Non c’è sviluppo industriale senza sostenibilità: “Nel 2023 vogliamo diventare B Corp”, afferma il ceo di Pettenon Cosmetics

Federico_Pegorin_Ceo Pettenon Comsetics
Federico Pegorin, ceo di Pettenon Comsetics
Share

Società benefit nel 2021 e Carbon Neutral nel 2022. Per il 2023 l’obiettivo è la certificazione B Corp. Così il gruppo, pioniere nel campo cosmetico, vuole salire sul gradino più alto nella scala dei valori delle imprese sostenibili. Senza perdere di vista l’obiettivo industriale e di mercato che pone Federico Pegorin, ceo di Pettenon Cosmetics, ai vertici internazionali con ambiziosi prospettive di sviluppo e di crescita finanziaria.

Obiettivi di sostenibilità raggiunti a pieni voti insomma?

Possiamo considerarci orgogliosi perché abbiamo raggiunto traguardi importanti: nel 2021 Pettenon Cosmetics è diventata infatti Società Benefit e nel 2022 abbiamo presentato il nostro primo bilancio di sostenibilità, diventando Carbon Neutral. L’obiettivo del 2023 è quello di diventare B Corp. Abbiamo articolato il nostro progetto di sostenibilità su cinque diverse finalità di beneficio comune: ricerca e innovazione, tutela dell’ambiente, gender diversity e multiculturalità, formazione e valorizzazione delle persone.

Impegno culturale a 360 gradi, ma con basi solide e strategiche anche nei processi industriali. 

Certamente ricerca e innovazione sono un nostro punto di forza. Le formule dei nostri nuovi prodotti sono infatti ottenute attraverso tecniche innovative per ridurre i consumi e gli sprechi di risorse. L’impegno costante nella ricerca ci ha consentito di sviluppare un’ampia gamma di prodotti professionali dalle performance elevate e con una crescente attenzione a naturalità e biodegradabilità, grazie all’applicazione di rigorosi standard internazionali.

Ci stiamo inoltre adoperando per introdurre metodi sempre più innovativi e sofisticati per conoscere le caratteristiche del nostro impatto a tutti i livelli e in tutte le aree. Abbiamo messo in atto programmi nelle cinque aree di intervento con azioni concrete: dall’azzeramento delle emissioni di CO2 entro il 2023 alla formazione digitale dei collaboratori, passando per la crescita imprenditoriale rivolta ai clienti con il format Growing Together, per la sponsorizzazione di attività di formazione per l’empowerment femminile attraverso l’associazione Women4Beauty e per l’attività al supporto di oltre 20 associazioni a livello territoriale. 

Pettenon Cosmetics è azienda leader a livello internazionale, ma in quali settori? E ancora: quali sono i risultati raggiunti e come?

L’azienda che dirigo insieme a mio fratello Gianni è una realtà industriale padovana di riferimento nel mercato internazionale del professional hair&skincare da oltre trent’anni. Operiamo con laboratori interni di ricerca e sviluppo, controllo qualità e centri di test prodotto, abbiamo un processo produttivo in house completo e cinque accademie di formazione. Ad oggi siamo presenti in 114 Paesi e il nostro gruppo può contare su esportazioni che valgono il 70% del fatturato complessivo. Risultati che abbiamo raggiunto grazie anche ad una strategia di brandizzazione, volta ad accrescere la visibilità e la differenziazione dei brand di proprietà Pettenon, per differenziarli dalla nostra storica attività di private label.

Abbiamo infatti lavorato sulla brand identity di ciascun focus brand haircare professionali calibrando per ognuno una storia specifica e ben riconoscibile. Fanola, la cui storia si basa sulla condivisione e creatività; Alter Ego Italy, che racchiude in sé il perfetto equilibrio tra ricercatezza, attenzione alla sostenibilità e cura per sé stessi; Echosline, che abbraccia la filosofia The Vegan Way prediligendo il concetto del less is more; Inebrya, punto di riferimento del settore per eccellenza tecnica e completezza di assortimento. A questi marchi professionali si affianca Alama Professional che si rivolge ai consumatori della grande distribuzione. E abbiamo introdotto un brand premium nella nostra offerta: Sinesia, una linea innovativa che mescola consapevolmente haircare e skincare.

Grande successo internazionale e tanti ‘appetiti’ su Pettenon in un campo, quello del beauty, in grande crescita. Cosa c’è nel futuro? 

Per il 2023 prevediamo consistenti progetti di sviluppo, continueremo ad investire in ricerca e innovazione, nell’ottimizzazione dei plant produttivi e nella divisione private label. E Perseguiremo sempre l’obiettivo della certificazione B Corp. Grazie a questa strategia abbiamo avuto una crescita anche in questi ultimi anni difficili. Nel 2020 e nel 2021 abbiamo registrato una crescita a doppia cifra, che si è mantenuta importante anche nel 2022.

Sul mercato ci sono voci su operazioni straordinarie che riguarderebbero il gruppo.

Stiamo valutando una possibile apertura del capitale a potenziali partner per sostenere, anzi accelerare, crescita e sviluppo del gruppo per affrontare le nuove sfide che il mercato ci propone.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Per altri contenuti iscriviti alla newsletter di Forbes.it QUI.