I furgoni elettrici di Arrival catalizzano un maxi-investimento di BlackRock

I van elettrici prodotti da Arrival. (Courtesy Arrival.com)
Share
BlackRock investe sui veicoli elettrici Arrival,
I van elettrici prodotti da Arrival (Fonte immagine: Arrival.com)

Articolo di Alan Ohnsman apparso su Forbes.com

Arrival, società produttrice di veicoli elettrici sostenuto da Hyundai e Kia che si sta preparando a costruire furgoni elettrici per le consegne di Ups, ha appena raccolto 118 milioni di dollari dal colosso degli investimenti BlackRock per finanziare fabbriche su piccola scala che la startup inglese utilizzerà per produrre modelli alimentati a batteria a costo vantaggioso rispetto ai concorrenti.

L’investimento di BlackRock è la più grande iniezione di capitali che Arrival abbia ricevuto fino ad oggi e arriva pochi giorni dopo che la società ha annunciato la costruzione della sua prima “microfabbrica” statunitense in Carolina del Sud. La struttura da 46 milioni di dollari sarà in grado di produrre fino a 1.000 autobus elettrici all’anno e impiegherà 240 persone quando aprirà alla fine del prossimo anno. Anche la prima microfabbrica di Arrival, a Bicester, in Inghilterra, aprirà nel 2021.

“Questo capitale aggiuntivo sarà investito nella crescita di Arrival, mentre consolidiamo ed espandiamo la nostra presenza negli Stati Uniti e in altri nuovi mercati a livello globale”, ha affermato il fondatore e ceo Denis Sverdlov. “Con la nostra nuova microfabbrica nella Carolina del Sud, non vediamo l’ora di collaborare con più città e aziende per creare un futuro sostenibile”.

Fondata a Londra nel 2015 dall’imprenditore Sverdlov, che ha fatto una fortuna (sconosciuta) dalla vendita della sua società di telefonia cellulare russa Yota nel 2012, Arrival mira a essere un fornitore leader di camion e autobus elettrici a fronte di una domanda di veicoli a emissioni zero in crescita. La società afferma che i suoi furgoni commerciali costeranno uguale ai modelli convenzionali alimentati a diesel o benzina e che i suoi autobus elettrici saranno i più convenienti sul mercato, consentendo di venderli senza ingenti sussidi pubblici. Allo stesso modo, dice che può vendere autobus elettrici di trasporto a prezzi molto più bassi di quelli di pesi massimi del settore, che includono New Flyer, Proterra e BYD.

La società è diventata popolare all’inizio di quest’anno, quando Hyundai e Kia ne hanno rilevato una quota del valore di 100 milioni di euro ($ 110 milioni). Ciò ha aumentato la sua valutazione a oltre $ 3 miliardi. Subito dopo Ups, che è anche un investitore nella compagnia, ha dichiarato che avrebbe acquistato fino a 10.000 furgoni elettrici da Arrival per la sua flotta in un accordo che alla fine potrebbe valere quasi $ 500 milioni. Se le cose andranno bene, Ups avrà la possibilità di acquistare altri 10.000 veicoli per la sua flotta globale. Il sostegno di BlackRock aumenta il finanziamento totale per Arrival ad almeno $ 230 milioni.

Invece di costruire imponenti stabilimenti automobilistici multimiliardari, Arrival dice di poter contenere il costo dei veicoli alimentati a batteria utilizzando materiali più leggeri, tra cui l’alluminio anziché l’acciaio per il telaio e i pannelli della carrozzeria realizzati con materiali compositi proprietari sviluppati in-house. Il suo concetto di microfabbrica, che può essere realizzata in magazzini standard e necessita solo di circa 200mila piedi quadrati, rende la produzione il più economica possibile.
L’azienda dice di poter installare e attrezzare una microfabbrica in uno spazio di magazzino convenzionale in circa sei mesi, invece che sulle centinaia di acri di terreno di solito necessarie per un impianto su larga scala. Con l’espansione dell’attività, il piano è quello di costruire rapidamente microfabbriche vicine ai clienti in modo da contenere i costi di spedizione e adattare le strutture per sfornare 10.000 furgoni o 1.000 autobus all’anno.

La fabbrica della Carolina del Sud “è l’inizio di un cambio di paradigma nel settore dei veicoli elettrici”, ha dichiarato questa settimana Mike Abelson, ceo nordamericano di Arrival, ex dirigente della General Motors che ha supervisionato la strategia dei veicoli elettrici della casa automobilistica.

Le microfabbriche non utilizzano costose presse per stampare metalli, saldature o officine di verniciatura e non utilizzano linee di assemblaggio fisse. Invece, il suo telaio piatto da skateboard è assemblato da componenti in alluminio, i pannelli della carrozzeria sono uniti con adesivi in stile aerospaziale e la colorazione viene eseguita tingendo il materiale composito. Veicoli a guida autonoma trasportano inoltre sezioni del veicolo alle celle di assemblaggio in tutta la fabbrica.

Il peso è la chiave per contenere i costi dei veicoli elettrici perché ciò determina quanto grande una batteria deve essere per raggiungere l’intervallo di chilometraggio desiderato per ogni carica. La batteria agli ioni di litio è il componente più costoso, i prezzi aumentano rapidamente con l’aumentare del peso.

Questa settimana Arrival ha detto che gli autobus che farà a Rock Hill, nella Carolina del Sud, peseranno 35.250 libbre quando saranno carichi di passeggeri. Se vero, sarebbe 6.750 libbre più leggero del peso totale con passeggeri del modello Catalyst di Proterra. Arrival non ha fornito i prezzi per i suoi autobus, ma i modelli alimentati a diesel costano circa $ 500.000 ciascuno e le versioni alimentate a batteria possono arriva ad almeno $ 200.000 in più.