La cinese Geely crea i propri satelliti e sfida Elon Musk

Li Shufu, miliardario cinese presidente del colosso automotive Geely
Share
Li Shufu, miliardario cinese presidente del colosso automotive Geely
Li Shufu (ph gettyimages.it)

E mentre Wuhan è ancora blindata nella speranza di porre fine alla diffusine del coronavirus, a oltre 1000 km di distanza, la città di Taizhou riceve un ingente investimento nel settore automotive. Il miliardario Li Shufu, fondatore e presidente del colosso automobilistico cinese che controlla Volvo Cars, Zhejiang Geely Holding Group, ha appena annunciato un investimento di 325 milioni di dollari finalizzato alla costruzione di un centro di produzione e collaudo per realizzare propri satelliti per la guida autonoma.

Come riporta il comunicato ufficiale “Il nuovo impianto istituito dalla controllata di Geely Holding Group, Geely Technology Group, segna la prima volta che un’impresa privata inizia a produrre satelliti in Cina. La struttura all’avanguardia includerà un centro di produzione satellitare modulare, un centro di collaudo satellitare, un centro di ricerca e sviluppo satellitare e un centro di cloud computing. Sfruttando appieno l’esperienza di Geely nella produzione modulare intelligente, la struttura sarà in grado di sviluppare e produrre una varietà di modelli satellitari diversi.”

I satelliti di Geely saranno impiegati da Geespace, un’unità operativa istituita nel 2018 per lo sviluppo di satelliti a bassa orbita. La società prevede di iniziare a lanciare i suoi satelliti nello spazio entro la fine dell’anno.

Li Shufu vs Elon Musk: il miliardario cinese vuole mandare in orbita i suoi satelliti personali per la guida autonoma

Li Shufu si va ad aggiungere così al piccolo, ma ricchissimo, nucleo di imprenditori che sta investendo nella costruzione di satelliti e del quale fanno parte i più noti Elon Musk, il ceo miliardario di Tesla e SpaceX, e  Jeff Bezos di Amazon.

“Il ritmo con cui la scienza e la tecnologia si stanno sviluppando – ha dichiarato Shufu – ha raggiunto un livello senza precedenti, cambiando la società umana al suo interno. Oggi l’industria automobilistica deve affrontare sfide enormi e opportunità altrettanto enormi. Geely deve prendere l’iniziativa per abbracciare il cambiamento, svilupparsi attraverso l’innovazione, trovare nuove sinergie online e offline e collaborare con partner internazionali per diventare un leader tecnologico globale, guidare il cambiamento nella mobilità e creare un nuovo valore per gli utenti. “.

Il miliardario cinese Li Shufu guarda alle stelle e punta alla leadership nell’automotive

L’avvio di una produzione propria di satelliti per la guida autonoma è solo l’ultimo passo del fondatore Li Shufu per diventare leader del settore automotive a livello globale. Gli ultimi anni, infatti, hanno visto la sua holding protagonista di importati acquisizioni.

Nel febbraio 2018, come avevamo raccontato anche su Forbes, con un investimento di circa 7,5 miliardi di euro il gruppo Geely diviene il primo azionista di Daimler AG.

Nel marzo 2019 Geely Holding Group rileva il 50% di Smart per costituire insieme al costruttore tedesco una joint venture per rilanciare il marchio a livello globale come “puramente elettrico”.

A settembre 2019  Geely acquista il 10% della startup tedesca  Volocopeter , obiettivo: lanciare un servizio di taxi volante in Cina.

Secondo Forbes oggi Li Shufu possiede un patrimonio stimato pari a 14 miliardi di dollari ed è il 12esimo uomo più ricco della Cina (China Rich List 2019) e il 91esimo miliardario più ricco al mondo (Billionaires 2019).