Seguici su
Business 12 Novembre, 2019 @ 3:53

Il miliardario russo Andrey Andreev ha venduto Badoo a Blackstone

di Daniel Settembre

Staff writer, Forbes.it

Coordinatore di Forbes ItaliaLeggi di più dell'autore
chiudi
Andrey Andreev è i miliardario russo che ha fondato MagicLab, società che controlla app di dating online come Badoo e Bumble. (Photo by Levon Biss/MagicLab via Getty Images)

Il miliardario russo Andrey Andreev, magnate delle app di dating online, ha venduto la sua partecipazione in MagicLab a Blackstone, una delle principali società di investimento del mondo che gestisce oltre $554 miliardi di asset. A darne per primo notizia è stato il Wall Street Journal e l’accordo ha valutato la società circa $ 3 miliardi. MagicLab, che controlla marchi come Badoo, Bumble, Chappy e Lumen, si autodefinisce come la società che “ha inventato il modo in cui le persone si incontrano nell’era moderna e mobile, collegando e trasformando la vita di oltre 500 milioni di persone in tutto il mondo”.

Prima della notizia di questo deal, Forbes stimava il patrimonio netto del fondatore di Badoo, Andreev, a $ 1,5 miliardi, ma dopo questo accordo potrebbe aumentare a $ 1,7 miliardi. A luglio, Forbes aveva pubblicato un’indagine sulla cultura del lavoro presso la sede di Badoo a Londra, nella quale 13 ex dipendenti avevano definito l’ambiente di lavoro tossico e misogino. Dopo la pubblicazione dell’articolo la reputazione dell’azienda è stata gravemente incrinata e Andreev ha annunciato un avvio di un’indagine interna nell’ufficio di Londra.

Whitney Wolfe Herd ha fondato Bumble dopo aver lasciato Tinder, che lei stessa aveva co-fondato. Ora sarà il ceo dell’intero gruppo acquisito da Blackstone. (Photo by Vivien Killilea/Getty Images for Bumble)

Nel 2017, l’imprenditore russo, ora cittadino del Regno Unito, aveva rifiutato due offerte per Bumble da parte di Match (la società proprietaria di Tinder), prima di $ 450 milioni e poi di $ 1 miliardo. Nell’ottobre 2018, Andreyev stava valutando la possibile quotazione dell’azienda sul Nasdaq come parte del suo “piano per diventare il più grande business di incontri online del mondo”, come riportato da Bloomberg.

Nella nota stampa Andreev, ha dichiarato: “Il mio obiettivo ora è garantire una transizione senza intoppi e di successo prima di intraprendere una nuova impresa”. Wolfe Herd ha definito l’acquisizione una “straordinaria opportunità” e ha affermato che è “un momento incredibilmente importante ed eccitante per Bumble, il gruppo di marchi e i membri del team MagicLab”.

L’accordo è l’ultima mossa di Blackstone, che vuole accelerare gli investimenti nelle startup tecnologiche. “Siamo entusiasti di investire in MagicLab, che è un pioniere nel settore degli appuntamenti online in rapida crescita”, ha commentato nel comunicato stampa Jon Korngold, head of Blackstone Growth (BXG). “Questa partnership è un perfetto esempio della capacità di Blackstone di utilizzare le sue leve, l’orizzonte di investimento a lungo termine e importanti risorse operative per aiutare gli imprenditori a trarre vantaggio dalle opportunità di crescita con l’obiettivo di creare leader globali”.

Vuoi ricevere le notizie di Forbes direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!