Skin
Giuseppe Cianciolo, Cianciolo Group
Small Giants

Tecnologia, innovazione e qualità: così questa azienda palermitana esporta il Made in Italy nel mondo

Articolo tratto dall’allegato Small Giants del numero di novembre di Forbes Italia. Abbonati!

Tecnologia, innovazione e qualità manifatturiera per un prodotto in grado di soddisfare le nuove, diverse esigenze di una clientela che spazia dal residenziale fino alle grandi opere e all’edilizia industriale. Cianciolo Group, che si presenta come azienda leader nel settore degli involucri edilizi e dei serramenti, prosegue la sua espansione sul mercato italiano ma al contempo guarda con attenzione anche oltre confine, diversificando la propria attività.

Come conferma la nascita nel 2021 di Cianciolo Hub, una seconda linea di vendita dedicata in particolare a progettisti e al mercato residenziale di alto profilo. “Con questa novità abbiamo cercato di mettere in atto una piccola rivoluzione nel tradizionale mercato del serramento”, spiega Giuseppe Cianciolo, amministratore e rappresentante della terza generazione di un’azienda che resta fortemente gestita a carattere familiare.

Gli store

“Abbiamo creato un concept articolato su store che puntano a proporsi un po’ come delle moderne boutique, in cui si commercializza un prodotto di alto livello, con grande attenzione all’efficientamento e al risparmio energetico. Soluzioni in grado di migliorare il comfort abitativo e aggiungere un tocco di eleganza e design, garantite dall’esperienza di oltre 50 anni nel settore che ci ha permesso di conoscere sempre più a fondo quelle che sono le esigenze della clientela, oltre che di anticiparle grazie all’attenzione posta alle nuove proposte che si affacciano sul mercato globale.

Attualmente abbiamo aperto due store, il primo è stato Cianciolo Hub-Palermo in via Rosolino Pilo, a cui si è aggiunto Cianciolo Hub-Milano in via De Amicis, zona Sant’Ambrogio, uno spazio posto su due livelli con una zona lounge e vetrine su strada in quello superiore, dotato di working area e sala riunioni, per una superficie totale che supera i 150 metri quadrati.

Questo spazio, dove vengono esposte le ultime collezioni di infissi e serramenti dei marchi internazionali più prestigiosi, si propone anche come luogo di incontro tra i progettisti, gli architetti e i professionisti del settore. Tutto questo nell’ambito di un progetto articolato che dovrebbe portarci già nel 2024 a realizzare un terzo store nell’area del centro nord Italia, sveleremo presto il luogo”.

Una crescita conseguita grazie a un grande lavoro di squadra di tutto il team, che ha contribuito a ottenere significativi risultati per l’intero gruppo, ben evidenziati dai numeri. “Dal 2021 al 2022 abbiamo realizzato un aumento del 108% del nostro fatturato e nel primo semestre del 2023 abbiamo registrato un nuovo incremento di circa il 50%, che contiamo di consolidare a fine anno. Numeri che si traducono anche in una crescente occupazione, tanto che ad oggi siamo arrivati ad avere 80 persone al lavoro, di cui 30 tecnici specializzati in grado di offrire servizio adeguato sia per le commesse acquisite che in supporto ai progettisti in quattro diversi continenti”, ci dice Cianciolo.

La storia

Il gruppo è stato fondato a Palermo nel 1964 dal Giuseppe Cianciolo, che aprì un’officina dando inizio alla prima produzione di carpenteria leggera e di serramenti, per poi sviluppare una forte crescita sotto la guida attenta dell’attuale presidente Vincenzo Cianciolo. Quest’ultimo, affiancato dal fratello Domenico, dà una notevole spinta alla modernizzazione del processo produttivo, per specializzarsi nel settore della produzione di carpenteria metallica, involucri edilizi e serramenti.

L’esperienza e un team di esperti, oltre ai propri operai altamente qualificati, consentono all’azienda di seguire dallo sviluppo del progetto alla produzione e alla posa in opera in cantiere, garantendo qualità e professionalità, caratteristiche tramandate nell’impresa dalla fondazione sino all’attuale terza generazione.

Un passaggio di competenze e una gestione familiare che si accompagnano però alla grande attenzione allo sviluppo tecnologico, come dimostrano gli investimenti fatti nell’aggiornamento costante nella formazione del personale e nell’acquisto di nuovi macchinari, in modo da proporre soluzioni sempre all’avanguardia.

