Seguici su
Strategia 2 novembre, 2018 @ 9:02

Questi 15 comportamenti ti renderanno quasi insostituibile sul posto di lavoro

di Forbes.it

Staff

La redazione di Forbes.Leggi di più dell'autore
Forbes Italia è l'edizione italiana del magazine più famoso al mondo su classifiche, cultura economica, leadership imprenditoriale, innovazione e lifestyle. chiudi
(Getty Images)

Nina Angelovska per Forbes.com

Probabilmente nei nostri posti di lavoro tutti abbiamo sentito molte volte che “nessuno è insostituibile”, anche se è più probabile che lo si senta più spesso nelle grandi aziende dove le persone sono ancora considerate come “posizioni”. Tuttavia non è la tecnologia, il prodotto o il processo che rende grande un’azienda, sono le persone che stanno all’interno. E mentre alcuni potrebbero pensare che “insostituibile” sia una dichiarazione molto forte, credo che tutti siano d’accordo che ci sono alcune persone che sono molto difficili da sostituire. Queste sono le persone che godono di un vantaggio competitivo perché sono una risorsa inestimabile per qualsiasi azienda. E non ci vuole un manager geniale per riconoscere queste persone. Questi sono i 15 comportamenti che separano quelli “quasi insostituibili” dal “facilmente sostituibili”.

1. Fanno più di quanto richiesto
La maggior parte delle persone sottovaluta o soddisfa i requisiti minimi solo per spuntare le attività nella propria lista di cose da fare. Qui c’è un semplice esempio. Il manager chiede: “Abbiamo bisogno di ordinare magliette di marca per la nostra campagna”. Il dipendente facilmente sostituibile invierebbe un link dal primo venditore in cui si è imbattuto. Il quasi insostituibile direbbe: “Ho trovato 5 buone soluzioni per le nostre t-shirt di marca, la più economica è questa, ma la migliore in termini di prezzo e qualità è questa. Ho chiesto un’offerta e negoziato uno sconto e possiamo averli consegnati in una settimana. Ma ho anche trovato un’ottima offerta di altoparlanti Bluetooth che possiamo brandizzare se vogliamo riconsiderare il cambiamento delle t-shirt “.

2. Hanno eccezionali capacità comunicative
Sanno come comunicare facilmente un problema senza girarci attorno in lunghe spiegazioni. Rispettano il tempo degli altri e praticano una comunicazione efficace. I dipendenti insostituibili gestiscono una richiesta o una lamentela del cliente in una mail che anticipa la situazione e altre domande secondarie che il cliente potrebbe fare, mentre nella casella di posta del dipendente facile da sostituire troverete decine di conversazioni sullo stesso problema.

3. Sono un passo avanti
Ogni manager ama quando riceve una serie di risposte affermative a domande come: “Hai inviato quell’e-mail?”, “Hai incluso anche le specifiche”, seguito da alcune frasi rassicuranti come: “E ho anche fatto questo e quello …”.

4. Sono buoni ascoltatori e osservatori
Ascoltano e non fanno le stesse domande due volte. Sanno riconoscere il contenuto importante che è stato comunicato, annotarlo e agire in base ad esso. Creano valore anticipando la situazione e facendo ciò che è necessario.

5. Sono affidabili e responsabili
Quando è fuori ufficio, il manager si rivolge alla sua persona insostituibile per delegare le sue funzioni in mani sicure. I dipendenti insostituibili non hanno paura di assumersi grandi responsabilità perché credono nelle loro capacità. E ciliegina sulla torta: sono leali.

6. Iniziano
I grandi dipendenti propongono nuove e migliori soluzioni. Fanno raccomandazioni, fanno domande e sono disposti ad aiutare gli altri. Non sentirai l’impiegato facilmente sostituibile dire: “Penso che se cambiamo il modo in cui raggiungiamo il nostro pubblico, possiamo aumentare il nostro ROI”.

7. Riempiono l’ambiente con energia positiva
La positività alimenta positività. Sono amichevoli, estroversi e ottimisti anche nelle ore di duro lavoro.

8. Sono adattabili
Possono adattarsi facilmente ai cambiamenti. Diciamo che sei appena passato a una nuova piattaforma CRM o hai implementato una nuova policy che tutti devono seguire. Questi impiegati stanno cavalcando l’onda del cambiamento, non gli resistono e sanno che c’è una buona ragione per farlo.

9. Sono risolutori di problemi, non si lamentano
Non arrivano solo con un problema, ma portano le loro proposte da consultare su ulteriori azioni. O, ancora meglio, sono guidati dal principio “chiedi perdono, non il permesso” e hanno già risolto il problema urgente in un modo in cui credevano fosse il migliore al momento.

10. Sono auto-motivati e possono motivare gli altri
Non richiedono una costante attenzione e motivazione. Sanno cosa fanno e perché lo fanno e se hanno un problema con la motivazione trovano la via d’uscita. E, ancora meglio, sanno come motivare i loro colleghi.

11. Non hanno bisogno di essere gestiti nello specifico
Possono vedere il quadro generale e anticipare tutte le cose che devono essere fatte senza una guida dettagliata specifica. Ogni manager desidera avere persone che prestino attenzione ai minimi dettagli e che si occupino delle cose senza che gli venga detto nulla.

12. Affrontano nuove sfide
Non hanno paura di affrontare una nuova sfida in un campo che non è la loro area di competenza. Ipotizziamo che la tua azienda abbia bisogno di organizzare un evento di celebrazione per i tuoi clienti. L’impiegato insostituibile si assumerà la responsabilità anche se è qualcosa che non ha fatto in precedenza. Sono disposti a mettersi in gioco, nonostante ci sia un rischio di potenziale fallimento.

13. Apprendono e pensano velocemente 
Hanno una profonda conoscenza dell’azienda, dei suoi prodotti, processi, clienti e cultura. Quando arriva qualcosa di nuovo, possono facilmente elaborare e applicare nuove conoscenze e metterle in atto.

14. Amano il loro lavoro
Vanno al lavoro perché vogliono, non perché devono. È molto improbabile che ci sia un dipendente insostituibile che non ama il suo lavoro.

15. Sono ben organizzati ed efficienti
Se un dipendente facilmente sostituibile conclude il compito in 2 ore, l’insostituibile può farlo in una. Sono buoni organizzatori del loro tempo e possono coordinare gli altri.

Vuoi ricevere i consigli di Forbes direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!