inaugurare Camplus San Pietro, la nuova residenza universitaria Camplus, marchio di proprietà della Fondazione Ceur, provider di student housing con 9.000 posti letto tra Italia e Spagna. La struttura si trova in prossimità del Vaticano, con una suggestiva vista sulla maestosa cupola di Michelangelo, che con le sue 118 camere divise tra singole e doppie è in grado di ospitare 180 studenti.

Il successo di Fondazione Ceur

“Nel 1980 ero uno studente fuori sede di Bologna ed è qui che ho ideato, insieme a un gruppo di amici e colleghi dell’università, una cooperativa per affittare appartamenti e riassegnare i posti letto agli studenti. In due anni abbiamo raggiunto 500 studenti e nel 1985 è stato costruito il primo studentato, prima vera start up privata del settore in Europa fondata da giovani studenti”, ha dichiarato Maurizio Carvelli, ceo di Camplus e Amministratore delegato di Fondazione Ceur.

“Una tappa fondamentale è stata quella dell’inizio degli anni 90 dove, con la nascita della Fondazione CEUR, abbiamo messo le radici, insieme a imprenditori, ricercatori, professori le basi per quello che è Camplus. Oggi le idee di quel gruppo di giovani sono diventate una realtà solida come Camplus, con cui ospitiamo oltre 9.000 studenti in 11 città italiane e 2 in Spagna, offrendo una vera e propria esperienza abitativa grazie alla nostra filosofia di accoglienza e formazione capace di interpretare i bisogni attuali degli universitari”, aggiunge Carvelli.

“Da trent’anni nelle nostre residenze offriamo ai ragazzi servizi residenziali di alto livello e numerose opportunità formative integrative agli studi in cui la community guidata è il cuore pulsante della vita in Camplus, quel ‘plus’ che ancora oggi la rende molto più di un semplice soggiorno e che noi chiamiamo Fattore Camplus”.

Nell’arco di 30 anni di attività la Fondazione Ceur ha registrato nei suoi collegi a marchio Camplus più di 6000 presenze di studenti universitari e, con l’apertura della nuova residenza romana con vista sulla cupola di San Pietro, Camplus si conferma il leader indiscusso del settore.

Per altri contenuti iscriviti alla newsletter di Forbes.it QUI.