La sfilata in realtà aumentata di Over entra nella storia di Milano

Sfilata-Phygital-Over-realtà-aumentata
Share

Milano è senza dubbio la capitale della moda italiana. Dagli anni ’80 le sfilate milanesi sono state tra le più importanti al mondo e spesso hanno costituito un momento d’innovazione grazie a location e format molto originali.

A inizio primavera 2023, durante la Metaverse Fashion Week, è andato in scena un nuovo momento storico per la città: la prima sfilata in realtà aumentata in Piazza Duomo. Ad organizzarla è stata Over the Reality, società italiana leader nel mondo per le applicazioni di metaverso Ar (Augmented reality).

La sfilata in realtà aumentata: un evento phygital

L’evento, presso Terrazza Duomo 21, si è sviluppato su tre momenti. Nel pomeriggio c’è stato un dibattito in presenza sul ruolo della moda nel metaverso, moderato dal giornalista di Forbes Federico Morgantini, con ospiti di alto livello, fra cui Marco Ruffa, digital transformation director di Pinko, la phygital designer Ilona Song, Matteo Bonente di Pwc Italia e Layla Pavone del Comune di Milano.

Quindi la sfilata in realtà aumentata, godibile attraverso smartphone e tablet, con giganteschi modelli virtuali che hanno attraversato Piazza Duomo adornati con design all’avanguardia dei marchi partecipanti, tra cui Space Runners x Balmain e Pet Liger, parte del progetto Gucci Vault.

Infine spazio alla musica e a un grande aperitivo che hanno dato modo di conoscersi ai tanti ospiti. Qui è visibile un reportage di tutto l’evento, compresa la sfilata.

Una tecnologia unica

Gli ospiti invitati includevano marchi di moda tradizionali e rivoluzionari, media, artisti e anche la Missione economica di Israele in Italia, oltre al primo influencer virtuale della Corea, Rozy Oh.

Tutti hanno visto la sfilata attraverso i loro dispositivi con l’app Over, che funge da gateway per il metaverso Ar. Ad abilitare l’esperienza è stata la tecnologia di Over nota come map2earn, che permette a creatori e utenti di geolocalizzare i loro asset digitali nello spazio con una precisione di 20 centimetri, di gran lunga superiore al Gps tradizionale.

Tante le testimonianze

Il co-fondatore e coo di Over, Diego Di Tommaso, ha affermato: “Mi piace pensare che l’Ar ci stia spingendo verso una nuova età dell’oro, un periodo con possibilità illimitate e creatività febbrile”.

Mentre Davide Cuttini, co fondatore e ceo, ha spiegato: “L’idea è quella di creare il nuovo web. Stiamo passando dai contenuti 2D alle esperienze 3D. Immaginiamo un futuro in cui ci svegliamo la mattina e indossiamo occhiali intelligenti, aumentando la nostra realtà con l’intrattenimento, le informazioni, gli strumenti di lavoro, gli assistenti personali. E, in questo senso, la moda è molto avanti rispetto ad altri settori”.

Anche tra gli ospiti c’è stato molto entusiasmo. Stefano Galassi, innovation advisor dell’Università di Cambridge e del Metaverse Fashion Council, ha affermato: “L’evento ha portato la moda digitale a un livello completamente nuovo. Questo è il momento di costruire, sperimentare e creare”.

Jonathan Hadar, capo della Missione economica di Israele in Italia, è “rimasto colpito dalla vision dell’azienda: creare un modo nuovo e semplice per unire il fisico e il virtuale; siamo felici di lavorare con Over per connetterli con l’avanzato ecosistema del metaverso israeliano”.

Marco Ruffa, digital transformation director di Pinko, durante il dibattito ha sostenuto: “Questo è un momento entusiasmante per i marchi che esplorano nuove possibilità per espandersi oltre le loro città e creare spettacoli phygital per il pubblico di tutto il mondo attraverso la potenza dell’Ar”.

Anche Layla Pavone, del Comune di Milano, ha concluso il suo intervento con un lusinghiero: “Congratulazioni a Over, è stato incredibile. Vogliamo avervi a Milano 365 giorni l’anno, non solo oggi”.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Per altri contenuti iscriviti alla newsletter di Forbes.it QUI.