Twitter lancia Circle: ora si può twittare solo a un ristretto gruppo di amici

Twitter Russia
(foto Leon Neal/Getty Images)
Share

Questo articolo è apparso su Forbes.com

Twitter ha lanciato martedì Twitter Circle, una nuova funzione che consente agli utenti di twittare a un gruppo selezionato di utenti anziché all’elenco completo dei follower, in modo simile alla funzione “amici stretti” del competitor Instagram.

Fatti chiave

  • Gli utenti ora hanno la possibilità di selezionare la propria “cerchia”, un gruppo di un massimo di 150 persone, da cui possono aggiungere o sottrarre follower in qualsiasi momento.
  • I follower non verranno avvisati che sono stati aggiunti o rimossi dalla cerchia di qualcuno.
  • Quando twittano, gli utenti possono selezionare se desiderano che il loro messaggio venga pubblicato nell’elenco completo dei follower o nella loro cerchia.
  • I tweet pubblicati nella cerchia di qualcuno possono essere visti solo da coloro che hanno selezionato, possono essere ritwittati solo da quelli nella cerchia e tutte le risposte sono private.
  • I tweet della cerchia di qualcuno saranno contrassegnati da un badge verde.

Sullo sfondo

Twitter ha iniziato a testare la funzione, che secondo la società era “molto richiesta”, a maggio. È simile alla funzione Close Friends sulle storie di Instagram, che consente agli utenti di pubblicare solo su un gruppo selezionato di persone, invece dell’elenco completo dei follower.

Su Instagram, inoltre, gli utenti non vengono avvisati quando vengono aggiunti o rimossi dall’elenco di amici intimi di qualcuno e le storie di amici intimi sono contrassegnate da un anello verde intorno a loro. La funzionalità è stata lanciata nel 2018. Alcuni influencer hanno addebitato ai follower l’accesso alla loro lista di amici intimi, come modalità per accedere a contenuti esclusivi.

Twitter ha lanciato la sua funzione Super Follows lo scorso anno per dare ad alcuni account popolari la possibilità di addebitare ai fan l’accesso. Instagram ha iniziato a testare un servizio di abbonamento simile all’inizio di quest’anno.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Per altri contenuti iscriviti alla newsletter di Forbes.it QUI.