Seguici su
Strategia 31 dicembre, 2018 @ 9:49

Le 5 domande sulla leadership che devi farti per un 2019 di successo

di Forbes.it

Staff

La redazione di Forbes.Leggi di più dell'autore
Forbes Italia è l'edizione italiana del magazine più famoso al mondo su classifiche, cultura economica, leadership imprenditoriale, innovazione e lifestyle. chiudi
(GettyImages)

 

Paloma Cantero-Gomez per Forbes.com

La fine dell’anno è sempre il momento perfetto per guardare indietro e tracciare un bilancio su se stessi. Proprio perché viviamo in comunità strutturate, facendo affidamento sulla nostra influenza e sulla possibilità di ispirare gli altri, la leadership rappresenta una componente cruciale.

Fattore chiave, che consente lo sviluppo delle relazioni umane, la leadership è fondamentale in contesti di cambiamento dove potere, fama e denaro non sono più sufficienti per soddisfare in modo adeguato i cuori umani. Sviluppare le capacità di leadership è quindi molto importante, indipendentemente dalla posizione che si occupa in qualsiasi società. Ma le definizioni di leadership non sono ancora concrete, e mettono in luce le sue diverse facce adattate a contesti diversi. Allora che cos’è la leadership e come possiamo raggiungerla nel modo giusto? Quello che sembra evidente è che non se ne può parlare solo con rifermento al mercato del lavoro. Volendogli dare un senso molto più ampio, il concetto non si riferisce all’anzianità o alle doti manageriali, ma va al di là dei requisiti professionali per raggiungere qualità personali, sociali e persino spirituali. La leadership non è collegata alle masse: il potere dell’azione di un singolo uomo in un mondo globale può diffondersi rapidamente e pendere fuoco con altrettanta velocità. La forza di un leader, inoltre, non si misura più in relazione solo al numero di seguaci, ma al significato e al potere di ciascuna delle azioni che possono ispirare. D’altronde, la leadership non è solo legata al profitto, anche se è stata spesso confusa con il vantaggio o un elemento trainato dalla produttività. Mentre in contesti diversi come quello aziendale, dovrebbe avere un orientamento monetario, la redditività non aiuta del tutto a definire il nucleo del concetto. Guardando alla profondità dei desideri umani, la felicità si pone come obiettivo finale. Quindi, quanto più un leader si avvicina ai suoi seguaci verso il raggiungimento dei loro scopi, più forte è l’influenza della leadership che potremmo affermare.

Allora come possiamo identificare i sintomi di un leader moderno? La leadership ha la caratteristica di condurre gli altri a seguire una determinata persona per l’influenza positiva che questa potrebbe esercitare. La volontarietà, sia positiva o negativa, si può considerare la sua componente più importante nel XXI secolo. E se non rappresenta una scelta, parliamo di obbedienza forzata.

Se l’influenza non è positiva, il concetto si trasforma automaticamente in leadership dittatoriale o modello di ruolo fuorviante. In un mondo in cui vi è un rapido accesso a ogni singola opzione o scelta, l’influenza basata sul potere o sulla posizione non basta più. La leadership risponde adesso a una tipologia di influenza positiva, che aiuta gli altri a sviluppare le proprie  capacità. Viktor E. Frankl descrive molto bene come, “tra lo stimolo e la risposta, c’è uno spazio. In quello spazio sta il nostro potere di scegliere la risposta e nella risposta si trova la nostra crescita e libertà. I leader sono il nesso tra lo stimolo e la risposta”. Solo quando la risposta porta alla crescita e alla libertà, possiamo parlare di una leadership positiva. Qualsiasi altra forma non rientra nel concetto di leadership.

Ma adesso è tempo di mettersi al lavoro. Con alcuni giorni a disposizione per riflettere, c’è abbastanza tempo per riflettere e ottenere risposte concrete per preparare meglio la tua scalata al successo nel 2019.

1. Qual è stata la mia lista di obiettivi per il 2018 e quali sono stati i motivi che li hanno scatenati?

Il tipo di obiettivi che hai stabilito rivela anche le tue priorità. È tempo di verificare se stai adottando un approccio olistico alla vita . Ti stai prendendo cura di tutte le sfaccettature della tua personalità? O sei invece focalizzato su un solo aspetto che ti sottrae il tempo e l’energia? Allo stesso modo, le ragioni che stanno dietro i tuoi obiettivi definiscono la tua visione e motivazione. Per continuare a ispirare, assicurati che la logica dei tuoi obiettivi non entri in contraddizione con lo scopo della meta stessa. Se il volontariato dopo un disastro umanitario ha solo l’obiettivo nascosto di aumentare i follower del tuo account Instagram, forse devi riconsiderare le tue priorità.

2. Sono stato onesto con me stesso?

Per essere un leader, inizia da te stesso. Prima di poter guidare altre persone, devi imparare a “guidare” te stesso e adottare un modello di leadership basato sui valori. Non possiamo offrire quello che non abbiamo e non possiamo essere ciò che non siamo. Secondo l’autore best-seller sulla leadership, Harry Kreamer, l’autoriflessione, l’equilibrio, la self-confidence e l’umiltà sono le pietre miliari da cui partire.

3. Mi sono comportato in modo corretto con gli altri?

“La bontà inaspettata è l’agente più potente, meno costoso e sottovalutato del cambiamento umano”. (Bob Kerrey). Crescere sull’onda della crescita altrui è l’unico caso di vittoria inclusiva. La gentilezza è un modo semplice ma potente per instaurare fiducia, relazioni ed empatia. A metà strada tra uguaglianza ed equità, questo atteggiamento assicura la perfetta armonia tra le differenze e i bisogni della società nel suo complesso. La gentilezza e l’equità sono considerate due tracce ispiratrici da seguire.

4. Ho raggiunto i miei obiettivi? Quali sono state le più grandi lezioni che ho raccolto e perché?

Quando si parla di leadership, è necessario differenziare tra storie di successo e di insuccesso. Quello che dovresti valutare è la tua reazione in seguito a eventi o occasioni che hanno lasciato un’impronta nel corso dell’anno. Imparare dalle vittorie è potente e gratificante. Imparare dalle sconfitte è saggio e illuminante. Queste domande ti incoraggeranno a comprendere in profondità i tuoi atteggiamenti nei confronti degli eventi. Atteggiamenti positivi verso diverse circostanze conducono all’affidabilità, elemento centrale di ogni influente leader.

5. Sono pronto per l’anno che verrà?

C’è qualcosa che posso cambiare per liberare le mie aspirazioni di leadership da motivazioni puramente utilitaristiche? Ho una visione chiara del modello che voglio ispirare? Sono in grado di conciliare il mio vantaggio con un risultato positivo per la società e il mondo? Il 2019 ci sarà solo una volta nella vita. Facciamone un uso potente!