Dalla cybersecurity alla gestione delle flotte: Rina presenta i nuovi servizi dedicati ai superyacht

yacht
Share

Rina, azienda attiva nello yachting da circa vent’anni e forte dell’esperienza maturata nel cruise e storicamente nello shipping, compie un ulteriore passo in avanti nel settore della nautica da diporto e ha presentato Maxima: il nuovo profilo di servizi dedicato ai superyacht – lussuose imbarcazioni a motore o a vela lunghe da 40 fino a 180 metri – e nato per fornire ai clienti una struttura fatta di specialisti, competenze e servizi all’avanguardia.

La società cavalca l’onda della crescita del segmento dei megayacht. Solo nel 2021, infatti, sono stati venduti 128 nuovi yacht tra i 40 e i 180 metri, ovvero il 78% in più rispetto al 2020 (anno in cui ne sono stati acquistati 72). L’Italia, tra l’altro, da gennaio a maggio 2022 risulta il primo paese per numero di yacht costruiti: 318. I principali proprietari di imbarcazioni sono i cittadini statunitensi che, al 2021, detengono il 22,6% della flotta mondiale di yacht, seguiti dalla Russia con l’8,7% (fonte: SuperYacht Times – The State of Yachting 2022).

Maxima nasce dalle esigenze più attuali dello yachting e dello shipping, con quest’ultimo settore che sta vivendo una trasformazione guidata in modo particolare dalla decarbonizzazione e dalla digitalizzazione. In materia di sostenibilità e decarbonizzazione, Rina supporta il comparto marittimo, fornendo regole e linee guida per la progettazione e la certificazione di sistemi per superyacht legati a combustibili alternativi come l’idrogeno, l’ammoniaca e il metanolo.

Nel portafoglio delle soluzioni digitali di Maxima, oltre a Sertica, uno dei software leader nella gestione delle flotte, un’attenzione particolare è rivolta alla protezione dagli attacchi informatici, per esempio con il pacchetto “Cyber security e vulnerability assessment” volto a verificare che la rete di comunicazione dell’imbarcazione sia protetta dalle minacce degli hacker.

«Puntiamo a crescere ulteriormente in un segmento ricco di opportunità e particolarmente attento alle nuove tecnologie e all’innovazione, da sempre due punti di forza della nostra azienda”, ha dichiarato Giosuè Vezzuto, executive vice president marine di Rina. “Rina Maxima”, ha continuato Vezzuto, “infatti, mutuando l’esperienza maturata nel settore delle navi da crociera e la sua specializzazione in ambiti molto diversi – dai materiali per gestire fuel alternativi alla cybersecurity -, riflette le moderne esigenze dei megayacht per rispondere in modo specifico alle necessità di un segmento che incorpora soluzioni sempre più avanzate. L’obiettivo è trasferire ad armatori, progettisti e operatori il nostro know how, quindi l’eccellenza, il meglio, per aiutarli ad affrontare le sfide del futuro”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Per altri contenuti iscriviti alla newsletter di Forbes.it QUI.