Bper Banca accelera la trasformazione digitale grazie alla collaborazione con Oracle

Baga Bper Banca Sinopoli Oracle
Massimiliano Baga, group chief information officer di Bper Banca, e Andrea Sinopoli, cloud tech vp e country leader di Oracle Italia
Share

Accelerare la trasformazione digitale e potenziare le capacità tecnologiche. Sono questi gli obiettivi che Bper Banca, terzo gruppo bancario italiano quotato in Borsa, vuole raggiungere attraverso la collaborazione con Oracle, multinazionale statunitense del settore informatico. L’accordo si inserisce nel contesto del piano industriale del gruppo per il triennio 2022-2025, che punta a migliorare il modello di business in un’ottica digitale e omnicanale.

I servizi di Oracle scelti da Bper Banca

Nello specifico, Bper Banca vuole razionalizzare e modernizzare i data center per migliorare affidabilità, sicurezza e prestazioni dei servizi It erogati. Per farlo, ha scelto due delle soluzioni offerte da Oracle: Oracle Exadata Cloud Customer, che porta il cloud pubblico gestito dalla multinazionale statunitense nel data center del cliente, e Oracle Exadate Cloud Service.

Quest’ultima soluzione ha il duplice scopo di azzerare i tempi di provisioning e di fornire potenza di elaborazione on-demand per il tempo necessario, accelerando le operazioni di integrazione dei sistemi e riducendone i costi. Exadate Cloud Service è situato nella cloud region di Milano, dove, grazie alla collaborazione tra Oracle e Colt, società che offre servizi digitali, si minimizzano i tempi di latenza svincolando il passaggio delle applicazioni al cloud.

Journey to cloud e sostenibilità

“Si tratta di un importante step del nostro journey to cloud, che ci consentirà di sfruttare appieno il paradigma cloud, rispettando i requisiti di prossimità dei dati e riducendo i nostri costi operativi”, ha commentato Massimiliano Baga, group chief information officer di Bper Banca.

“La nostra cloud region di Milano”, ha aggiunto Andrea Sinopoli, cloud tech vp e country leader di Oracle Italia, “è già alimentata al 100% da energie rinnovabili, in linea con il piano industriale di Bper Banca che prevede una riduzione della propria impronta di Co2 nell’It di almeno il 15%. Siamo orgogliosi di dare un contributo anche a questo importante aspetto di sostenibilità energetica e ambientale del nostro cliente”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Per altri contenuti iscriviti alla newsletter di Forbes.it QUI.