Skin
Women

Tutti gli ospiti e le foto della prima giornata della Forbes Women’s Week

Si è svolto ieri 18 settembre il primo dei quattro panel della Forbes Women’s Week, ormai giunta alla sua terza edizione. Con il titolo “Leadership per il cambiamento”, il panel ha visto importanti figure manageriali confrontarsi sul concetto di leadership presso la sede milanese di via Santa Maria Segreta di Bain&Company.

Come si è svolto il panel: parola a Bain

Dopo i saluti di Pierluigi Serlenga, managing partner per l’Italia di Bain, che ha messo in luce i dati sulla parità di genere nel mondo del lavoro, la parola è passata a Claudia D’Arpizio, senior partner di Bain & Company e membro del cda globale di Bain.

Se si parla di moda e lusso, è impossibile non aver sentito parlare di lei: la manager ha infatti assistito clienti multinazionali per quasi 30 anni. Inoltre, ha lavorato a lungo e al fianco di diversi brand internazionali e locali su questioni relative alla strategia, vendite e marketing, strategia omnicanale, sviluppo di nuovi prodotti, innovazione e acquisizioni.

D’Arpizio è anche l’autrice principale dell’annuale Bain Luxury Study, sviluppato dal 1999 in collaborazione con Fondazione Altagamma, oggi una delle fonti di mercato più citate nell’industria.

Claudia Parzani, presidente di Borsa Italiana: serve un leader “situazionale”

Poi è stato il turno di Claudia Parzani, presidente di Borsa Italiana e partner di Linklaters.

La manager ha parlato dell’importanza di una leadership “situazionale”, capace di adattarsi alle persone con cui si interfaccia, al contesto e alle sfide.

Quest’anno per la Fondazione Guido Carli, Parzani ha tenuto una lectio magistralis sull’Elogio dell’Insuccesso. 

Dal 2007 Parzani è partner dello studio legale internazionale Linklaters per il quale ha ricoperto negli anni importanti ruoli manageriali. Esperta di materie societarie, ha collaborato nel contesto di numerose operazioni straordinarie di società e banche e oggi si occupa prevalentemente di strategia e corporate governance nonché di temi legati alla sostenibilità di impresa.

Parzani è inoltre membro dell’organo consultivo di UNHCR Italia (Alto Commissariato delle Nazioni Unite per i Rifugiati). Ha fatto parte e presieduto (dal 2013 al 2016) il Consiglio Direttivo di Valore D, associazione con cui ha lanciato il progetto “In the Boardroom” dedicato a preparare le professioniste di talento per il ruolo di componente degli organi sociali. È inoltre fondatrice di Breakfast@Linklaters, network di esponenti della business community femminile e ambasciatrice per l’Italia della campagna internazionale “Inspiring Girls” per promuovere e supportare il giovane talento femminile.

Da aprile 2022 è presidente di Borsa Italiana. Inoltre, è vicepresidente de Il Sole 24 Ore e da aprile 2017 ad aprile 2022 ha ricoperto il ruolo di presidente di Allianz.

Anthea Comellini, l’astronauta di riserva dell’Agenzia spaziale europea

Laurea in Ingegneria Aerospaziale con lode presso il Politecnico di Milano, doppia laurea con la French Grande école of engineering di Tolosa, master all’Università di Paris-Saclay.

Anthea ha conseguito il Dottorato in Navigazione autonoma per rendez-vous nello spazio presso ISAE-SUPAERO in collaborazione con Thales Alenia Space a Cannes e Tolosa, nel 2021. Durante il suo dottorato di ricerca, ha trascorso sei mesi come ricercatrice in visita nel laboratorio di robotica mobile e sistemi autonomi del Polytechnique Montréal, in Canada.

Dopo il dottorato, dal 2021 al 2022 ha lavorato come Ingegnera delle Dinamiche di Volo per la Determinazione dell’Orbita nelle Missioni Interplanetarie con il Centro Europeo per le Operazioni Spaziali dell’ESA in Germania, dove ha condotto operazioni di navigazione nello spazio in missioni come Mars Express.

Dal 2022 lavora come ingegnera nel reparto di Ricerca e sviluppo di Thales Alenia Space a Cannes, in Francia. Ha conseguito la certificazione di addetta al salvataggio e primo soccorso e possiede un brevetto di pilota privato. Nel tempo libero, ama l’orienteering, il nuoto, lo sci di fondo e l’escursionismo.

Nel novembre 2022, è stata selezionata come membro della Riserva degli Astronauti e delle Astronaute dell’ESA.

