Seguici su
Business 18 Febbraio, 2020 @ 11:46

Intesa Sanpaolo tenta la scalata e Ubi decolla in Borsa, tonfo per Bper

di Massimiliano Carrà

Staff

Leggi di più dell'autore
chiudi
Il grattacielo di Intesa Sanpaolo a Torino
Il grattacielo di Intesa Sanpaolo progettato da Renzo Piano a Torino
(© Giorgio Perottino)

Intesa Sanpaolo sorprende tutti e tenta l’assalto a Ubi Banca. Ieri notte, infatti, la banca guidata da Carlo Messina ha sconvolto i sonni del mercato bancario e degli investitori lanciando un’offerta pubblica di scambio volontaria e totalitaria proprio su Ubi banca. Una mossa quella da parte da Intesa Sanpaolo e dal suo cda che arriva all’indomani della presentazione del nuovo piano industriale al 2022 da parte di Ubi che prevede, tra l’altro, 2000 esuberi.

È importante evidenziare che l’offerta di Intesa Sanpaolo per rilevare la totalità delle azioni di Ubi Banca non era concordata e ambisce, secondo quanto spiega in un comunicato la banca guidata da Messina, “a rafforzare il profilo del gruppo come principale operatore bancario in Italia”.

Intesa Sanpaolo-Ubi Banca: le reazioni in Borsa

Oltre ad aver attirato l’attenzione del mercato bancario italiano, l’offerta pubblica di scambio volontaria e totalitaria presentata da Intesa Sanpaolo sta monopolizzando l’interesse degli investitori e della Borsa Italiana.  Questa mattina dopo che il titolo Ubi banca è stato sospeso dalle contrattazioni per eccesso di rialzo, nel momento in cui si scrive sta volando e sta facendo registrare una crescita del 28%. Il prezzo delle azioni è infatti passato da 3,49 euro per azione (registrato alla chiusura della seduta di Borsa di ieri) a 4,26 euro per azione.

L’andamento positivo in Borsa del titolo Ubi però non è limitato solamente ad oggi. Nel giro di poco meno di un mese, precisamente dal 31 gennaio al 17 febbraio, le azioni sono andate incontro a un rialzo del 29,2%. Ciò significa che, includendo il guadagno di oggi, il titolo Ubi banca in 18 giorni è cresciuto del 57%.

A festeggiare però non sono solamente gli investitori di Ubi banca, ma anche quelli di Intesa Sanpaolo. Il titolo della banca guidata da Messina (anch’esso quotato sul FTSE Mib) sta facendo registrare al momento della scrittura una crescita del 2%, con il prezzo delle azioni che è passato da  2,45 euro per azione a 2,58 euro per azione.  Come nel caso di Ubi banca, anche la crescita del titolo di Intesa Sanpaolo non è limitata ad oggi, anzi. Dal 31 gennaio (quando il prezzo delle azioni si attestava a 2,24 euro per azione) ad oggi il primo gruppo bancario italiano in Borsa è andato incontro a un rally positivo del 15%.

Tonfo in Borsa invece per Bper

E se da una parte Intesa Sanpaolo e Ubi banca volano in Borsa, lo stesso non si può dire per Bper banca, anch’essa coinvolta nella maxi operazione. Quotato sul principale listino di Piazza Affari, il titolo della banca emiliana sta infatti cedendo il 7,67%. Se ieri alla chiusura delle contrattazioni di Borsa il prezzo delle azioni era di 4,64 euro per azione, oggi si attesta a 4,28 euro per azione. Ciò dimostra che gli investitori non sono convinti del ruolo che giocherebbe Bper. Per evitare contestazioni da parte dell’Antitrust infatti la banca emiliana potrebbe acquisire 500 filiali di Ubi.

Nel complesso, invece, positive le reazioni in Borsa di Unipol e UnipolSai, quest’ultima direttamente coinvolta nell’operazione. Come nel caso di Bper, per evitare contestazioni da parte dell’Antitrust, UnipolSai Assicurazioni ha sottoscritto con Intesa un accordo per l’acquisizione di rami d’azienda riferibili a una o più compagnie assicurative attualmente partecipate da Ubi Banca (BancAssurance Popolari, Lombarda Vita e Aviva Vita).

I dettagli dell’operazione Intesa Sanpaolo-Ubi banca

Entrando nel merito dell’operazione che porterebbe Intesa Sanpaolo ad acquisire la totalità delle azioni di Ubi Banca, il primo gruppo bancario italiano – nel comunicato stampa diramato – ha dichiarato che per ogni 10 azioni di Ubi banca portate in adesione all’offerta saranno corrisposte 17 azioni ordinarie di Intesa Sanpaolo di nuova emissione, valorizzando quindi Ubi 4,86 miliardi di euro.

La cifra corrisponde ad un premio del 27,6% sui valori di Borsa di venerdì 14 febbraio pari a 3,3333 euro. Il cda di Intesa Sanpaolo sottoporrà all’assemblea straordinaria (convocata per il 27 aprile), la proposta di aumento di capitale a servizio dell’offerta.