Approccio martech e data driven: così Jakala vuole digitalizzare la pubblica amministrazione

Giacomo Lo Russo, ceo di Jakala Civitas
Giacomo Lo Russo, ceo di Jakala Civitas
Share

Non c’è futuro per il sistema economico e sociale se non ce ne sarà uno per la gestione di una pubblica amministrazione efficiente e al passo con i tempi. C’è futuro nella pubblica amministrazione, quindi, se questa applicherà i criteri gestionali di impresa. Deve essere stato più o meno questo il percorso di Jakala, prima MarTech company in Italia, nel concepire e realizzare Jakala Civitas, azienda del gruppo che, valorizzando il dna innovativo e data driven di casa madre e un management proveniente dal settore pubblico, offrirà servizi MarTech alla pubblica amministrazione centrale e locale, alle aziende municipalizzate, transportation e sanità.

Gli obiettivi di Jakala Civitas: 500 assunzioni e 50 milioni di fatturato

Questo avviene in un momento di grande dinamismo per il Paese chiamato a innovare e a trasformarsi in ottica digitale, anche grazie al Piano nazionale di ripresa e resilienza. La newco, fondata con Andrea Samaja e Silvio Antonio Varagnolo, sarà guidata dal managing director Giacomo Lorusso, che assume il ruolo di ceo di Jakala Civitas. Gli obiettivi entro il 2025: oltre 500 assunzioni e un fatturato di 50 milioni di euro.

Silvio Varagnolo, fondatore di Jakala Civitas

“Sono molto orgoglioso di guidare questa nuova sfida imprenditoriale”, ha commentato Giacomo Lorusso. “Saremo in grado di ibridare il dna innovativo di Jakala con le competenze di senior executive del settore per poter offrire a Pa centrale, locale e sanità soluzioni in grado di interpretare e indirizzare in modo efficace e performante le necessità di cittadini e pazienti”. Jakala è tra i primi gruppi in Europa specializzata in servizi di management consulting, service design, It transformation, Intelligenza artificiale, machine learning, big data, geo intelligence e media transformation. “La sfida è far convivere elementi contrapposti: portare il meglio dell’esperienza del privato nel settore pubblico, far evolvere la customer experience in citizen & patient experience”, spiega Andrea Samaja, cofondatore di Jakala Civitas. “Crediamo nelle potenzialità di questo nuovo mercato e a un gruppo di colleghi di grandissimo valore”. 

Modelli di servizio del servizio privato applicati alle specificità del settore pubblico

L’offerta della newco sarà focalizzata su un vasto portfolio di servizi e soluzioni con l’approccio MarTech di Jakala, per favorire l’adozione di nuove tecnologie e applicare, sulle specificità del settore pubblico, modelli di servizio utilizzati nel settore privato. “Aspiriamo ad ottenere un impatto sociale tangibile”, aggiunge Silvio Varagnolo, co-founder di Jakala Civitas. “Creando valore per il cittadino che si rivolge ai servizi di un comune, di una città metropolitana, di una provincia o di una regione e che ha diritto a efficienza, velocità, certezza del risultato, chiarezza, semplicità: benessere per tutti noi”.

Gli uffici di Jakala
Gli uffici di Jakala

Fondata da Matteo de Brabant nel 2000, Jakala è la prima realtà in Italia a combinare marketing e tecnologia applicati al mondo del sales & marketing. Nel 2021, dopo l’investimento del fondo Ardian, accelera il suo percorso di consolidamento internazionale. Oggi può contare su oltre 1.700 professionisti, con un’età media di 34 anni ed equamente distribuiti per genere. Il gruppo ha raggiunto i 380 milioni di fatturato e opera a livello internazionale con uffici in 13 paesi (in città come New York, Mosca, San Paolo, Shangai, Londra e con headquarter a Milano). Da maggio 2021 è diventata Società Benefit affiancando al core business un purpose volto a generare effetti positivi sui propri stakeholder: azionisti, dipendenti, clienti, fornitori, comunità e ambiente. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Per altri contenuti iscriviti alla newsletter di Forbes.it QUI.