x-elon-musk
Miliardari

Elon Musk sta cercando 6 miliardi di dollari per la sua startup sull’IA

OpenAI è avvisata: xAI, la startup dell’IA di Elon Musk, è in trattativa per raccogliere fino a 6 miliardi di dollari. L’uomo più ricco al mondo sta cercando infatti investitori da tutto il mondo – in particolare a Hong Kong – per finanziare la sfida a Sam Altman, sostenuto da Microsoft.

LEGGI ANCHE: Tesla crolla in Borsa. E Il patrimonio di Elon Musk scende di 18 miliardi di dollari

Aspetti principali

  • A rivelarlo è il Financial Times, secondo cui la start-up del proprietario di X starebbe “corteggiando” individui facoltosi.
  • Secondo personalità coinvolte nelle trattative,  la ricerca di Musk si starebbe concentrando ad Hong Kong, territorio che è sempre più controllato da Pechino.
  • Musk spera di raccogliere fino a 6 miliardi di dollari da trasformare in un nuovo capitale azionario per xAI, con una proposta di valutazione di 20 miliardi di dollari.
  • Tuttavia, le persone a conoscenza dei fatti, hanno avvertito che le negoziazioni sono ancora in corso e che il capo di Tesla sta ancora testando l’interesse degli investitori, trattandosi di cifre ingenti.
  • Una fonte ha rivelato che Musk ha anche mirato a fondi sovrani in Medio Oriente, mentre altri hanno affermato che sono stati contattati investitori in Giappone e Corea del Sud.
  • Tra i coordinatori della raccolta fondi ci sarebbe, secondo una fonte del FT, anche Morgan Stanley, la banca che già nel 2022 ha aiutato Musk nel processo di acquisizione di X.

Cos’è Grok

Elon Musk ha già lanciato la sfida a ChatGpt e a Bard con Grok. Il miliardario ha lanciato la sua azienda di intelligenza artificiale nel luglio dello scorso anno, lamentandosi che rivali come OpenAI, Microsoft e Google stavano censurando i loro prodotti di intelligenza artificiale e non si concentravano abbastanza sulle misure di sicurezza.”Grok”, si legge sul sito di xAI, “è un’intelligenza artificiale modellata sulla Guida galattica per gli autostoppisti, concepita per rispondere a praticamente qualsiasi cosa e, ancor più difficile, suggerire persino quali domande fare. Grok è progettato per rispondere alle domande con un pizzico di spirito e ha una vena ribelle, quindi per favore non usarlo se non ti piace l’umorismo”. La caratteristica principale? “Un vantaggio unico e fondamentale di Grok è che ha conoscenze in tempo reale del mondo tramite X. Risponderà anche a domande piccanti che vengono respinte dalla maggior parte degli altri sistemi di intelligenza artificiale”.

La situazione di OpenAI

Il rivale di San Francisco, OpenAI, ha raccolto circa 13 miliardi di dollari solo da Microsoft. Anche altre start-up come Anthropic e Cohere hanno raccolto miliardi di dollari da aziende come Google, Amazon e i principali gruppi di venture capital della Silicon Valley. Anche Musk era in OpenAI, ma si è allontanato nel 2018 a causa di disaccordi con l’amministratore delegato Sam Altman.  OpenAI sta attuando una vendita secondaria di alcune azioni dei suoi dipendenti in un accordo che valuta l’azienda con sede a San Francisco a 86 miliardi di dollari.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Per altri contenuti iscriviti alla newsletter di Forbes.it CLICCANDO QUI .

Forbes.it è anche su WhatsApp: puoi iscriverti al canale CLICCANDO QUI .