Skin
Enrico Galliera cmo Ferrari, direttori marketing più influenti
Forbes Lists

La classifica dei 50 direttori marketing più influenti del 2024: c’è anche Enrico Galliera di Ferrari

C’è anche un manager italiano nella classifica dei 50 direttori marketing più influenti del 2024 secondo Forbes. Stiamo parlando di Enrico Galliera di Ferrari. Insieme al resto del gruppo dirigente dell’azienda, ancora oggi uno dei marchi più riconosciuti e prestigiosi al mondo, ha avuto infatti il merito di “favorire e promuovere l’esclusività del brand, limitando il numero di vetture in produzione”.

Enrico Galliera tra i 50 cmo scelti da Forbes

Decisivo nella scelta anche un altro punto cardine della strategia della società: possedere una Ferrari non conferisce il diritto di farne ciò che si vuole. Basti pensare, come spiega Forbes, che vip del calibro di Justin Bieber e Kim Kardashian sono stati inseriti nella lista nera del marchio, “per alterazioni non autorizzate e uso improprio delle auto”.

Galliera, inoltre, sta continuando a lavorare su un aspetto fondamentale: che la domanda sia sempre superiore all’offerta. E non è un caso se Ferrari nel 2023 ha registrato ricavi netti in crescita del 17,2% rispetto all’anno precedente e al 7 giugno in Borsa riportava un aumento del 39% delle sue azioni. Peraltro, non dimentichiamo che, tra le grandi operazioni di marketing, ha anche annunciato l’ingresso nel suo team di Formula 1 di Lewis Hamilton.

LEGGI ANCHE: “La classifica dei 100 brand italiani che valgono di più: Gucci ancora primo, Ferrari in forte crescita”

Il podio

Al primo posto in classifica c’è Marian Lee, cmo di Netflix, la più grande società di servizi di streaming al mondo e una delle più influenti dal punto di vista culturale. “Il suo lavoro è visibile e la sua influenza arriva in 190 paesi in tutto il mondo”, spiega Forbes.com. Peraltro, la società ha recentemente registrato una crescita annuale degli abbonati del 9% e una crescita dei ricavi di quasi il 15% per il periodo terminato a marzo. Al 7 giugno, la capitalizzazione di mercato di Netflix è aumentata di oltre il 56% su base annua.

Al secondo posto troviamo Tariq Hassan, direttore marketing e customer experience di McDonald’s. Convinto che “quando la cultura chiama, devi rispondere”, Hassan e il suo team di marketing “hanno creato un dialogo continuo sia con i fan del marchio che con i suoi consumatori più occasionali, contribuendo a garantire una crescita delle vendite nello stesso negozio per 15 trimestri consecutivi”. Inoltre, settimane fa, gli Effies hanno insignito McDonald’s del titolo di brand americano più efficace. Per l’anno fiscale 2023, la crescita delle vendite negli Stati Uniti è stata dell’8,7% su base annua.

Chiude il podio Frank Cooper III, cmo di Visa da maggio 2022. “Da quando è arrivato da BlackRock, Cooper ha spostato il focus strategico e le strategie del brand verso l’idea di riuscire a ‘migliorare la vita delle persone’. Una missione importante per Visa, che ha una quota di mercato di quasi il doppio rispetto al suo concorrente diretto. Secondo l’ultimo rapporto sugli utili, la società ha riportato una crescita dell’8% del volume dei pagamenti a livello globale e una crescita di quasi il 10% dei ricavi rispetto allo stesso periodo dello scorso anno. Al 7 giugno, le sue azioni erano in crescita del 25% su base annua.

