Seguici su
BFC - 100% Business News
Style 28 dicembre, 2018 @ 8:36

Dieci pezzi moda che potrebbero far svoltare il tuo guardaroba nel 2019

di Roberta Maddalena

Staff writer, Forbes.it

Scrivo di moda e tutto ciò che le gravita attorno.Leggi di più dell'autore
Nata in Sicilia, si trasferisce a Milano per studiare giurisprudenza ma soprattutto per inseguire la sua più grande passione: la scrittura. In precedenza ha collaborato con il quotidiano di Class editori MFFashion occupandosi di moda e finanza. Appassionata di romanzi gialli, musica jazz e cinema. chiudi
Alcuni capi della collezione Giorgio Armani Neve (Courtesy Giorgio Armani)

La lista dei desideri del nuovo anno? Un concentrato di linee esclusive, capsule collection in edizione limitata e accessori che inseguono i nuovi trend visti sulle passerelle. Innanzitutto l’abbigliamento tecnico, consacrato da marchi storici che puntano sul colore e la qualità dei materiali. Ma anche incursioni beauty, con il nuovo colore dell’anno a fare da padrone, capi da customizzare e sorprese sul fronte calzature. Ecco i 10 capi e accessori che potrebbero dare una svolta (chic ed estremamente cool) al guardaroba dell’anno che verrà.

Si parte con un mix creativo insolito: da un lato il marchio britannico per eccellenza, Burberry, dall’altro la regina del punk inglese Vivienne Westwood, che hanno dato vita a una collezione di abbigliamento in edizione limitata con protagonisti gli iconici capi della stilista anglosassone reinventati all’insegna del “vintage check” del brand disegnato da Riccardo Tisci. La collaborazione tra le due realtà aiuterà Cool Earth, un’organizzazione no-profit con sede nel Regno Unito che collabora con le comunità della foresta pluviale per contrastare la deforestazione e il cambiamento climatico.

Referenze dall’antica Grecia e rimandi artistici invece per la collezione primavera-estate 2019 di Marni, con un focus particolare su borse e calzature: sovrapposizione di colori, stampe a collage e forme geometriche. Tempo di scii, e vacanze sulla neve per Giorgio Armani, che con la sua nuova collezione Neve ha arricchito la proposta outwear con giacche in tessuto tecnico water repellent, pantaloni cargo, elmetti, scarponcini e guanti. Ma anche per Esemplare, che nella capsule di piumini PETRAESEMPLARE by Pietro Boselli”  ha celebrato l’incontro tra il design contemporaneo di Petra, linea di abbigliamento sportivo lanciata da Pietro Boselli, e l’essenzialità del brand di capispalla. 

Vuoi ricevere le notizie di Forbes direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Una delle parole più usate nell’ultimo anno nel mondo della moda è personalizzazione. Lo sa bene Falconeri, che con il servizio “FALCONERIUNIQUE” ha reso customizzabili i capi della linea Cashmere Ultralight: girocollo, dolcevita e golf che possono essere differenziati con le proprie iniziali o un nickname.

Tra i pezzi “iconici” che non passano mai di moda c’è sicuramente il famoso Carré di Hermès, cui la maison francese ha persino dedicato un evento ad hoc a Milano. Non un semplice foulard  in seta insomma, ma uno statement per addetti al settore e non, che con le sue stampe iper colorate continua ancora ad affascinare.

Sfumature di rosso diverse per Miu Miu e Yves Saint Laurent beauty. Nel primo caso, per la tracolla in velluto con logo lettering e fibbia gioiello (da sfoggiare ai party natalizi ma anche dopo). Nel secondo, con la nuova linea di smalti del marchio parigino ispirata al “Living Coral”, eletto colore Pantone per il 2019. Sempre in tema di accessori, se Gucci riprende i suoi codici distintivi, introdotti negli anni ’50, rivisitandoli in chiave romantica con le nuove ballerine ispirate al mondo equestre (nastro verde-rosso e fiocco sulla punta), Attico, brand che piace a influencer e fashion addicted, ha sperimentato uno dei trend più amati all’ultima fashion week della Ville Lumière: le piume. Scelta più che azzeccata quella delle due designer, Gilda Ambrosio e Giulia Tordini.