Seguici su
Life 27 maggio, 2019 @ 12:33

Marbella guida la classifica dei dieci porti più costosi d’Europa nel 2019

di Roberta Maddalena

Staff writer, Forbes.it

Scrivo di moda e tutto ciò che le gravita attorno.Leggi di più dell'autore
Nata in Sicilia, si trasferisce a Milano per studiare giurisprudenza ma soprattutto per inseguire la sua più grande passione: la scrittura. In precedenza ha collaborato con il quotidiano di Class editori MFFashion occupandosi di moda e finanza. Appassionata di romanzi gialli, musica jazz e cinema. chiudi
Yacht
Yacht Aresteas Engel & Völkers Yachting

È José San Banus, l’esclusivo porto turistico di Marbella, a guidare la classifica dei primi 10 ormeggi più costosi d’Europa nel 2019. A svelarlo è la classifica pubblicata da Engel & Völkers Yachting, società leader nell’intermediazione di immobili residenziali, yacht e aeroplani nel segmento premium con sede ad Amburgo, che utilizza come parametro le tariffe per l’ormeggio di uno yacht di 55 metri in alta stagione. Ormeggiare sulla Costa del Sol prevede infatti una tassazione in crescita del 20% rispetto al 2018, fino a un totale di 4.289 euro al giorno.

A Porto Cervo si registra il maggior aumento dei prezzi degli ormeggi

“Rispetto al 2017, le tariffe giornaliere di ormeggio sono aumentate in quasi tutte le dieci sedi presenti nella classifica”, ha affermato Anissa Mediouni, amministratore delegato di Engel & Völkers Yachting. Ma è la Marina di Porto Cervo, sulla costa settentrionale della Sardegna a registrare il più alto aumento dei prezzi (circa il24% per 3.176 euro al giorno), guadagnando il terzo posto nel rating dei porti più esclusivi d’Europa. Al secondo posto invece Ibiza Magna, in cima alla classifica dell’anno scorso, con una tariffa di ormeggio di 4.084 euro al giorno. “I porti turistici europei rimangono molto richiesti. Luoghi spettacolari e una buona infrastruttura con negozi, ristoranti e altri servizi sono i fattori che guidano i prezzi ancora più in alto nel segmento del lusso”, ha aggiunto Mediouni.

Capri, Portofino, Saint-Tropez: i porti italiani sono a metà classifica

I porti italiani di Capri e Portofino sono a metà classifica, rispettivamente al quarto e al quinto posto. Per chi desidera ormeggiare il proprio yacht nella Marina Grande di Capri le quotazioni sono di 3.000 euro al giorno. La Marina di Portofino sulla Riviera italiana raggiunge un prezzo giornaliero di 2.398 euro come nel 2018. Con 2.211 euro al giorno, il Porto di Saint-Tropez sulla Costa Azzurra arriva al sesto posto nella classifica. Un altro porto francese, Marina Port Vauban sulla costa di Antibes, si trova al settimo posto (il più grande porto della Costa Azzurra offre spazio ad oltre 1.600 yacht, tra cui 19 superyacht). Si paga una tariffa giornaliera di 2.045 euro. Il porto turistico di Limassol a Cipro è classificato all’ottavo posto con una tariffa giornaliera di 1.533 euro per uno yacht di 55 metri. Un posto all’ACI Marina Split sulla costa croata della Dalmazia costa 1.423 euro al giorno, assicurando al porto il nono posto in classifica. Port Hercule a Monte-Carlo, Monaco, completa infine la classifica al decimo posto con una tariffa giornaliera di 1.128 euro.

Vuoi ricevere le notizie di Forbes direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!