Skin
Under 30

Questa under 30 ha fondato un’agenzia che supporta i talenti digitali nati sui social

Articolo tratto dal numero di novembre 2023 di Forbes Italia. Abbonati!

Nei suoi progetti c’era inizialmente l’arte, avendo studiato fin da bambina pianoforte, canto e danza. L’università, come racconta Benedetta Balestri, era un “piano B”, poi qualcosa è cambiato. “Ho frequentato Economia per arte, cultura e comunicazione all’Università Bocconi, e il contesto internazionale che si respirava mi ha permesso di viaggiare. Sono stata alla Sciences Po in Francia per l’Erasmus, poi mi sono trasferita a Los Angeles per un tirocinio nella redazione della Rsi”.

Rientrata a Milano, ha lavorato per un’etichetta discografica fino a quando, nel 2017, ha co-fondato One Shot Group, agenzia italiana specializzata in management e comunicazione digitale, insieme a Eugenio Scotto e Matteo Maffucci. “Una sintesi stimolante del mio curriculum”, dice Benedetta, che dopo gli studi aveva iniziato a interessarsi al mondo dei social network.

Come nasce One Shot Group

“L’idea di One Shot è nata alla fine del 2016. Con Eugenio si è creata un’intesa immediata, quindi ho deciso di dare le dimissioni e lanciarmi a capofitto in questo progetto. Quando abbiamo incontrato Matteo Maffucci è diventato ancora più chiaro che l’ingranaggio avrebbe funzionato, e a maggio 2017 è nata ufficialmente One Shot Agency, la prima branca del gruppo”.

Alla realtà fanno capo oggi quattro unità: One Shot Agency, talent agency con un roster di talenti digitali, un’altra agenzia che sviluppa strategia e creatività per aziende, un hub di produzione specializzato in live streaming e un’etichetta musicale. Balestri è anche managing director della sociatà, quindi si occupa di sviluppare gli obiettivi di business e definire la strategia di molti progetti dei clienti principali.

“Il bello di One Shot è che tutto è molto dinamico e in continua evoluzione. Lavorando a stretto contatto con le persone, sono spesso in ufficio, ma capita di prendere un aereo al volo per seguire un creator o assistere alla realizzazione di un progetto appena nato”, spiega.

Di recente la società ha inaugurato Zenzero, talent agency verticale sul mondo del food nata dalla joint venture con Giallo Zafferano. “Il food è un settore in grande ascesa sui social network e si reinventa sempre in nuovi formati sulle varie piattaforme e media. C’è una nuova leva di food creator che ha tanto in comune con i creator con cui lavoriamo da anni, e questa sinergia è stata il punto di partenza”. Certo, anche il volto dell’influencer marketing sta cambiando.

Rimanere competitivi è una sfida

“L’abilità è rimanere al passo. La prima forma di tutela verso i creator con cui lavoriamo è però umana: il rapporto che si crea è centrale per assisterli in ogni aspetto, perché molto spesso sono giovani ed è nostro compito accompagnarli con tatto e dedizione”.

Come si rimane competitivi in un mercato in costante evoluzione? “Bisogna capire sempre che cosa piace alla gente e creare contenuti che siano interessanti. Bisogna saper innovare e adattarsi ai nuovi formati, traducendo i trend che nascono dai social network per le aziende. Il legame con la community è alla base di tutto”. Se oggi sono Instagram e TikTok a trainare la comunicazione digitale, è opportuno saper differenziare i linguaggi che li contraddistinguono: “Per un creator emergente, TikTok è il modo per farsi notare. Instagram però rimane importante per costruire la community ogni giorno e permettere alle persone di affezionarsi veramente al creator”.

L’impegno per il sociale

Intanto, nei progetti futuri di Benedetta c’è spazio anche per il sociale, attraverso la collaborazione con la Fondazione Progetto Itaca, che si occupa di salute mentale, di cui è volontaria. “L’impegno è nato dall’esigenza di fare qualcosa in questo settore e si è trasformato in un programma di formazione per creator, Itaca Lab, con un team di volontari, psichiatri ed esperti. Tornando a One Shot, invece, stiamo cercando di focalizzarci su progetti più verticali per colpire target a cui non ci siamo ancora rivolti”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Per altri contenuti iscriviti alla newsletter di Forbes.it CLICCANDO QUI .

Forbes.it è anche su WhatsApp: puoi iscriverti al canale CLICCANDO QUI .