Nvidia
Investments

Il titolo Nvidia rimbalza e torna sopra i 3.000 miliardi di capitalizzazione

Questo articolo è apparso su Forbes.com

Martedì le azioni di Nvidia si sono leggermente riprese dopo un massiccio sell-off di tre giorni, chiudendo in rialzo di oltre il 6%. La capitalizzazione di mercato è tornata sopra i 3.000 miliardi di dollari in seguito al crollo che ha posto fine alla sua breve posizione di società quotata di maggior valore al mondo.

Fatti principali

  • Le azioni di Nvidia hanno chiuso in rialzo di oltre il 6% a 126,09 dollari, riprendendosi dal calo delle azioni di lunedì che ne ha portato il prezzo a 118,11 dollari.
  • La capitalizzazione di mercato di Nvidia ha raggiunto i 3.100 miliardi di dollari dopo aver chiuso a 2.900 miliardi di dollari lunedì, l’unico giorno in cui è stata scambiata sotto i 3.000 miliardi di dollari dall’11 giugno.
  • Le azioni di Nvidia hanno ancora molta strada da fare prima di tornare al prezzo pre-svendita (135,58 dollari), che ha reso per breve tempo il produttore di chip l’azienda con il maggior valore al mondo, davanti a Microsoft e Apple.
  • La capitalizzazione di mercato del produttore di chip è ancora dietro ad Apple (3.200 miliardi di dollari) e Microsoft (3.300 miliardi di dollari), le cui azioni martedì hanno chiuso in rialzo di una frazione di punto percentuale.

Sullo sfondo

Il recente calo del prezzo delle azioni di Nvidia non ha avuto un chiaro catalizzatore, sebbene si sia materializzato dopo un rally estremamente forte da inizio anno. Nonostante il calo, le azioni Nvidia sono aumentate di oltre il 150% dall’inizio dell’anno, quando venivano scambiate per circa 48 dollari. Le azioni della società venivano scambiate a 1.210 dollari per azione prima che un frazionamento azionario 10 per 1 le portasse a 120 dollari per azione.

L’ascesa di Nvidia è stata alimentata da una mania per l’intelligenza artificiale che ha innescato una domanda sfrenata per i chip e le unità di elaborazione grafica dell’azienda, in particolare da parte di altre colossi tecnologici come Microsoft, Meta e Amazon.

LEGGI ANCHE: “Jensen Huang, l’ex cameriere scappato dalla Thailandia e diventato miliardario coi microchip”

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Per altri contenuti iscriviti alla newsletter di Forbes.it CLICCANDO QUI .

Forbes.it è anche su WhatsApp: puoi iscriverti al canale CLICCANDO QUI .