Il Sanlorenzo 64 Steel Attila ha vinto il “2019 MYS/RINA Award”, assegnato al superyacht più eco-friendly presente al Monaco Yacht Show.
Seguici su
Life 29 Settembre, 2019 @ 4:20

Scopriamo il superyacht italiano premiato al Monaco Yacht Show

di Eleonora Poggio

Scrivo – per passione – di imprese e finanza.Leggi di più dell'autore
chiudi
Il 64Steel Attila dei Cantieri Sanlorenzo (Courtesy: Cantieri Sanlorenzo)
Il 64Steel Attila dei Cantieri Sanlorenzo (Courtesy: Cantieri Sanlorenzo)

Al Port Hercule  di Montecarlo anche quest’anno si è chiuso il sipario del Monaco Yacht Show , il salone nautico dedicato esclusivamente a superyacht, megayacht e gigayacht di lusso visibili solo nella splendida cornice glamour del Principato di Monaco.

Qui si chiude la stagione dei salone nautici estivi 2019:  125 le dream-boat esposte durante il Monaco Yacht Show con una lunghezza media vicina ai 50 metri di cui oltre 40 hanno debuttato  in anteprima mondiale.

Ventuno unità che hanno superato  i 60 metri ed un valore complessivo degli yachts presenti di 4 miliardi di euro, per un prezzo medio degli yacht esposti pari a 27 milioni di euro. 600 le aziende espositrici e i loro partner disposti in 42000 m2 di superficie espositiva e oltre 30 mila i visitatori.

Il 64Steel Attila dei Cantieri Sanlorenzo (Courtesy: Cantieri Sanlorenzo)
Il 64Steel Attila dei Cantieri Sanlorenzo (Foto dell’autore)

A conquistare il podio del  monaco yacht show un cantiere tutto italiano: Sanlorenzo, il cantiere che fa capo a Massimo Perotti. Durante la cerimonia di premiazione che si è tenuta presso lo Yacht Club di Monaco, la nuova ammiraglia di Sanlorenzo, il 64 Steel Attila,  è stata dichiarata, dalla giuria di esperti, vincitrice del “2019 MYS/RINA Award”, assegnato al superyacht più eco-friendly secondo gli standard stabiliti dalla società di classificazione navale italiana RINA.

Con 1.600 tonnellate lorde, 64 metri di lunghezza, cinque ponti e una larghezza massima interna di 12,5 metri, 64Steel Attila è il più grande yacht finora realizzato da Sanlorenzo. Una proposta innovativa grazie ad un layout e a strutture comunemente presenti su yacht di maggiori dimensioni, che hanno permesso a Sanlorenzo di adottare delle soluzioni inedite pensate per rendere massima la vivibilità a bordo, coniugate ad eleganti linee esterne.

Il 64Steel Attila dei Cantieri Sanlorenzo (Courtesy: Cantieri Sanlorenzo)
Il 64Steel Attila dei Cantieri Sanlorenzo (Foto dell’autore)

Tra queste, il Main Deck a poppa e il Beach Club sul Lower Deck rappresentano sicuramente le aree più caratterizzanti del progetto. Un segno forte di design e di layout è la doppia scalinata che collega l’area piscina e pranzo al Beach Club completato da sauna, hammam, sala massaggi e palestra, au fil de l’eau. Con lo specchio di poppa e le piattaforme laterali aperte, il Beach Club copre un’area di ben 78 metri quadrati. Non a caso il 64Steel è stato anche recentemente premiato in occasione dei “World Yachts Trophies” con il “Best Interior Design Trophy”.

L’ MYS Exterior Design Award e il MYS Finest new superyacht award sono andati a Excellence, l’80-metri superyacht di Abeking & Rasmussen. Mentre il  Show’s Interior Design Awarrd e’ stato  assegnato invece al cantiere tedesco Lürssen

Vuoi ricevere le notizie di Forbes direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!