Intel

Intel
Share

Quella del cambiamento climatico è una sfida ambientale, economica e sociale di tale portata che, per affrontarla, è necessaria un’azione comune da parte di organizzazioni, settori industriali, governi e comunità locali. Intel ha definito nuove strategie globali che ampliano il suo impegno nelle risorse, nelle competenze e nella portata, coinvolgendo tutto l’ecosistema della tecnologia, e non solo. Tra gli obiettivi 2030 ci sono il 100% di approvvigionamento energetico da fonti rinnovabili e zero sprechi in ogni attività produttiva dell’azienda, il raddoppio della presenza di donne e minoranze sottorappresentate in ruoli dirigenziali, un aumento di programmi per la salvaguardia dei diritti umani. Inoltre, in un momento di emergenza come quello attuale, Intel collabora con diversi partner nel settore sanitario per applicare la tecnologia a iniziative strategiche di produzione, trasporti e assistenza sanitaria.
Intel collaborerà anche con i produttori di computer per creare l’informatica a emissioni zero: realizzerà insieme ai suoi partner il computer più sostenibile e più efficiente, dal punto di vista energetico, del mondo, eliminando carbonio, consumo d’acqua e rifiuti nella sua produzione e nel suo funzionamento.

CONTATTI

Contatti: 2200 Mission College Blvd., Santa Clara, CA 95054-1549, USA
Web: https://www.intel.it/content/www/it/it/corporate-responsibility/corporate-responsibility.html

OBIETTIVI
Obiettivo 3
Obiettivo 5
Obiettivo 6
Obiettivo 7
Obiettivo 8
Obiettivo 9
Obiettivo 10
Obiettivo 12
Obiettivo 13
Nicola Procaccio di Intel tra le 100 eccellenze Forbes nella CSR
Personaggi ed interpreti

“Intel è impegnata ad attuare e ad accelerare, per tutto il settore, l’adozione di pratiche responsabili, inclusive e sostenibili in aree chiave delle attività aziendali e nella supply chain”, dichiara Nicola Procaccio, Italy country lead di Intel. “Siamo pronti a collaborare per affrontare le sfide sociali e ambientali globali e rivoluzionare il modo in cui la tecnologia può migliorare salute, sicurezza e diventare pienamente inclusiva”.

Share
Contenuto precedente
Contenuto successivo