Osai Automation

Share

Prodotti di alta tecnologia tutti italiani. Così si presenta Osai Automation System, azienda fondata nel 1991 da Carlo Ferrero che opera nel settore dell’automazione dei processi industriali. Il quartier generale si trova a Parella, in provincia di Torino e si contano tre filiali estere in Germania, Cina e Stati Uniti d’America. Ogni sede è affiancata da 47 partner commerciali per rivendita e assistenza, contribuendo con un supporto globale, rapido ed efficiente. La particolarità che ha reso Osai così apprezzata è la qualità dei prodotti offerti, che si sposano con ogni esigenza del cliente. È uno dei pochi player al mondo in grado di offrire soluzioni su misura per automatizzare processi industriali rivolti ai mercati dell’assemblaggio. Il fatturato nel 2020 è stato di 32 milioni di euro, con una crescita del 12,7% dal 2007 al 2020, le vendite avvengono in oltre 30 Paesi. L’export rappresenta l’83%. Osai impiega 185 dipendenti dislocati su 6.500 metri quadrati di area produttiva. A fine 2020 si è quotata in Borsa a Milano.

CONTATTI

Via della Cartiera 4 - Parella (To)
Tel. 012 5668311
Email: [email protected]

Personaggi ed interpreti

Mirella Ferrero, diplomata in ragioneria a Torino, iscritta all’Albo dei consulenti finanziari dal 1997 e con una certificazione per financial advisor e financial planner ottenuta all’Università di Pisa, è il presidente del consiglio di amministrazione di Osai di cui è anche membro fondatore e ne ha preso il timone dopo l’improvvisa scomparsa del fratello Carlo. È inoltre dirigente di Banca Generali dove in precedenza ha ricoperto anche la figura di private baker e specialista gestione crediti.

Il punto forte

Il punto forte di Osai è senza dubbio la capacità di venire incontro a ogni esigenza del cliente nel processo produttivo. La flessibilità e le competenze di Osai gli permettono di costruire qualunque soluzione su misura, questo dinamismo la pone come una delle poche aziende al mondo in grado di farlo nel settore della micromeccanica, elettronica e semiconduttori. Nell’ultimo anno Osai è avanzata anche nel settore della green mobilty. L’idea del futuro è di sviluppare un prototipo per dissaldare terre rare e metalli preziosi da componenti elettronici e poterli riusare sulle schede verdi,inserendo una novità nel mondo del riciclo.

Share
Contenuto precedente
Contenuto successivo