Seguici su
Business 4 Settembre, 2019 @ 2:00

Il furgone entra in modalità elettrica se nell’aria c’è troppo smog

di Matteo Rigamonti

Staff

Leggi di più dell'autore
chiudi
Ups Hybrid Electric Vehicle
Ups Hybrid Electric Vehicle (Courtesy: Tevva)

Quindici nuovi furgoni Ups ibridi ad autonomia potenziata e intelligenti hanno fatto il loro debutto nel Regno Unito. Veicoli commerciali in grado di passare in modalità completamente elettrica nei pressi dei centri urbani o dove l’inquinamento atmosferico è maggiore. A svilupparli il colosso della logistica in collaborazione con Tevva Motors. Dieci esemplari viaggiano già sulle strade di Birmingham e cinque a Southampton.

Inalterata la capacità di carico (23 metri cubi) rispetto ai loro fratelli alimentati interamente a diesel. Quadruplicata, invece, l’autonomia da 100 a 400 kilometri se confrontati ai furgoni elettrici di prima generazione. Tevva, che ha sede a Chelmsford, una sessantina di kilometri a est di Londra, ha realizzato e installato i motori elettrici e i computer di bordo. Perché, come spiega un comunicato, grazie al software di Tevva, la geolocalizzazione consente al mezzo di passare alla modalità totalmente elettrica quando l’autista si avvicina ai centri urbani, a strade particolarmente trafficate oppure a zone dove il traffico è limitato.

Ups – che negli Stati Uniti sta testando anche i camion a guida autonoma – è impegnata ad abbattere le emissioni in Europa dove i veicoli commerciali pesano per il 27% della Co2 attribuibile al trasporto e il 5% dei gas serra, ricorda il comunicato. In attesa di comprendere le conseguenze che causerà la Brexit, infatti, la legislazione dell’Unione europea – che ad oggi vale anche per il Regno Unito – prevede di tagliare del 15% le emissioni entro il 2025, del 30% entro il 2030 fino a raggiungere lo zero nel 2050.

Business 16 Agosto, 2019 @ 3:30

Ups investe nella tecnologia per la guida autonoma dei camion

di Matteo Rigamonti

Staff

Leggi di più dell'autore
chiudi
Camion
Un camion sulle strade d’America (Foto Pixabay)

Ups punta sui camion a guida autonoma per le consegne del futuro. Come spiega un comunicato, il gigante della logistica e delle spedizioni ha deciso di investire, attraverso Ups Ventures , in TuSimple rilevando una quota di minoranza della startup che progetta tecnologia per portare nel mercato del trasporto su gomma i veicoli autoarticolati a guida autonoma.

Il costo dell’operazione e il valore della quota non sono stati resi noti da Ups, ma rientrano nell’ambito di un round di investimenti che ha confermato lo status di unicorno per TuSimple il cui valore stimato supera ora il miliardo di dollari. Tra i finanziatori c’è anche l’azienda specializzata in processori e schede grafiche Nvidia.

TuSimple, fondata nel 2015, ha sede a San Diego e una compagnia gemella cinese. Sta testando a Tucson, Arizona, il camion a guida autonoma e ritiene di poter contribuire a tagliare il costo del trasporto fino al 30%. Le soluzioni tecnologiche cui sta lavorando utilizzano un sistema di telecamere capace di vedere fino a 1000 metri di distanza.

In Ups non sono gli unici a fare un pensiero sulla guida autonoma applicata alla logistica. Per esempio, anche Kodiac Robotics in Texas è impegnata nello sviluppo della medesima tecnologia per camion. E anche Amazon, da cui derivano non poche entrate per Ups, ha investito nella startup Aurora fondata dall’ex responsabile di Google per il progetto dei veicoli a guida autonoma.