Per riuscirci, come ha raccontato, ha superato un vero e proprio percorso a ostacoli, durato quasi un anno e mezzo, trionfando su oltre 22.500 candidati. Test psicometrici, esami di lingua, matematica, fisica, test per valutare l’acuità visiva e la velocità percettiva…ma anche prove psicologiche, per misurare la capacità di gestire situazioni impreviste. E ancora, test medici (nello spazio gli astronauti tendono a perdere massa ossea), e per finire, forse, la prova più significativa: quella per valutare la motivazione del candidato.

Maura Latini, presidente di Coop Italia

Maura Latini vanta una lunga esperienza in cooperativa, dove ha iniziato partendo dai punti vendita, arrivando a ricoprire l’incarico di direttrice commerciale e direttrice vendite in Unicoop Firenze.

Da Dicembre 2010 è stata nominata vicepresidente e da Giugno 2013 è direttrice generale alla gestione di Coop Italia, con relative deleghe. Nel giugno 2019 è nominata amministratrice delegata di Coop Italia e nel giugno 2023 lascia questo ruolo dopo la nomina a presidente Coop Italia.

Latini ha iniziato a lavorare a 15 anni, durante le vacanze scolastiche. A 20, era cassiera in un supermercato Coop. In un’intervista ha detto: “Ho salito tutti i gradini della scala organizzativa di un punto vendita. L’ascensore sociale negli anni ’80 funzionava”. 

A favore delle donne Coop ha realizzato “Close the Gap”, una campagna per promuovere azioni e impegni concreti a sostegno della parità di genere. Ogni anno, inoltre, in Coop sono premiati i fornitori più virtuosi che propongono azioni di sostegno alle donne.

Dominga Cotarella, ceo Famiglia Cotarella

Dominga rappresenta la terza generazione di una famiglia che si è dedicata alla produzione di vino. Figlia di Riccardo e Maria Teresa Cotarella, studia Scienze Agrarie all’Università della Tuscia. Muove i primi passi nel mondo enologico seguendo le pubbliche relazioni nell’azienda di famiglia, oggi chiamata Famiglia Cotarella, già a partire dall’età di 16 anni. Oggi ricopre il ruolo di Amministratore Delegato. Insieme a lei Marta ed Enrica, cugine sulla carta ma sorelle nel cuore, sono alla guida dell’azienda.

Dal 2017 hanno dato vita ad Intrecci, Accademia di Alta Formazione di Sala, con lo scopo di creare “professionisti e manager di altissimo livello nel mercato del lavoro e della ristorazione”.

Nel 2021 nasce Fondazione Cotarella con l’obiettivo di promuovere e sostenere stili di vita, abitudini, studi e cure improntate a un’alimentazione sana ed equilibrata a partire dall’infanzia. I progetti di Fondazione contribuiscono a portare avanti studi e ricerche scientifiche nel campo dell’agroalimentare con progetti di sviluppo del territorio, modelli innovativi finalizzati alla rivalorizzazione delle aree rurali e alla realizzazione di villaggi intelligenti, nonché progetti di riabilitazione e di cura. Tutto questo in una terra speciale quale è l’Umbria.

Nata in una famiglia dove si è sempre parlato e trattato di vino ai massimi livelli, dopo il liceo linguistico, Dominga ha deciso di iscriversi ad Agraria. All’epoca, ricorda, era un ambiente molto maschilista.

A un certo punto, viaggiando nel mondo e parlando con i ristoratori, ha notato un problema comune: tanti ragazzi vogliono fare gli chef, ma spesso a mancare è il personale di sala già formato. Ha convinto così mamma, zia e sorelle a creare una scuola di alta formazione dove i  giovani si appassionino all’accoglienza.

Il programma di Bain per le leader del futuro

In chiusura, la parola è andata a Valeria Sterpos, partner e WAB Leader EMEA, che ha parlato di “LeadHER”, un programma di mentorship, rivolto a donne leader del settore corporate e pubblico, che si svolgerà sia in forma virtuale sia di persona.

Il panel del 19 settembre su Moda e Design

Moda e Design sarà il tema della seconda giornata, moderata da Roberta Maddalena, giornalista di Forbes, presso lo showroom di Antolini Milano Duomo. Protagoniste, dopo i saluti di Elisa Manni, marketing manager di Antolini, Costanza Caracciolo, founder di Coistel BeautyClaudia Pievani, founder e ceo di Miomojo.

LINK PER REGISTRARSI ALL’EVENTO: https://www.eventbrite.it/e/biglietti-forbes-womens-week-antolini-milano-duomo-714669083467?aff=oddtdtcreator

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Per altri contenuti iscriviti alla newsletter di Forbes.it CLICCANDO QUI .

Forbes.it è anche su WhatsApp: puoi iscriverti al canale CLICCANDO QUI .