Torre del Saracino

Migliori ristoranti italiani: Torre del Saracino tra le 100 Eccellenze Italiane per Forbes
Share

Un tempo torre di avvistamento degli invasori, oggi è parte del fascino del ristorante, a cui si accede proprio attraverso questo pezzo di storia. Il bianco delle pareti crea un’atmosfera rilassante e sofisticata, mentre l’azzurro del mare che si respira ovunque dà ritmo e movimento alla bellezza della cucina di un grande chef. Il Vesuvio resta sullo sfondo a ricordare la verve dello chef Gennarino Esposito e la sua cucina: piatti di una volta riveduti con una lettura moderna. Un menu di carattere, ricco di proposte, che non perde mai finezza ed eleganza. La sua guida resta la tradizione, il suo estro delicato lo porta alla più spensierata innovazione. Ad accogliere il cliente il calore del personale, in un’atmosfera di grande convivialità che si concretizza nei piatti.

Migliori ristoranti italiani: Torre del Saracino tra le 100 Eccellenze Italiane per Forbes
Personaggi ed interpreti

Nato nel 1970 a Vico Equense, dopo il diploma all’Istituto alberghiero e una lunga gavetta Gennarino Esposito diventa allievo di Gianfranco Vissani. A Parigi e alla corte di Alain Ducasse impara il rigore e la disciplina, riportandola nel suo Sud. Nel 1999 apre il ristorante La Torre del Saracino, premiato nel 2001 con la prima stella Michelin; in attesa della seconda nel 2008, riceve numerosi premi per la sua arte culinaria.

L'abbiamo scelto perché

Faro della gastronomia del Sud Italia, è tra i fautori di un nuovo corso della cucina tra riscoperta delle tradizioni e coraggio nella contaminazione.

Share
Contenuto precedente
Contenuto successivo