Seguici su
Forbes Italia 26 Novembre, 2019 @ 2:45

Morgan torna al Cenacolo Artom

di Forbes.it

Staff

La redazione di Forbes.Leggi di più dell'autore
chiudi

A Cenacolo Artom Morgan

Torna domani sera, mercoledì 27 novembre, alle 21.00 su BFC (canale 511 di Sky e 61 di TiVuSat) il Cenacolo, il talk show che porta la firma dell’imprenditore Arturo Artom. Ispirato al format di Cenacolo Artom, che da anni ospita leader provenienti da differenti settori, dall’arte al design, dall’imprenditoria allo spettacolo, il talk narra in 24 minuti una esperienza di successo dal mondo imprenditoriale e manageriale.

Questo diciassettesimo appuntamento è in realtà la seconda parte dell’incontro tra Arturo Artom e Marco Castoldi, in arte Morgan (guarda qui la prima parte). Eh sì, perché, per la prima volta nella storia del Cenacolo, il nostro padrone di casa ha ritenuto opportuno dilatare il tempo da dedicare al proprio ospite per carpire al meglio le ispirazioni che un grande artista può offrire al mondo delle aziende e come queste due realtà, arte e impresa, possono entrare in contatto oggi.

Come i mecenati del Rinascimento, le imprese più sensibili si rivolgono all’arte per elaborare nuovi modi di raccontare il proprio know-how attraverso la realizzazione di contenuti attraenti e originali. La creatività si trasforma così in uno strumento in grado di aumentare competitività, engagement e potenziale innovativo. Un esempio su tutti: l’iconica bottiglietta a cono rovesciato disegnata da Fortunato Depero per Davide Campari nel 1932.

Ma come far incontrare artisti e imprenditori in maniera diretta, senza filtri? Nell’era della grande rivoluzione digitale che stiamo tutti vivendo, o forse, inconsapevolmente subendo, Morgan, come un Prometeo contemporaneo, ha carpito il potenziale buono aggrovigliato nei cavi della rete e l’ha restituito a noi nelle vesti del progetto MorganDOC.

MorganDoc a Cenacolo Artom

DOC è l’acrostico di “Daily Online Creativity” o, tradotto in italiano, “Distributore di Oggetti della Creatività”. Si tratta di una piattaforma online in grado di presentare in maniera chiara tutti gli “oggetti” che possono essere generati dalla sua creatività poliedrica che si manifesta attraverso l’arte della musica, del teatro, della grafica e delle parole, o da un mix di queste. Un luogo virtuale dove poter incontrare Morgan e farsi ispirare dalle sue creazioni o commissionare un “oggetto” (un libro, una canzone, un videoclip, o altro) per reinventare magari l’immagine di un marchio.

DOC è un’intuizione, un progetto in grado di cavalcare, senza esserne oppressi, la grande rivoluzione tecnologica, dando al mondo delle pillole, e non solo, di creatività. Questo può essere un qualcosa di ispirazionale per tutti, perché ognuno di noi ha un “DOC” col quale entrare in contatto e bisogna trovare il modo di tirarlo fuori”, commenta Artom.

Rivedi qui tutte le puntate di Cenacolo Artom

Forbes Italia 20 Novembre, 2019 @ 3:00

Le sliding doors di Morgan questa sera a Cenacolo Artom su BFCVideo

di Forbes.it

Staff

La redazione di Forbes.Leggi di più dell'autore
chiudi

Cenacolo Artom: Arturo Artom intervista Marco Castoldi in arte Morgan

Torna stasera alle 21.00 su BFC (canale 511 di Sky e 61 di TiVuSat) il Cenacolo, il talk show che porta la firma dell’imprenditore Arturo Artom. Ispirato al format di Cenacolo Artom, che da anni ospita leader provenienti da differenti settori, dall’arte al design, dall’imprenditoria allo spettacolo, il talk narra in 24 minuti una esperienza di successo dal mondo imprenditoriale e manageriale.

In questo sedicesimo appuntamento Arturo Artom ospita Marco Castoldi, in arte Morgan, cantautore, polistrumentista, compositore, scrittore e personaggio televisivo, nonché fondatore dei Bluvertigo, gruppo musicale italiano dallo stile inconfondibile che ha ispirato moltissime band e musicisti. Si tratta in realtà della prima parte di un incontro che, per la quantità di contenuti ispiratori, è stato suddiviso in due puntate.

Quel pianoforte in casa come parte indispensabile dell’arredamento, le canzoni ascoltate da bambino in macchina ininterrottamente sino ad impararne la sequenza, la capacità innata di entrare in connessione con la musica e trasformare le note nella propria personale forma espressiva, tutto questo, e molto di più, ha forgiato la personalità di Marco Castoldi, ma nulla sarebbe stato, nulla sarebbe accaduto, senza l’ingrediente della passione. Una passione caparbia a tal punto da trasformare un evento tragico come il suicidio del padre in un momento di svolta.

Apprendere, perfezionarsi nella musica, ma allo stesso tempo completare gli studi classici, mangiare, sostenere sé e aiutare anche la famiglia sino a riacquistare la casa alla madre. Marco non si è mai fermato, ha sempre creato, e se non era musica erano le occasioni per farla. E come in un sogno americano l’incontro col primo produttore a soli 16 anni e le collaborazioni internazionali. Per poi ricadere e rialzarsi ancora nei panni di Morgan dei Bluvertigo. E ancora buio e luce che si alternano senza perdere però mai la grande gioia di essere liberi. Liberi di fare ciò che si ama, dando forma al quel disegno primordiale unico e irripetibile accennato su ognuno di noi con una matita sottile che lui però ha trasformato in un segno indelebile, abbracciandolo come ragione di vita.

Una storia che ispira, che ci spinge a non mollare mai i nostri sogni di bambino, che ci sprona a combattere sempre per ciò in cui crediamo, per ciò che amiamo, anche in una società che va così veloce da non lasciare spesso spazio per affermare il nostro io più profondo. Perché, come ha scritto la poetessa polacca, già Premio Nobel per la letteratura nel 1996, Wisława Szymborska:  “L’ispirazione non è un privilegio dei poeti o degli artisti in genere. C’è, c’è stato e sempre ci sarà un gruppo di individui visitati dall’ispirazione. Sono tutti quelli che coscientemente si scelgono un lavoro e lo svolgono con passione e fantasia.”.

Rivedi qui tutte le puntate di Cenacolo Artom