Skin
Raffi Garabedian Electric Hydrogen
Business

L’idrogeno verde ha il suo primo unicorno: è l’americana Electric Hydrogen

Il primo unicorno dell’idrogeno verde? È Electric Hydrogen (EH2), la startup che, dopo un nuovo round di finanziamento, è stata valutata 1 miliardo di dollari. A riportarlo è stata Reuters, che ha specificato i dettagli del finanziamento. EH2 ha raccolto 380 milioni di dollari in un round guidato da Fortescue, Fifth Wall e Energy Impact Partners. Nel round erano presenti anche investitori come Bp Ventures, Oman Investment Authority, Temasek, il Climate Innovation Fund di Microsoft e il Sustainable Flight Fund di United Airlines. EH2 ha raccolto oltre 600 milioni di dollari dal 2020, con investimenti da parte di grandi realtà come Amazon e Honeywell.

L’idrogeno verde è considerato l’alternativa energetica pulita ai combustibili fossili, e le principali aziende di tutto il mondo stanno investendo milioni di dollari nel tentativo di decarbonizzare le loro operazioni, flotte e fabbriche. “Siamo qui per sostituire il gas naturale e il carbone con l’idrogeno verde rinnovabile. Per affrontare la sfida climatica globale, abbiamo bisogno di nuove tecnologie che aiutino le industrie critiche a ridurre le loro emissioni”, ha dichiarato Raffi Garabedian, ceo e cofondatore di EH2.

LEGGI ANCHE: Lo champagne della transizione: chi sta investendo centinaia di miliardi nell’idrogeno verde

Perché è nata Electric Hydrogen

Il cto e cofondatore di Electric Hydrogen, David Eaglesham, ha creato Electric Hydrogen dopo aver collaborato con Breakthrough Energy Ventures. Rendendosi conto che nessun produttore di elettrolizzatori poteva soddisfare i requisiti di costo e scala per affrontare la decarbonizzazione industriale con idrogeno verde paritario rispetto ai fossili, David ha collaborato con Garabedian – ex cto di First Solar -, Derek Warnick – ex company builder a Breakthrough Energy Ventures – e Dorian West – ex capo ingegnere a Tesla – per abbassare i costi e aumentare la scala degli elettrolizzatori. Espandendo rapidamente il team a oltre 250 persone, Electric Hydrogen ha ridefinito l’elettrolizzatore per offrire una soluzione a basso costo e su larga scala per la decarbonizzazione industriale.

Un elemento distintivo di Electric Hydrogen è – come riporta TechCrunch – il suo modello di business, che prevede la vendita di elettrolizzatori più economici ai produttori di idrogeno anziché dell’idrogeno stesso. EH2 sta lavorando per costruire la sua fabbrica di elettrolizzatori nel Massachusetts per il lancio nel 2024. Prevede di consegnare e mettere in funzione sistemi di elettrolizzatori da 100 megawatt, ciascuno in grado di produrre quasi 50 tonnellate di idrogeno verde al giorno a basso costo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Per altri contenuti iscriviti alla newsletter di Forbes.it CLICCANDO QUI .

Forbes.it è anche su WhatsApp: puoi iscriverti al canale CLICCANDO QUI .