Seguici su
Lifestyle 8 Gennaio, 2020 @ 10:00

10 posti a Milano frequentati dall’élite internazionale durante la fashion week

di Roberta Maddalena

Staff writer, Forbes.it

Scrivo di moda, viaggi, arte e nuove tendenze.Leggi di più dell'autore
chiudi
piscina edifici
Ceresio 7

Sembra essere tutto pronto per la nuova edizione di Milano moda uomo, in calendario dal 10 al 14 gennaio, per un totale di 77 nuove collezioni di cui 26 sfilate, 46 presentazioni e 22 eventi che portano il sigillo by appointment only. Come ogni anno, il meglio dell’élite internazionale si prepara a condividere selfie e scatti esclusivi nei locali più cliccati della capitale meneghina e noi di forbes.it abbiamo dato uno sguardo a instagram, social che meglio si presta a tutti gli appassionati di cool hunting, per individuare quelli che riscuotono più like tra gli addetti al settore. Troverete quindi una guida alle nuove tendenze, in fatto di art de vivre, per pianificare un insolito viaggio alla scoperta dei places to be più alla moda della città.

@dsquared2

Ceresio 7

Il Ceresio 7, in zona Monumentale, incarna perfettamente quello che si chiama l’olimpo del glamour milanese: piscina, skyline della città, cocktail scenografici e ristorante dal design instagrammabile (lo studio di interior design è Dimore Studio). Prendere il sole in estate, poi, è un lusso che influencer e top model internazionali amano concedersi dopo una light dinner dello chef Elio Sironi. Parola degli stilisti di Dsquared2, Dean e Dan Caten, coinvolti assieme allo studio di Storage per lo sviluppo architettonico dello spazio, che cenano spesso insieme alle loro muse, le top model Gigi Hadid, Joan Smalls, Doutzen Kroes, Bella Hadid e Hailey Rhode Bieber. 

@chiaraferragni

Salon de Beauté

Alla sede storica, nel cuore della zona del Duomo, questo salone di bellezza, uno dei più famosi di Milano, ha da poco accolto la nuova struttura a CityLife. Proprio in quest’ultima, tra i grattacieli del nuovo quartiere più cool, si potrà usufruire di servizi per la cura del viso e per il corpo come la criosauna, che consiste in un’immersione di pochi minuti a temperature basse con azoto liquido allo stato gassoso, i cui effetti benefici anti-age (pare che oltre a essere efficace per il dimagrimento, acceleri il metabolismo riducendo gli inestetismi della pelle) hanno convinto persino Chiara Ferragni, che dopo aver provato il trattamento ha subito condiviso coi follower l’esperienza su instagram.

@el_porteno_prohibido

El Porteño Prohibido 

Dopo El Porteño Darsena ed El Porteño Arena, arriva a Milano una location dall’anima argentina, nel menù e nello stile. Oltre all’offerta gastronomica, che propone infatti piatti tipici come le empanadas, il sabato e la domenica sarà possibile assistere a spettacoli di tango dal vivo (l’aperitivo inizia alle 18). Tantissimi gli ospiti famosi che si sono fatti trasportare dall’atmosfera sudamericana, tra questi la giornalista e conduttrice televisiva Camila Raznovich.

Mahmood @antoniolieu

Antonioli

Quando si parla di moda, e più precisamente di shopping, Antonioli è sicuramente un’istituzione a Milano. Nel 1987, Claudio Antonioli avviava a Milano il suo primo progetto, divenuto in poco tempo il punto di riferimento di una clientela selezionata. Nel 2003 il negozio si trasferisce in Via P. Paoli 1 e qualche anno dopo, nel 2009, Antonioli amplia la boutique affidando il progetto al famoso designer e architetto Vincenzo De Cotiis. Oltre alla boutique di Milano, Claudio Antonioli ha portato lo shopping anche a Lugano, Torino e Ibiza. Il cantante vincitore dell’ultimo festival di Sanremo, Mahmood, sembra essere un cliente affezionato.

The Small

Cucina italiana in un piccolo ma raffinato bistrot con arredi vintage, che ospita anche opere artistiche estrose come un gigantesco Mickey Mouse. Un po’ una camera delle meraviglie, che nasce nel 2008 dalla creatività del designer di accessori Giancarlo Petriglia. Tra i suoi ospiti il fotografo di moda Cosimo Buccolieri, la stilista Giorgia Tordini e lo stylist Simone Guidarelli.

@mypalcehairstudio

My Place Hair Studio

Questo salone per la cura dei capelli, fondato dall’hair stylist Tommaso Incamicia, è il luogo ideale per una pausa tra una sfilata e l’altra. Alessandra Airo’, influencer e blogger (Little Snob Thing) e il designer Domenico Iovine ne sanno qualcosa. 

@giorgiatordini

Dimore Gallery

Tutti gli oggetti presenti in questa galleria d’arte sono stati selezionati dai designer Emiliano Salci e Britt Moran. Ogni stanza racconta uno stato d’anima diverso come gioia, nostalgia e sorpresa, invitando i visitatori a scoprire diversi colori e materiali utilizzati per sedie, tavolini, lampade e poltroncine instagram oriented (sopra, uno scatto della designer Giorgia Tordini, Forbes  Italia Under 30)

Lùbar

Palestro, fermata Palestro. Qui Silvia Grilli, editor in chief di Grazia Italia, e la top model e ora anche designer Bianca Balti vengono spesso, complice il bellissimo spazio en plein air (la location si trova presso la Villa Reale di Milano, che ospita la Galleria d’Arte Moderna) e gli interni dallo stile sofisticato che ricordano la Sicilia. Luogo, inoltre, che diventa spesso teatro delle sfilate di moda del marchio Luisa Beccaria (LùBar nasce dall’idea dei tre fratelli Lucilla, Lucrezia e Ludovico Bonaccorsi).

@teuzzo

Palazzo Parigi 

A pochi passi dal Teatro alla Scala, dal Quadrilatero della Moda e dal quartiere di Brera, questo hotel 5 stelle nel centro di Milano si distingue per le preziose opere d’arte, gli antichi arredi, i marmi e il giardino secolare. La sua Spa, con tanto di Royal Hammam Privé, è il fiore all’occhiello della struttura, che organizza spesso eventi esclusivi con ospiti del mondo della musica come Levante e del cinema.

@gildaambrosio

Bar Basso

Il Bar Basso è uno dei più storici cocktail bar del panorama milanese, celebre soprattutto per l’invenzione del negroni sbagliato. Molto più che un semplice bar insomma, tanto che persino Massimo Giorgetti, creative director di Msgm, ha decorato sciarpe e maglioni della collezione autunno-inverno 2018/19 con l’insegna rossa del locale. (nella foto Gilda Ambrosio e lo stilista inglese Jonathan Anderson, fondatore di JW Anderson).

Vuoi ricevere le notizie di Forbes direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!