“Le criptovalute non spariranno”: la previsione dell’investitore miliardario Bill Ackman

Bill Ackman cripto
Bill Ackman, ceo e portfolio manager Pershing Square Capital Management. (Photo by Bryan Bedder/Getty Images for The New York Times )
Share

Questo articolo è apparso su Forbes.com

Bill Ackman, miliardario ceo di Pershing Square Capital Management, afferma di aver cambiato idea sulle criptovalute e ora crede che non spariranno.

“Prima ero un cripto-scettico”

“Inizialmente ero un cripto scettico, ma dopo aver studiato alcuni dei progetti più interessanti, sono dell’idea che le criptovalute possano consentire la formazione di attività e tecnologie utili che prima non potevano essere create”, ha affermato Ackman in una serie di tweet la scorsa domenica. L’investitore è riuscito a crearsi una certa fama, anche grazie ad alcune e importanti scommesse d’investimento vinte (come quella di 2,6 miliardi di dollari grazie a uno short relativo al Covid-19) e ad alcune batoste ( come quella del 50% su una partecipazione nel rivenditore JC Penney).

LEGGI ANCHE: “Netflix va giù in Borsa. E Bill Ackman acquista 1,1 miliardi di dollari di azioni”

Il miliardario gestore di un hedge fund ha citato due progetti come esempi di come i token possono creare valore intrinseco nel tempo: il token dimo, parte di un sistema che collega i dati degli automobilisti alle aziende che sono disposte a pagarli, di cui ha rivelato di essere un “piccolo investitore”. E poi ha parlato di Nova Labs, dove afferma di non essere “coinvolto”. Secondo una ricerca di Forbes, Nova, precedentemente nota come Helium, viene considerata vantaggiosa per i suoi dirigenti e amici.

Helium ha dichiarato di avere diversi rapporti con il fornitore di servizi di condivisione di scooter elettrici Lime e come specialista della gestione delle relazioni con i clienti Salesforce, insinuando quindi erroneamente di aver ricevuto l’ok delle società, dato che ha inserito i suoi loghi all’interno del proprio sito web.

LEGGI ANCHE: “La “strage” di FTX: il fallimento ha bruciato le fortune di decine di miliardari”

I cripto investimenti di Ackman

Tuttavia, Bill Ackman non ha menzionato questa storia, ma ha parlato di come il token, supportato da una rete dati wireless globale, sia praticamente un “un mezzo di valore il cui prezzo è determinato dalla domanda e dall’offerta”. Nello scambio di tweet, Ackman ha quindi rivelato i suoi investimenti cripto, definendosi uno che ha questo hobby, ma che cerca di imparare.

“Sono un piccolo investitore diretto in progetti cripto”, ha affermato Ackman, tra cui @ORIGYNTech, che aiuta gli artisti a coniare certificati digitali collegati a opere d’arte fisiche, e Goldfinch Finance. Ha anche posizioni di capitale di rischio e una partecipazione azionaria. “Sono anche un investitore in sette fondi di criptovalute e un piccolo investitore in società che aiutano con gli adempimenti fiscali a ridurre le frodi nelle criptovalute”, ha aggiunto.

LEGGI ANCHE: “Chi sono gli investitori che stanno perdendo di più dalla bancarotta di Ftx”

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Per altri contenuti iscriviti alla newsletter di Forbes.it QUI.