Musk taglia i prezzi delle Tesla: modelli anche a 12.500 euro in meno

Tesla vendite
(foto Justin Sullivan/Getty Images)
Share

Come riportato da Reuters, Tesla ha abbassato i prezzi dei suoi veicoli elettrici negli Stati Uniti e in Europa fino al 20%. La decisione arriva dopo il mancato raggiungimento dei numeri stimati da Wall Street per le consegne del 2022.

La riduzione dei prezzi nei principali mercati occupati da Tesla segna un’inversione di tendenza rispetto alla strategia perseguita dalla casa automobilistica per gran parte del 2021 e del 2022, quando la domanda di nuovi veicoli superava l’offerta. L’anno scorso Musk ha riconosciuto che i prezzi erano diventati “eccessivamente alti” e che avrebbero potuto danneggiare la domanda.

Prezzi ridotti su Tesla Model 3 e Model Y

Il taglio dei prezzi riguarderà quindi anche l’Italia dove acquistare le Model 3 e le Model Y diventerà meno costoso. Facendo un confronto tra i precedenti listini e quelli attuali il taglio dei prezzi arriva fino a 12.500 euro. Per quanto riguarda la Tesla Model 3, ecco la differenza di prezzo:

  •  Model 3: da 57.490 euro a 44.990 euro
  •  Model 3 Long Range: da 64.490 euro a 52.990 euro
  •  Model 3 Performance: da 67.490 euro a 59.990 euro

Passando alla Model Y, ecco cosa cambia:

  • Model Y: da 49.990 euro a 46.990 euro
  • Tesla Model Y Long Range: da 65.990 euro a 53.990 euro
  • Tesla Model Y Performance: da 71.990 euro a 63.990 euro

Negli Stati Uniti Tesla ha ridotto i prezzi anche del Suv crossover Model X e della berlina Model S.

Tutti soddisfatti?

Questa decisione di Tesla farà sicuramente piacere a chi sta pensando di passare a un veicolo elettrico, ma allo stesso tempo potrebbe far infuriare chi ha acquistato un auto dell’azienda guidata da Elon Musk nelle scorse settimane, e quindi ancora “a prezzo pieno”. Nel gruppo Facebook Tesla Club Italy non sono pochi gli utenti che, avendo ritirato di recente un nuovo veicolo, non hanno potuto usufruire dei ribassi, segnalando di aver acquistato Model 3 o Model Y a prezzi decisamente superiori. C’è chi invece sottolinea la serietà dell’azienda per la scelta di adeguare i prezzi al ribasso per acquisti o contratti sottoscritti prima dell’annuncio.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Per altri contenuti iscriviti alla newsletter di Forbes.it QUI.