Skin
Arcangeli-Otovo
Responsibility

Come questo marketplace aiuta i suoi clienti a trovare soluzioni per l’efficientamento energetico

Articolo tratto dal numero di giugno 2024 di Forbes Italia. Abbonati!

Otovo è in Italia da poco più di tre anni, ma è già diventata un punto di riferimento per l’efficientamento energetico nel Paese. L’azienda, un marketplace originario della Norvegia, offre un sistema innovativo che seleziona la soluzione ottimale per ciascun cliente, tenendo conto anche degli aspetti economici e cercando di mantenere il processo semplice e senza costi aggiuntivi, come quelli per un sopralluogo.

Il tutto avviene digitalmente tramite il sito web, in cui, grazie al sistema piattaforma di Otovo, viene presentata al cliente l’offerta migliore tra tutti gli installatori disponibili nella zona. Sul sito il cliente può calcolare un preventivo personalizzato selezionando il proprio tetto dal motore di ricerca, per poi essere contattato da un consulente energetico per la stesura del preventivo secondo i propri consumi e il proprio fabbisogno energetico.

Infine, può caricare le foto necessarie all’apertura della propria pratica personale sul portale di riferimento. Dopo un periodo – di solito di un mese – un installatore si presenta direttamente a casa del cliente e in un paio di giorni completa il montaggio dell’impianto sul tetto dell’abitazione.

Dai pannelli solari alle pompe di calore

L’attenzione di Otovo al cliente e alla qualità dell’operato nel processo è valsa un punteggio di 4,5 su Google e Trustpilot. Otovo è convinta che la rivoluzione del green in Europa debba necessariamente partire dalla casa: “Il settore residenziale in Europa contribuisce al 36% delle emissioni di gas nocivi, aggravando le condizioni di insalubrità dell’aria nelle nostre città”, spiega il general manager dell’azienda, Giorgio Arcangeli.

Otovo offre una soluzione completa per l’efficientamento energetico, per far fronte ai problemi legati alle emissioni di CO2 e all’oscillazione dei prezzi dell’energia: un’offerta che spazia da pannelli solari a pompe di calore, fino alle colonnine di ricarica per le auto elettriche, presentandosi come il principale player nel settore residenziale.

“Otovo si distingue per la copertura paneuropea, per la specializzazione nel settore residenziale, per il processo digitale con la possibilità di calcolare un preventivo in meno di un minuto”, spiega Arcangeli. L’azienda offre anche una garanzia sull’installazione di dieci anni (superiore ai due previsti dalla legge in vigore), da aggiungere a quelle sul materiale fotovoltaico fornita dai produttori di oltre 25 anni, e collabora con installatori locali certificati.

Una combinazione di tecnologie green

Otovo-efficientamento-energetico

Il Centro Studi Otovo ha riunito i suoi esperti di catene di fornitura, esg, tecnologia e politica per prevedere cosa accadrà sul mercato energetico europeo per il 2024. Secondo la società, i prezzi dell’energia aumenteranno fino a un terzo, mentre quelli delle fonti solari si sono già dimezzati nel corso di quest’anno.

Il tutto mentre le batterie di accumulo continueranno la propria ascesa, con costi più stabili e accessibili. “Il trend determinante per l’efficientamento energetico nel 2024 sarà la combinazione delle tecnologie green”, spiega Arcangeli, utilizzando due esempi:

“Un’auto elettrica alimentata da energia solare può ridurre il costo per chilometro fino a 14 volte rispetto a un veicolo a motore endotermico, mentre le pompe di calore abbinate ai pannelli solari possono ridurre i consumi energetici combinati fino all’83%”.

Anche per quanto riguarda le pompe di calore, le stime per il resto dell’anno in Italia sono ottimistiche: Otovo prevede prezzi più stabili e convenienti per il cliente finale, anche grazie all’incentivo del Conto Termico, che l’azienda sconta direttamente dal pagamento.

Otovo: una crescita a doppia cifra

Inoltre si assiste a una crescita di tecnici e operai installatori sempre più formati sulle nuove tecnologie, una reperibilità dei materiali di costruzione sempre più semplice e diffusa e una consapevolezza dei vantaggi energetici in netto aumento tra il pubblico.

E di fronte a questo panorama, fin dove vuole arrivare Otovo? Secondo Arcangeli, l’obiettivo è continuare a seguire la strada tracciata, offrendo “la migliore combinazione possibile al settore residenziale di prodotti come un impianto fotovoltaico, una pompa di calore e un ev charger”.

I dati danno ragione alla società: “La crescita a doppia cifra che osserviamo internamente delle pompe di calore e delle colonnine di ricarica elettrica e l’adozione quasi totale da parte dei nostri clienti di un sistema solare integrato a una batteria ci confermano che siamo sulla buona strada”.

Un sistema di gestione dell’energia intelligente

A migliorare ulteriormente il grado di adozione delle nuove tecnologie offerte da Otovo sarà l’implementazione di strumenti di gestione e monitoraggio dell’energia capaci di rendere le nostre case nuovi hub energetici. Al riguardo, Otovo è in procinto di lanciare un sistema di gestione dell’energia intelligente (HemsHome Energy Management System),che, secondo Arcangeli, “permetterà una gestione integrata di tutti i dispositivi e dell’impianto elettrico del cliente, contribuendo così a massimizzare l’efficienza e il risparmio energetico”.

E poi ci saranno “gli incentivi previsti per lo sviluppo delle comunità energetiche”, nota il general manager, che “contribuiranno a promuovere ulteriormente l’efficientamento energetico a livello locale”. Anche in questo caso, Otovo si sta impegnando per essere in prima linea e “offrire supporto a tutti i clienti nell’ambito delle comunità energetiche, facilitando il processo di creazione o adesione a una comunità energetica rinnovabile e fornendo l’installazione degli impianti necessari”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Per altri contenuti iscriviti alla newsletter di Forbes.it CLICCANDO QUI .

Forbes.it è anche su WhatsApp: puoi iscriverti al canale CLICCANDO QUI .