 

Le tecnologie moderne, combinate con materiali dalle prestazioni sempre più elevate, permettono la produzione di serramenti su misura adatti a qualunque esigenza, che si combinano con una grande cura alla posa, per sfruttare al meglio le proprietà tecniche dei prodotti, e alla manutenzione periodica, con l’obiettivo di assistere i propri clienti nella realizzazione di soluzioni architettoniche quali involucri edilizi, facciate continue, facciate ventilate, serramenti metallici, alluminio, alluminio/legno, pvc e schermature solari.

Il business

“Il nostro business è legato principalmente alla realizzazione di involucri per le grandi opere e ci occupiamo su scala internazionale di infrastrutture di ampie dimensioni, che richiedono una visione d’insieme e capacità progettuali elevate, come centri commerciali, villaggi turistici come il Club Med a Cefalù, residence e strutture sanitarie e ospedaliere, tra cui l’ospedale di Mazara del Vallo e l’ospedale di Bergamo, con una professionalità che è anche frutto delle tante collaborazioni avviate negli anni con prestigiosi studi di architettura e grossi contractor. Operiamo in partnership con aziende produttrici di livello internazionale, collaborando con i principali sistemisti europei e siamo anche premium partner Schüco. Lavoriamo in progetti destinati non solo all’Italia ma anche all’estero, da Montecarlo a Malta, da Dakar fino a vari buildings in costruzione e già costruiti a New York, esportando il made in Italy nel mondo, grazie a tecnici specializzati in progetti esteri e una rete di distribuzione efficace”.

Proprio sul rapporto con la grande mela Giuseppe Cianciolo ci rilascia un’anticipazione: “A New York abbiamo in mente di aprire una nuova sede commerciale che ci consenta di operare in modo ravvicinato su un mercato come quello americano, assai sfidante ma che richiede precise competenze, che si affiancherà a quelle attuali di Milano, Monaco e Messina. Manterremo comunque lo stabilimento produttivo a Palermo, dove restano il cuore e le radici della nostra attività”.

E su cui si concentra lo sforzo maggiore anche in termini di investimento: “Puntiamo molto sulla ricerca e l’innovazione per poter offrire ai nostri clienti una produzione tecnologicamente avanzata. Per questo siamo impegnati in un rinnovamento costante dei macchinari, garantiti dal marchio CE che attesta la conformità ai più elevati parametri qualitativi e agli standard CasaClima, considerando comunque che i nostri macchinari sono in genere a basso consumo energetico. Allo stesso tempo siamo impegnati nella razionalizzazione dei cicli produttivi e degli impianti, al fine di efficientare il consumo energetico dei nostri stabilimenti e dei cantieri in cui operiamo. Inoltre bisogna tenere conto del fatto che  noi commercializziamo solo impianti a risparmio energetico, come le moderne facciate ventilate, che vanno a efficientare le strutture su cui operiamo, migliorando l’isolamento termico e quindi generando una riduzione delle emissioni di co2 notevole, in base anche a quelli che sono i più recenti orientamenti dell’Unione Europea. E ancora poniamo attenzione sul corretto smaltimento degli scarti di lavorazione attraverso il riciclo ogni volta che è possibile. Siamo fermamente convinti della necessità di uno sviluppo industriale consapevole e crediamo in un futuro accompagnato da una forte crescita per il nostro territorio e tutto il nostro staff, tenendo saldi i principi di sostenibilità e salvaguardia ecologica del territorio. A questo si somma l’attenzione alla sicurezza del personale in ogni momento della lavorazione e nelle più delicate fasi di cantiere, in modo da evitare l’esposizione al rischio di incidenti”.

Lo sguardo sul futuro del gruppo va infine anche verso una possibile crescita dimensionale: “Stiamo valutando dei nuovi scenari ed eventuali acquisizioni di altre aziende, in particolare nel nostro territorio, che possano risultare funzionali al nostro progetto e al percorso di crescita intrapreso, in modo da aumentare le capacità produttive per far fronte alle richieste della committenza”, conclude Giuseppe Cianciolo. “Sempre nel segno di una qualità e di una cura del prodotto che rimarranno il nostro tratto distintivo e a cui non intendiamo in alcun modo rinunciare. Qualità che insieme a passione, tradizione e artigianalità sono il cuore pulsante del nostro lavoro, il motore che alimenta l’anima dell’azienda”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Per altri contenuti iscriviti alla newsletter di Forbes.it CLICCANDO QUI .

Forbes.it è anche su WhatsApp: puoi iscriverti al canale CLICCANDO QUI .