Seguici su
Trending 5 Aprile, 2020 @ 10:30

La Svezia ha affidato alla responsabilità dei singoli il contenimento del Coronavirus. Può funzionare?

di Forbes.it

Staff

La redazione di Forbes.Leggi di più dell'autore
chiudi
Svezia
(Shutterstock)

Articolo di Carlie Porterfield apparso su Forbes.com

La Svezia sta adottando una strategia più liberale per combattere il coronavirus rispetto ai suoi vicini europei. Mentre i casi confermati e le morti aumentano, alcuni svedesi chiedono al governo di ripensare la strategia del paese.

  • A differenza del resto del continente, le persone in Svezia fino a venerdì erano ancora autorizzate a frequentare i ristoranti, farsi tagliare i capelli e persino mandare a scuola bambini di età inferiore ai 16 anni .
  • Fa tutto parte del piano svedese che si concentra sull’auto-responsabilità mentre il governo rivolge la sua attenzione all’isolamento e al trattamento dei pazienti con coronavirus confermati, oltre che a diffusi ordini di ricovero sul posto .
  • L’epidemiologo capo svedese Anders Tegnell ha espresso scetticismo sull’applicazione di un periodo di blocco prolungato. Sono stati messi al bando assembramenti di 50 o più persone e agli svedesi è stato detto di evitare viaggi non necessari, ma si tratta di restrizioni relativamente rilassate rispetto ad altri paesi europei che stanno chiudendo le scuole e limitando la circolazione quotidiana .
  • Il governo ha invece enfatizzato una serie di linee guida, come incoraggiare un aumento del lavaggio delle mani, il distanziamento sociale e la limitazione dei contatti con persone vulnerabili, come quelle con più di 70 anni.
  • I numeri recenti mostrano che gli svedesi sembrano seguire le linee guida sul distanziamento sociale anche quando non sono richieste dalla legge. Il numero di passeggeri sui trasporti pubblici nella capitale è diminuito della metà , e i sondaggi indicano che la metà dei residenti sta lavorando da casa.
  • Tuttavia, alcuni critici affermano che le persone hanno bisogno di linee guida più rigorose da seguire poiché sia ​​le morti che i nuovi casi sono aumentati nell’ultima settimana. Il mese scorso, oltre 2.000 accademici hanno firmato una lettera aperta  per chiedere misure più severe da parte del governo.

Citazione cruciale: “È importante avere una politica che possa essere sostenuta per un lungo periodo, il che significa rimanere a casa se si è malati”, ha detto Tegnell . “Bloccare le persone a casa non funzionerà nel lungo termine. Prima o poi le persone usciranno comunque ”.

Contesto di fondo: l’agenzia sanitaria svedese ha segnalato 612 nuovi casi solo venerdì, portando il totale nazionale a circa 6.000. Lo stesso giorno, il bilancio delle vittime ha raggiunto il numero di 333. Tra le 25 e le 30 persone sono morte ogni giorno. Stoccolma ha sperimentato il maggior numero di casi di coronavirus, pari a oltre la metà delle vittime di tutto il paese, secondo Reuters CRI.

A cosa guardare: se i casi di coronavirus aumenteranno nelle prossime settimane. Secondo il Daily Mail, uno statistico in Svezia ha affermato che metà della popolazione potrebbe infettarsi ad aprile.

Fatto degno di nota: secondo i dati di YouGov, la Svezia è il paese meno impaurito dalla pandemia di coronavirus, con solo il 31% dei cittadini che hanno paura “molto” o “un po’” di contrarre il virus.

Lifestyle 29 Ottobre, 2019 @ 3:00

In questo albergo svedese puoi guardare l’aurora boreale dalla tua suite

di Forbes.it

Staff

La redazione di Forbes.Leggi di più dell'autore
chiudi
(arcticbath.se)

Vivere il fascino di uno degli spettacoli naturali più belli del mondo, l’aurora boreale, direttamente dalla propria camera da letto. Succede se decidete di soggiornare all’Arctic Bath, hotel di lusso svedese. Da un lato il design minimal, tipico di questo angolo di Lapponia, dall’altro l’interessante forma circolare e galleggiante (la struttura si adagia sul fiume Lule, nel cuore della parte svedese della Lapponia). Da lontano, sembra quasi un groviglio di tronchi e durante l’inverno si ricopre di neve offrendo uno spettacolo ancora più suggestivo.

Costruito nel 2018 secondo una filosofia green, per raggiungere questo rifugio, al cui interno ci sono anche una lounge room e un ristorante, bisogna attraversare un ponte in legno che conduce al centro del fiume. Ci sono sei camere e sei suite, ciascuna dotata di caminetto, che possono ospitare al massimo 12 persone. Al posto di un convenzionale tetto in legno, al centro della struttura si trova una piscina all’aperto, dove i più coraggiosi potranno tuffarsi dopo la sauna.

Ma torniamo allo spettacolo dell’aurora boreale, perché uno dei punti di forza dell’hotel è la possibilità di ammirarne le luci comodamente dalla propria camera grazie alle grandi pareti di vetro che offrono una vista spettacolare del cielo del nord. Senza dimenticare la Spa, dove si possono prenotare trattamenti facciali e per il corpo come l’idroterapia, le immersioni in acqua fredda, i massaggi muscolari tonificanti e i trattamenti ringiovanenti del viso. Si potrà soggiornare nell’hotel a partire da febbraio 2020 (i prezzi per notte partono da 600 euro). Quando visitarlo? Il periodo e l’orario migliore? Tra febbraio e marzo, durante la lunga notte polare (dalle 18.00 all’1.00 potrete godere dello spettacolo migliore).