Il metodo

Realizzata insieme a Sprinklr e con i dati e le analisi supplementari essenziali fornite da LinkedIn, la classifica dei 50 direttori marketing più influenti al mondo è stata redatta da Forbes adottando “un approccio ampio, sfaccettato e rigoroso, basato sui dati, che ha portato ad analizzare quasi 8 miliardi di dati individuali”. Anche in considerazione del fatto che oggi il marketing è decentralizzato, disaggregato, democratizzato e, troppo spesso, isolato all’interno delle imprese, pur avendo il compito di determinare l’allocazione ottimale delle risorse e di creare e catturare la domanda, obiettivo molto complesso nell’attuale contesto storico, dove le sfide sono all’ordine del giorno. Dalle condizioni socioeconomiche perennemente incerte all’esponenziale progresso tecnologico. Fino ad arrivare alla creazione di una nuova generazione di consumatori, al trasferimento generazionale della ricchezza e ai sentiment contrastanti.

La classifica dei 50 direttori marketing più influenti

Di seguito la classifica completa dei 50 cmo più influenti al mondo secondo Forbes.

  1. Marian Lee (Netflix, Usa)
  2. Tariq Hassan (McDonald’s, Usa)
  3. Frank Cooper III (Visa, Usa)
  4. William Bianco (Walmart, Usa)
  5. Asmita Dubey (L’Oréal, Francia)
  6. Greg Joswiak (Apple, Usa)
  7. Marcel Marcondes (AB inBev, Belgio)
  8. Chris Davis (New Balance, Usa)
  9. Tim Ellis (National Football League, Usa)
  10. Linus Karlsson (Ikea, Svezia)
  11. Asad Ayaz (The Walt Disney Company, Usa)
  12. Matilde Delhoume (LVMH, Francia)
  13. Esi Eggleston Bracey (Unilever, Regno Unito)
  14. Zach Kitschke (Canva, Australia)
  15. Andrea Mallard (Pinterest, Usa)
  16. Chris Tung (Alibaba, Cina)
  17. Manuel (Manolo) Arroyo (The Coca-Cola Company, Usa)
  18. Kofi Amoo-Gottfried (DoorDash, Usa)
  19. Alex Schultz (Meta, Usa)
  20. Carla Zakhem-Hassan (JPMorgan Chase, Usa)
  21. Detlev Von Platen (Porsche, Germania)
  22. Alicia Tillman (Delta Airlines, Usa)
  23. Olivier Bialobos (Dior, Francia)
  24. Lennard Hoornik (Jaguar Land Rover, Regno Unito)
  25. Cristina Diezhandino (Diageo, Regno Unito)
  26. Hildegard Wortman (Audi, Germania)
  27. Jill Kramer (Accenture, Irlanda)
  28. Tammy Henault (Nba, Usa)
  29. Sumit Virmani (Infosys, India)
  30. Jonathan Bottomley (Calvin Klein, Usa)
  31. Marissa Jarratt (7-Eleven, Usa)
  32. Heidi Cooley (Crocs, Usa)
  33. Ulrich Klenke (Deutsche Telekom, Germania)
  34. Don McGuire (Qualcomm, Usa)
  35. Fiona Carter (Goldman Sachs, Usa)
  36. Jane Wakely (Pepsi, Usa)
  37. Lara Balazs (Intuit, Usa)
  38. Lisa Roath (Target, Usa)
  39. Patricia Corsi (Bayer, Germania)
  40. Kenneth Mitchell (Levi Strauss & Co, Usa)
  41. Taylor Montgomery (Taco Bell, Usa)
  42. Arnaud Carrez (Cartier, Francia)
  43. Andreas (Drew) Panayiotou (Pfizer, Usa)
  44. Julia White (Sap, Usa)
  45. Carrie Palin (Cisco, Usa)
  46. Enrico Galliera (Ferrari, Italia)
  47. Chris Leong (Schneider Electric, Francia)
  48. Mike Katz (T-Mobile)
  49. Sofia Colucci (Molson Coors, Usa)
  50. Jonathan Adashek (IBM, Usa)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Per altri contenuti iscriviti alla newsletter di Forbes.it CLICCANDO QUI .

Forbes.it è anche su WhatsApp: puoi iscriverti al canale CLICCANDO QUI .